Cascate dell’Islanda | Le cascate più belle dell’Islanda

Guida alle cascate più belle dell'Islanda, un itinerario attraverso la Ring Road, la strada principale dell'isola che attraversa in maniera circolare l'intero territorio. Partendo da Reykjavik, la capitale dell'Islanda, visiteremo 7 tra le cascate più belle dell'Islanda seguendo il percorso della Route 1, l'autostrada nota come Ring Road in Islanda. Tra le cascate visiteremo Gullfoss Falsss, Seljalandsfoss, Dettifoss e la Cascata di Kirkjufellsfoss, inserita nella Montagna Kirkjufell resa nota dalla serie tv Trono di Spade. Ecco le più belle cascate d'Islanda.4 min


0
Le cascate più belle dell'Islanda
Condividi su:

Cascate dell’Islanda

icona-articoloLe ricchezze naturali sono il patrimonio più prezioso di qualsiasi territorio e l’isola islandese è sicuramente privilegiata, considerando le bellezze che costellano la sua superficie.
L’Islanda è particolarmente apprezzata per le suggestive lagune e le cascate mozzafiato.
Del resto lo conosciamo come paese molto umido, ricco di nevicate e con una forte presenza di laghi e vari bacini d’acqua, condizioni perfette per le sue famose cascate, anche queste ben presente lungo il territorio.

La natura dell’Islanda

L’Islanda è un territorio che, una volta visitato, saprà lasciare un’impronta importante, un ricordo che va molto al di la della semplice visita di un luogo nuovo e sconosciuto.
Una vacanza in Islanda permette infatti di regalare emozioni e stupore, un panorama genetico che ricorderete con piacere.
La possiamo indubbiamente definire una terra fiabesca e selvaggia che offre
 esempi di natura unici e spettacolari.

Tra le sue bellezze naturali c’è la Blue Lagoon, la Laguna Blu, con le sue caratteristiche acque termali, molto conosciuta e molto frequentata.
Le sue acque silicee, di un azzurro cobalto intenso, circondate da vapore caldo e fanghi ne fanno un paradiso del relax.
Si trova nella località di Grindavick ed è una piscina termale artificiale costruita nel 1976 dopo la centrale geotermica di Svartsengile e riempita con le acque di scarico utilizzate per il funzionamento delle turbine.

Meno rinomata, ma del tutto naturale è la Laguna Jokulsàr nata dallo scioglimento del ghiacciaio Breiðamerkurjökull, tra il 1929 e il 1965.
Ha una profondità di 190 metri e sulla sua superficie galleggiano iceberg tutto l’anno.

Le cascate dell’Islanda, il percorso sulla Ring Road

Le cascate dell'Islanda, la Ring RoadLe cascate rappresentano un’altra rinomata attrazione islandese. Quelle più famose sono le cascate di Gullfoss generate dalle acque tumultuose del fiume Hvità con due salti di 11 e 21 metri di altezza.

Nelle giornate di sole è bellissimo ammirare gli arcobaleni che si formano con gli spruzzi d’acqua e creano dei giochi di luce affascinanti. Questo, insieme alla maestosità dei salti d’acqua, le danno il giusto titolo di regina di tutte le cascate islandesi.

Quello che vi proponiamo è un’itinerario lungo la Ring Road, la principale strada islandese, lunga 1300 km che percorre in modo circolare l’intera isola.
Per iniziare partiamo da Reykjavik, la capitale dell’Islanda.

OneMag-logo
Le cose uniche da fare in Islanda

Numero 1 (uno) OneMag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – Smaus

Gullfoss Falsss
Dopo essere partiti dalla capitale ⇒ Reykjavik percorriamo la Route 1, la Ring Road, per raggiungere le Gullfoss Falsss
, note anche come Golden Falls. Sono tra le cascate più amate e visitate dell’Islanda, complice anche i soli 125 km che la separano dalla capitale.
La cascata compie due salti prima di scomparire del tutto in un canyon piuttosto stretto.
La cascata appartiene al Golden Circle, composto dal Parco Nazionale Pingvellir e da due geyser, quelli di Geysir e Strokkur.
Le Gullfoss Falsss sono tra le più grandi cascate d’Europa e vengono alimentate dal fiume Hvítá.

