Facciata esterna del Castello di Rosenborg a Copenaghen

Castello di Rosenborg di Copenaghen e i gioielli della Corona danese


Condividi su:

Castello di Rosenborg di Copenaghen

Leggi tutti gli articoli della Danimarca
Mappa del Castello di Rosenborg a Copenaghen
Mappa del Castello di Rosenborg a Copenaghen

Icona articolo onemagNel centro storico di Copenaghen, lungo la sponda destra della strada che giunge al ⇒ Canale di Nyhavn, si trova uno dei capolavori architettonici di maggior rilievo nella capitale danese. Parliamo del pittoresco Castello di RosenborgRosenborg Slot in lingua danese. Costruito per volere di Christian IV, tra i sovrani più noti nella storia della Danimarca, nel 1606. Da oltre tre secoli, quest’opera di maestosa bellezza è un punto di riferimento per la città di Copenaghen, simbolo della prosperità danese, testimoniata dalla pregevole architettura del palazzo.

Originariamente, il re Christian IV ordinò la costruzione del maniero affinché venisse adibito a residenza estiva per la famiglia reale. Qualcosa, però, cambiò con il completamento dell’opera: il sovrano ne rimase a tal punto ammagliato che non solo lo utilizzò come residenza, ma anche come sede di molti eventi reali. D’altronde, lo splendido esempio di stile rinascimentale fiammingo che rappresenta il Castello di Rosenborg difficilmente non colpisce i suoi visitatori.

Verosimilmente a molti altri manieri di Copenaghen, anche il Castello di Rosenborg è stato soggetto a numerose ampliamenti e modifiche, assumendo il suo aspetto attuale verso la fine del 1624. Il maniero fu utilizzato come effettiva residenza reale fino al 1710. Il periodo seguente è ricordato per aver visto Federico IV di Danimarca sul trono del regno. Con il nuovo sovrano, verso il 1730, il Castello di Rosenborg fu gradualmente abbandonato, venendo utilizzato dai sovrani come sola residenza reale di emergenza, come quella dell’incendio del Palazzo di Christiansborg nel 1794 e dell’attacco Britannico a Copenaghen nel 1801.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Municipio di Copenaghen, l’interessante sede comunale della capitale danese

Castello di Rosenborg di Copenaghen, panorama aereo

Attualmente l’imponente Castello di Rosenborg è sede del Museo della Collezione Reale Danese: il Danske Kongers Kronologiske Samling. In questa esposizione sono raccolti molti dei principali cimeli e reliquie appartenenti all’antico regno danese, oltre che i gioielli della corona, anche le immense sale reali e i giardini. Il maniero conta oltre trenta sale disposte su quattro distinti livelli. Tra questi livelli merita certamente una menzione la cosiddetta Stanza d’Inverno, che si trova al pianterreno. Proseguendo al secondo piano si trova invece la sala dei cavalieri e, infine, la Stanza della Rosa al primo piano.

Recandosi nei sotterranei, invece, si può visitare il Tesoro della Corona.
Il Tesoro nel sotterraneo del castello fu aperto al pubblico nel 1975 ed è custodito in un grande ambiente suddiviso in tre principali sezioni. Merita uno sguardo attento la spada di Cristiano III, tra le principali nella storia del paese utilizzate per le incoronazioni, fino al 1648.

Altrettanto rilevante è la corona di Cristiano IV, realizzata per l’incoronazione del sovrano nel 1596. Spostandosi nella terza, e ultima, sezione, si può ammirare una ricca collezione di gioielli in oro, corone di varie regine Danesi e regalie ricevute dai diversi monarchi tra cui la famosa Corona dei Re Assolutisti. Se il tempo a disposizione lo permette, visitate anche il Giardino Barocco, caratterizzato da un intricato sistema di sentieri e da un labirinto floreale, oltre che dal Padiglione di Ercole, tra le principali attrazioni del castello.

 

Scopri Copenaghen


Condividi su: