Castle Combe, l'affascinante villaggio inglese

Castle Combe, l’affascinante villaggio inglese


Condividi su:

Cosa vedere a Castle Combe,
il villaggio più bello dell’Inghilterra

Tutti gli articoli del Regno Unito
Cosa vedere a Castle Combe, mappa
© Yandex maps

icona-articoloDichiarato nel 1962 come il “più bel villaggio dell’Inghilterra”, Castle Combe è un piccolo paesino del Wiltshire popolato da poco meno di 350 residenti. Il paesino è forse il centro urbano che per eccellenza rappresenta il fascino e l’eleganza dell’Inghilterra post-rinascimentale, con strade pedonali e case a graticcio, il tutto immerso in una peculiare atmosfera imperdibile.

 

Dove si trova Castle Combe

Cosa vedere a Castle Comb, veduta
© Flickr – Ph. Neil Howard

Il paese è situato verso sud-est delle Cotswolds, la nota catena collinare dell’Inghilterra centrale, a una ventina di km da Bath e a 35 km a sud-ovest da Bristol, dove ha sede anche il più vicino aeroporto, una decina di km più lontano.

Il villaggio di Castle Combo è una escursione perfetta da entrambe le città inglesi, in cui unire anche la cittadina di Chippenham, nota per i suoi eventi tra cui l’appuntamento annuale con il Folk Festival di maggio o l’arrivo di Babbo Natale verso la fine di novembre.

Castle Combe, il più bel villaggio inglese

Cenni storici

Cosa vedere a Castle Combe, la storia

Castle Combe sorge in quello che viene indicato come uno degli insediamenti più antichi inglesi. I numerosi studi hanno confermato che con molta probabilità Castle Combe fu primo agglomerato urbano è stato realizzato dai britanni, originariamente esclusivamente formato da un maniero difensivo.

Il territorio posto sopra il Castello di Combe ancora prima era occupato da una villa romana, dal V secolo disabitata, dopo che i romani vennero sconfitti dai normanni.
Furono quest’ultimi ad ampliarlo e renderlo una fortezza inespugnabile. Nel XV secolo le sorti del castello vennero definitivamente compromesse, il disuso e l’abbandono lo resero già all’epoca poco più che qualche rudere, forse gli stessi oggi visibili.

Il Medioevo fu un periodo prospero per Castle Combo, quello in cui la città venne costruita come oggi possiamo ammirarla. Fu l’industria tessile a far crescere l’economia grazie all’allevamento di pecore e per la vicinanza con il fiume Bybrook, dal quale potevano sia rifornirsi di ulteriore lana che commercializzare la produzione. Il tessuto qua prodotto venne quindi commercializzato sia a Londra che all’estero e, grazie a un permesso rilasciato da Enrico VI nel 1440, venduto nel mercato locale. La lana divenne la materia principale commercializzata con oltre 3/4 della popolazione impegnata nella sua lavorazione. Nel XVI secolo il flusso del Bybrook subì una sostanziale riduzione e con essa i commerci videro una profonda battuta d’arresto. Iniziò quindi un periodo di decadenza, le industrie tessili furono costrette a spostarsi e gli abitanti a trasferirsi.

Oggi il villaggio è praticamente lo stesso di quello lasciato all’epoca, un’importante ricordo che è diventato un punto di riferimento turistico. Non ancora troppo conosciuto dal turismo italiano, Castle Combe è una perla che merita assolutamente una visita.
Pronti a scoprire cosa vedere a Castle Combe?

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Canterbury, la città medievale del Kent

Cosa vedere a Castle Combe

Cosa vedere a Castle Combe, abitazione
Oggi Castle Combe è un piccolo villaggio tradizionale e quasi perfettamente conservato, dove il tempo sembra essersi fermato. Qui non troverete nessuna stazione ferroviaria, nessuna industria o centro commerciale. All’interno del territorio le uniche realtà sono una chiesa, una tearoom, un pub, un paio di hotel e una stazione di ricarica di autovetture elettriche di proprietà della Tesla, oltre a una sola fermata del bus.

Castle Combe è la perfetta rappresentazione del tipico villaggio di periferia inglese, alcuni cottage in pietra che contornano la via principale in leggera pendenza. Nel cuore di Castle Combe sorge il Manor House Hotel, un’estesa struttura alberghiera con un parco di oltre 350 acri, dentro cui sorge un campo di golf completo, una tea house e numerose stanze eleganti in cui alloggiare.

L’arteria stradale principale, Market Cross, risale al 1590 e, percorrendola, è possibile raggiungere un’allevamento di cavalli, dentro cui si tengono lezioni di equitazione.

Da non perdere è anche la piccola (ma graziosa) Chiesa di Sant’Andrea, caratterizzata da un’alta torre con orologio, costruito artigianalmente da un fabbro di Castle Combe nel 1380 circa. Nell’immediata vicinanza di Castle Combe sorge il noto Castle Combe Circuit, sede di numerosi eventi automobilistici, tra cui corse e competizioni agonistiche, tenute durante l’intero arco dell’anno.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Lo straordinario fascino di Kirkcudbright

Come raggiungere Castle Combe

Cosa vedere a Casle Combe, panoramaPer raggiungere Castle Combe dall’Italia è necessario prendere un volo diretto a Bristol, maggiore città inglese situata nei pressi di Castle Combe. L’aeroporto internazionale di Bristol è collocato nell’area meridionale della città, a 45 km da Castle Combe. L’assenza di ferrovie consentirà poi di raggiungere il villaggio in taxi, in bus (poche le corse, sconsigliato) oppure noleggiando un’automobile.

Usciti dall’aeroporto è necessario dirigersi in direzione nord, percorrendo la Bridgwater Road, che porterà alla Bedminster Road, la quale percorre per intero la periferia est e nord di Bristol. In città, all’altezza di circa Baptist Mills, si cambierà imboccando la M32 che si seguirà fino all’interscambio con la M4, percorrendola verso est.

Raggiunta la località di Dodington Ash uscite dall’autostrada e percorrete la Acton Turville Road, seguendola fino all’omonimo comune, circa un paio di miglia. Arrivati al piccolo comune si prosegue verso sud, imboccando la B4039, che si segue fino allo svincolo tra Castle Combe e Upper Castle Combe.

 

Ultimo aggiornamento: 05.11.2021


Condividi su: