Condividi su:

Il Castello Reale di Racconigi

Leggi tutti gli articoli della provincia di Cuneo

Icona articolo onemagQuasi a metà strada tra Cuneo e Torino si trova la magnifica cittadina di Racconigi, perlopiù famosa nel mondo per ospitare il suo importante Castello Reale, uno dei più sfarzosi e lussuosi edifici dell'epoca rinascimentale in Piemonte.

Il Castello Reale di Racconigi testimonia quell'esclusività che solo l'alta nobiltà poteva ostentare e godere nei secoli passati, oggi tramutata in importante attrazione turistica. La bellezza davvero unica, quasi iconica, della facciata, sommata alla cura del giardino circostante, ha reso il Castello Reale una delle più importanti mete turistiche della provincia di Cuneo.

 

Visitiamo il Castello Reale di Racconigi

Salone d'Ercole

Il Castello Reale di Racconigi, il Salone d’Ercole
Salone d’Ercole Castello Reale di Racconigi

Accedendo al palazzo s'incontra il Salone d'Ercole. Siamo nella grande sala d'ingresso, quella che accoglie gli ospiti con le colonne ioniche del loggiato che valorizzano ulteriormente l'atmosfera già scenografica.

Il Salone d'Ercole è accessibile dal cortile e, in passato, serviva proprio per accogliere i visitatori e più raramente come sala da ballo per ricevimenti particolarmente sfarzosi. Oggi la grande sala pare essere quasi vuota ma non sarà difficile immaginarsi l'orchestra che suonava per dame e cavalieri ospiti della struttura.

Il nome della sala viene facilmente spiegato dalla presenza di sei nicchie, ognuna delle quali rappresentanti le Fatiche di Ercole. Passatele in rassegna tutte per scoprire le virtù eroiche e le imprese militari, ognuna valorizzante anche il prestigio dei Savoia durante il periodo rinascimentale. Alzando lo sguardo verso l'alto si può invece scorgere la bellezza del soffitto completamente affrescato a trompe l’oeil. Non perdete infine le pareti che conservano 11 vasi di fattura cinese in rame laccato, realizzati nei primi dell'Ottocento.

 

 

Cosa vedere nel borgo di Usseaux in Piemonte
Usseaux, in provincia di Torino, nel cuore delle valli olimpiche, poco distante dai parchi naturali di Val Troncea. Usseaux si...

Gli Appartamenti Cinesi

Castello Reale di Racconigi, gli Appartamenti Cinesi
Gli Appartamenti Cinesi Castello reale di Racconigi

A tema orientale sono anche gli Appartamenti Cinesi, spalleggiati dall'anticamera, con le preziose consolle in perfetto stile veneziano.

Sulle pareti sono invece appesi i ritratti del duca Vittorio Amedeo I e della moglie, Maria Cristina di Borbone. Fu Ludovico Vittorio di Savoia a ordinare l'abbellimento di questi appartamenti, esprimendo il proprio apprezzamento sullo stile rococò. Furono incaricati numerosi artisti per dare all'ambiente quello stile romantico ma anche esotico. Numerosi gli elementi di richiamo asiatico ripresi seguendo lo stile che era tanto apprezzato durante il XIX secolo.

Le pareti sono tappezzate in carta di riso, raffiguranti scene tipiche della vita cinese e dettagliatamente dipinte ad acquarello, il tutto in linea con con gli arredi, i mobili e le porcellane.

 

Cosa vedere a Cuneo
Cuneo, il capoluogo più occidentale del Piemonte, posizionata su un altopiano formato tra il torrente Gesso e il fiume Stura. Tra le...

La Sala del Biliardo e la Galleria di Eolo

Castello Reale di Racconigi, la facciata esterna del Castello
La facciata esterna del Castello Reale di Racconigi

La Sala del Biliardo, negli appartamenti di rappresentanza, è un altro importante ambiente che merita visitare.

In origine pensata come sala da trucco, divenne presto sala da gioco su volere di Carlo Alberto. Il biliardo fu infatti uno dei giochi preferiti (e tra quelli più in voga) di quelli praticati dagli uomini di corte, motivo per cui il re scelse di dedicarvici un'intera sala.

Le dame, invece, s'intrattenevano nella vicina stanza de la Galleria di Eolo, in cui comunemente si giocava a scacchi o a dama. La Galleria di Eolo è egregiamente affrescata, sul soffitto, con scene omeriche, il cui protagonista assoluto è Ulisse.

Altro importante ambiente da visitare è la Galleria dei Ritratti, dove sono esposti diversi dipinti raffiguranti alcuni dei più importanti componenti del casato dei Savoia. Qua si affacciano gli Appartamenti dei Principini, mentre sulle pareti della Galleria del Cardinale si trovano altri ritratti di personaggi della Casa Savoia, tra cui Filiberto II e la moglie Margherita d'Austria, tra gli altri.

La Sala della Musica, come intuibile, è l'ambiente interamente dedicato all'arte musicale, dove è custodito il prezioso pianoforte Bechstein. È anche l'anticamera della camera da letto della regina, posta nell'appartamento della Regina del primo piano, dove si trova ancora lo storico letto in ferro battuto realizzato dal noto fabbro Cambiaggio. Qua si trova anche la specchiera e la culla utilizzata per Umberto I.

 

Informazioni utili:

Orari Castello

da giovedì a domenica
dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso 18.00)

da lunedì a mercoledì
chiuso

 

Continua a scoprire la provincia di Cuneo:


 

Advertisement
Condividi su: