Cascate del Niagara, lo scenario suggestivo

Cascate del Niagara, lo scenario suggestivo della cascata più nota al mondo posta tra Stati Uniti e Canada. Le cascate del Niagara si trovano nell'area nord-orientale dell'America del Nord tra Stati Uniti e Canada e, per la loro vastità, sono i salti d'acqua più famosi del mondo. In molti la definiscono come prima attrazione turistica davvero importante del Canada. Ecco le cascate del Niagara.3 min


0
Cascate del Niagara
Condividi su:

Dove sono le cascate del Niagara

icona-articoloSi trovano nell’area nord-orientale dell’America del Nord tra Stati Uniti e Canada e, per la loro vastità, sono i salti d’acqua più famosi del mondo.
Sono le cascate del Niagara, non particolarmente alte ma impressionanti per il fronte d’acqua che crea uno scenario particolarmente suggestivo. In molti la definiscono come prima attrazione turistica davvero importante del Canada, visto che già dalla metà del 1800 sempre più turisti partivano alla scoperta di questo enorme flusso d’acqua.

E, nel tempo, la meta è diventata la protagonista di tante lune di miele.
Il fascino delle cascate del Niagara come meta d’amore deriva da una antica leggenda. Si racconta, infatti, che Girolamo, il fratello di Napoleone Bonaparte, porò proprio la sua novella sposa a visitare le cascate dopo il matrimonio. Da questo gesto, nasce proprio la tradizione di inserire le Niagara Falls durante la luna di miele.
Peccato solo che potrebbe non essere la migliore idea se valutata in base a questa piccola leggenda: Girolamo e consorte si separarono ben presto.

Niagara, la cittadina canadese delle cascate

Le cascate del Niagara

Il loro nome richiama immediatamente alla mente le cascate famosissime.
In realtà Niagara Falls è prima di tutto il nome di una cittadina canadese nell’Ontario, situata lungo le sponde del fiume Niagara, ed affacciata sulle cascate. Prima di fondarsi sul turismo, l’economia del luogo si basava sulla produzione di enegia elettrica a basso costo, ottenuta sfruttando la corrente del fiume e molte industrie si svilupparono  intorno a questa risorsa.

Qui abitano poco meno di 80.000 residenti stabili che accolgono i milioni di turisti che ogni anno la scelgono come meta, anche se spesso solo di passaggio. Per loro sono state costruite struttive ricettive tali da creare quella che poi sarebbe stata chiamata nuova Las Vegas: alberghi, ristoranti, casinò che compaiono accanto all’incredibile spettacolo della natura.

OneMag-logo
I grandi laghi del Nord America

Niagara Falls, le cascate

Le cascate del Niagara

Sono le cascate, naturalmente, a richiamare il flusso turistico.
Le cascate sono, per la precisione, 3:

  • Horseshoe Falls (la cascata Ferro di cavallo, dette anche Canadian Falls)
  • American Falls (la cascata che si trova sulla sponda americana)
  • Bridal Veil Falls (la cascata denominata velo da sposa)

Queste tre cascate si uniscono generando una caduta che supera i 50 metri e che, oltre ad essere tra le attrazioni canadesi più fotografate, forniscono una importante fonte di energia idroelettrica. Il getto d’acqua è controllato e limitato, tranne in alcuni periodi estivi quando si raggiungono ben 6 milioni di metri cubi di acqua.
Il getto viene controllato al fine di prevenire il fenomeno dell’erosione, in lenta ma costante crescita. Gli esperti assicurano che fra qualche migliaia di anni (circa 50.000…) le cascate saranno un ricordo.

OneMag-logo
Le cascate fluviali del Paraguay

Le origini delle cascate del Niagara

Le origini delle Cascate del Niagara

L’origine delle cascate del Niagara viene fatta risalire all’epoca della glaciazione del Wisconsin.
Erano in origine vicino Lewiston e Queenstown, ma l’azione erosiva dell’acqua ha spostato la loro posizione. Studi moderni puntano a trovare un modo per rallentare gli effetti dell’erosione, per evitare che si verifichi il prevedibile arretramento delle cascate  che finirebbero per scomparire assorbite nel bacino del Lago Erie.

OneMag-logo
I parchi nazionali del Canada, tesoro inestimabile della natura

Dove osservare le cascate del Niagara

I punti di osservazione delle Cascate del Niagara

Il punto di osservazione principale è ben delineato e ospita contemporaneamente anche migliaia di persone. L’intero percorso pedonale può essere effettuato in circa mezzora, dandovi modo di vedere da lontano e sempre da più vicino il grande getto d’acqua.
Esistono però dei modi alternativi per osservarle.

Uno tra i modi più popolari è quello di recarsi dietro la cascata, accessibile dal Niagara Parks, con relativo acquisto di biglietto. Compreso nel prezzo un piccolo poncho da pioggia, necessario per non bagnarsi troppo, ed un percorso con tunnel secolari che si trovano proprio dietro le cascate. E’ una delle esperienze più interessanti per vedere da una prospettiva meno comune le cascate.
Chi preferisce le grandi altezze  può scegliere lo Spanish Aerocar, un tram aereo che permette di sorvolare la zona, oppure una soluzione tra le più popolari, ovvero la crociera. Sono due gli operatori che gestiscono questi traghetti, sulla sponda canadese è la Hornblower Niagara Cruises mentre su quella statunitense è la Maid of the Mist. Con un piccolo tour di 20 minuti sarete catapultati proprio a due passi dall’enorme getto d’acqua. Divertimento (e bagno) assicurati.
Giochi di luce, imprese e tuffi estremi sono alcuni degli aspetti più pittoreschi legati alle cascate del Niagara che ne arricchiscono il fascino e la notorietà. La destinazione diventa, così, uno dei luoghi da visitare almeno una volta nella vita.
Lo spettacolo offerto dalle cascate del Niagara è sempre molto suggestivo ed affascinante e di sera diventa davvero mozzafiato perché, al calare del sole, si accendono numerose luci che fanno brillare la superficie dell’acqua.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0