Panorama sul Castello di Peles, Romania

Castello di Peles, guida turistica di uno dei più bei castelli della Romania


Condividi su:

Castello di Peles, l’affascinante maniero nella regione di Muntenia, in Romania

Leggi tutti gli articoli della Romania
Mappa del Castello di Peles, in Romania
Mappa del Castello di Peles, in Romania

Icona articolo onemagIncastonato ai piedi dei Monti Bucegi, tra la Transilvania e la Valacchia, troviamo la piccola cittadina di Sinaia, nota soprattutto per ospitare per il celebre Castello di Peles. Un’eccellente esempio di architettura neorinascimentale tedesca, un capolavoro di stupenda bellezza poco distante da altri luoghi importanti nel proprio genere, come il vicino Castello Pelisor, ma anche il Castello di Dracula e la Fortezza di Rasnov.

Le origini di questo edificio risalgono al 1875, quando re Carlo I ne commissionò la costruzione. I lavori si protrarranno fino al 1883, dando vita così a quello che viene considerato tra i più belli castelli d’Europa, nonché il primo tra gli europei ad essere interamente illuminato dalla corrente elettrica. Fino al 1947 lo splendido maniero serviva come residenza estiva della famiglia reale. Oltre 160 stanze compongono il maniero di cui solo 10 sono oggi accessibili al pubblico.

Delle vere e proprie opere d’arte dell’architettura, l’ingresso è ben decorato con sculture in noce e bassorilievi. Accedendo all’interno si può ammirare il soffitto di vetro con impressionanti lampadari in vetro di Murano e pregevoli affreschi, ricami in seta, rifiniture in oro e molto altro ancora. Nel complesso meritano particolare attenzione la Biblioteca Reale, con libri rari scritti a mano con lettere d’oro e rilegati in pelle, l’Armeria, la Camera fiorentina e la Sala della Musica. Inoltre, il pregevole complesso si distingue per sette terrazze ben decorate, sculture, fontane e vasi di marmo di Carrara.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Castelul de Lut, fate e magia nel cuore della Romania

Visitare il Castello di Peles

Posto in posizione parzialmente rialzata rispetto la sottostante cittadina, il Castello di Peles si riesce a riconoscere per il vasto prato verdeggiante che lo circonda. Da questa prospettiva, il maniero si mostra in gran parte della sua totale bellezza, in particolare sulle sue svettanti torri dettagliatamente elaborate che quasi sembrano uscire da un romanzo fantasy.

Una volta varcato l’accesso per visitare il Castello di Peles non è più consentito scattare immagini. Ciò che rende ben affascinante il contesto architettonico sono i soffitti di legno intagliato, con ampi saloni da ricevimento decorati in stile francese, moresco e fiorentino.

Ultimato nel 1914 il Castello di Peles fu ideato per essere la residenza estiva del Re Carlo I, il sovrano che regnò più a lungo in Romania. La sua struttura fu appositamente studiata per fornire all’edificio i servizi mai visti prima nei castelli europei. Il Castello di Peles fu, infatti, il primo ad avere un impianto di riscaldamento centralizzato, un impianto di corrente elettrica e addirittura un aspirapolvere.

Lo stile neorinascimentale ricco di decorazioni fa somigliare il maniero a un castello da fiaba, una struttura dalle forme ardite che fa pensare ai castelli della Svizzera o della Baviera.

Un grande punto di forza di questo edificio sono anche i suoi giardini. Alcuni di essi, adiacenti alla struttura, sono terrazzati e molto piacevoli, mentre altri, di più ampia dimensione, costituiscono il parco del castello. In uno di questi giardini sorge il Castello Pelisor, edificato come residenza privata del Re Ferdinando.

 


 

Condividi su: