Castiglione della Pescaia, Toscana | Cosa vedere a Castiglione della Pescaia

Cosa vedere a Castiglione della Pescaia, l'interessante comune della Maremma, in provincia di Grosseto, caratterizzato dal suo centro storico medievale e tra i migliori in Italia nel suo genere. La località, abitata da circa 7500 persone, vanta oltre all'eccezionale centro storico medievale, tra i meglio conservati della Maremma, una ricca storia con origini datate al periodo romano. Ecco cosa vedere a Castiglione della Pescaia, Toscana.2 min


0
Cosa vedere a Castiglione della Pescaia, Toscana
Condividi su:

Cosa vedere a Castiglione della Pescaia, Toscana

→ Maremma | Cosa vedere nella Maremma, Toscana

icona-articoloCastiglione della Pescaia è con tutta probabilità uno dei più famosi centri abitati della Maremma, nella provincia di Grosseto, Toscana. Castiglione della Pescaia è internazionalmente per le sue belle spiagge e per la sua caratteristica atmosfera, che incanta turisti provenienti da tutto il mondo.

La località, popolata da circa 7500 residenti, vanta un’eccezionale centro storico medievale, tra i meglio conservati della Maremma. A contornare la città vi sono invece le pinete e le colline, che caratterizzano la Maremma e la rendono unica nel suo genere, oltre che incantevole. 
Ecco cosa vedere a Castiglione della Pescaia, l’esclusiva località della Maremma

Cenni storici

Il primo centro abitato legato all’attuale Castiglione ha origini datate all’età etrusca. Negli ultimi secoli a.C., prima dell’arrivo dei Romani, il villaggio era popolato da un piccola comunità di pescatori. Parte del suo contorno si caratterizzava per la presenza del Lacus Prelius, Lago Prile, piccolo bacino idrico naturale prosciugatosi nel corsi dei secoli.

Con l’arrivo dei romani nel IV secolo a.C. la località si estese molto e venne dotata di alcuni degli impianti ingegneristici più all’avanguardia di quell’epoca. Castiglione venne infatti attrezzata di strade lastricate, acquedotti e viadotti, permettendo anche di ricevere un notevole incremento demografico.

Con la caduta dell’Impero Romano nacquero numerosi scontri per la conquista del territorio e Castiglione subì un calo di abitanti consistente. Nel X secolo la città entrò a far parte del territorio di Pisa, rimanendoci fino al XII secolo.
Nel 1400 Castiglione di Pescaia passò sotto la protezione dei Medici, Firenze, che eseguirono una serie di opere di qualifica cittadina per aumentarne la popolazione.

Lavori simili vennero poi eseguiti nella prima metà del XIX secolo, più consistenti e senz’altro più risolutivi. Nel XX secolo, infine, la città ebbe un notevole sviluppo in ambito turistico, divenendo a oggi una delle più ambite località balneari della Toscana.

Link-uscita icona Scopri Orbetello, il gioiello della Maremma

Spiagge di Castiglione della Pescaia

Spiagge di Castiglione della PescaiaLa principale attrazione di Castiglione della Pescaia sono le sue spiagge, sabbiose e bagnate da un fantastico mare dal blu intenso. Vi sono due principali litorali adatti alla balneazione, rispettivamente noti come Spiaggia di Ponente, che corre fino a Punta Ala, mentre la seconda è la Spiaggia di Levante, che si sviluppa verso sud dalla città di Castiglione della Pescaia.

La spiaggia di Ponente è la più trafficata di Castiglione della Pescaia, caratterizzata da numerosi hotel e stabilimenti vari, molti dotati di bar e ristorante. La seconda, quella di Levante, presenta invece caratteristiche molto simili, ma è mediamente meno affollata, quindi ideale per trascorrere un pomeriggio dedicato al più completo relax.

Cosa vedere a Castiglione della Pescaia

Tra le cose da vedere a Castiglione della Pescaia citiamo la sua rocca, costruita nel XV secolo, simbolo per eccellenza della località. Menzioniamo anche la Chiesa di San Giovanni Battista, il cui edificio era originariamente adibito a magazzino militare. Merita nella Chiesa di San Giovanni Battista il suo campanile. 

Laddove in passato vi era il Lago Prile oggi vi si trova la riserva naturale della Diaccia Botrona, descritta come una delle aree umide più importanti – nel suo genere –  in Italia. Con il lago prosciugato si creò una vasta palude, sanata negli scorsi secoli, laddove sorge la Casa Rossa Ximenes.

Da non perdere poi, ovviamente, il suo centro storico, ricco di stradine intricate e colorate, che immergono il visitatore in un’atmosfera quasi unica nel suo genere. 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0