Numero 2 (due) OneMag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – Michael_Luenen

Haifoss
97 km dalla cascata di Gullfoss Falsss
Per poter ammirare questa cascata occorre essere muniti di un fuoristrada, indispensabile per poterla raggiungere. E’ situata vicino a Þjórsárdalur e per arrivarsi vicino dovrete percorrere 8 km di strada dissestata.
Siamo sempre nella zona a sud dell’Islanda, poco distante dal vulcano Hekla, dove troviamo la seconda cascata più alta dell’isola.
Il luogo è piuttosto isolato e non escludete, anche durante i mesi di luglio e agosto, di trovare neve e temperature, logicamente, piuttosto fredde.

Numero 3 (tre) OneMag

Cascate dell'Islanda
© Pixabay – 12019

Seljalandsfoss
124 km dalla cascata Haifoss
Una delle cascate più conosciute dell’Islanda è la Seljalandsfoss, nota anche come cascata liquida, a sud dell’Islanda e poco distante dalle isole Westman. Il suo soprannome deriva dal fiume Seljalandsá, che genera la cascata, che a sua volta viene tradotto proprio in fiume liquido.
A differenza della Haifoss, qui è piuttosto frequente trovare numerosi turisti pronti a fotografarla. La cascata Seljalandsfoss è infatti tra i luoghi in assoluto più visitati dell’Islanda.
Se siete allenati potrete anche percorrere un sentiero che permette di arrivare alle spalle della cascata e ammirare il potente getto.

Numero 4 (quattro) OneMag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – Barthwo

Svartifoss
201 km dalla cascata Seljalandsfoss
Proseguiamo lungo la Ring Road per la quarta tappa del nostro viaggio alla scoperta delle cascate dell’Islanda per raggiungere la Svartifoss. E’ inserita nel Parco Nazionale Skaftafell e per raggiungerla dovrete percorrere un sentiero che in circa 45 minuti di passeggiata vi farà arrivare direttamente alla sua base.
La Svartifoss è nota anche come cascata nera, dal nome delle colonne di basalto esagonali su cui la cascata si getta.

Numero cinque (5) OneMag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – annca

Dettifoss
471 km dalla cascata Svartifoss
Il percorso attraverso le cascate raggiungibili dalla Ring Road prosegue con la Dettifoss, il tragitto più lungo da percorrere tra una cascata e la successiva.
Nata dallo scioglimento del ghiacciaio Vatnajökull, la cascata Dettifoss è la più grande dell’isola.
La portata media in estate è di 500 metri cubi al secondo, con il culmine di 1500 metri cubi al secondo in alcuni casi. La potenza con la quale scorre l’acqua solleva schizzi visibili sino a un chilometro di distanza e quando splende il sole, anch’essi danno vita ad arcobaleni incantevoli.

Numero 6 (sei) onemag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – 12019

Goðafoss
117 km dalla cascata Dettifoss
Una delle cascate più famose e spettacolari d’Islanda è la Goðafoss, che significa cascata degli dei.
La leggenda narra essere ritenuta sacra dagli antichi abitanti del luogo che in essa vedevano rappresentata la triade delle divinità mitologiche germaniche: Odino, Thor e Freyr.
La cascata è generata dalle acque del fiume Skjálfandafljót
che si lanciano per 12 metri di altezza su una larghezza di circa 30 metri.

Numero 7 (sette) onemag

Le cascate dell'Islanda
© Pixabay – razz822

Cascata di Kirkjufellsfoss
413 km dalla cascata Goðafoss
La montagna Kirkjufell, la montagna della chiesa, ha una forma del tutto particolare, che richiama vagamente il campanile di una chiesa, ragione del suo nome.
Qui troviamo la cascata di Kirkjufellsfoss, tra le cascate più modeste ma che si tuffa in un meraviglioso laghetto sottostante.
Meraviglioso d’estate, in inverno assume una tonalità marrone e bianca che lascia davvero senza fiato.
Con questa cascata termina il nostro itinerario lungo la Ring Road per scoprire le migliori cascate d’Islanda.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0