Caramanico Terme, veduta sui bagni termali del borgo abruzzese

Caramanico Terme, il borgo termale del Majella | Cosa vedere a Caramanico Terme (Pescara)


Condividi su:

Cosa vedere a Caramanico Terme

Leggi tutti gli articoli della provincia di Pescara
Mappa di Caramanico Terme, Pescara
Mappa di Caramanico Terme, Pescara

icona-articoloIncastonato nel pittoresco entroterra abruzzese, Caramanico Terme è un famoso borgo che custodisce tutta quella autentica bellezza tipica dell’Italia interna, fatta di tradizioni e arte. Quello di Caramanico Terme è un luogo in grado di ammagliare i propri visitatori per i dettagli che lo caratterizzano, i profumi, i colori e i dolci suoni della natura incontaminata avvolge il centro abitativo.

E non certo una natura “come tante altre”, bensì il paesaggio idilliaco dettato dal Parco Nazionale del Majella, ben noto per natura, sapori, tradizioni e storia che regalano un tutt’uno davvero emozionante. Questo borgo della provincia di Pescara dev’essere vissuto con calma, con una rilassante passeggiata nel suo centro storico, in grado di dar idea di quali siano i sapori di questa terra e i colori del periodo medievale. Ecco cosa vedere a Caramanico Terme, in provincia di Pescara.

Cosa vedere a Caramanico Terme | Natura, arte e terme

Veduta aerea del comune di Caramanico Terme nella zona montuosa della Majella
Veduta aerea del comune di Caramanico Terme nella zona montuosa della Majella

Una volta raggiunto il grazioso centro di Caramanico si può facilmente raggiungere con una passeggiata la Valle dell’Orfento, in cui vengono offerti una ricca serie di sentieri, più o meno impegnativi, che conducono in veri paesaggi paradisiaci, dettati da verdi foreste e azzurre acque cristalline. Questi sentieri escursionistici compongo scenari davvero incantevoli, caratterizzati da una vegetazione rigogliosa che offre forti emozioni. Altrettanta natura è offerta dai sentieri tematici “dello Spirito”, che conducono i visitatori negli eremi celestiniani che costellano tutto il territorio del Parco Nazionale della Majella.

Recandoci, per esempio, nella frazione di Decontra di Caramanico è possibile raggiungere l’eremo di San Giovanni, una suggestiva insenatura ricavata nella roccia dove Pietro da Morrone, ben più noto come Papa Celestino V, trovò riparo in cui meditare a stretto contatto con l’incontaminata natura di montagna.

Raggiungere questo eremo rappresenta già di per sé un’esperienza davvero emozionante e suggestiva, regalando in particolare un panorama incredibilmente pittoresco nel punto d’accesso. Nella stessa frazione di Decontra, scegliendo di allungare un poco il tragitto, si può giungere in un altro importante eremo celestiniano, completamente incastonato in una balconata rocciosa naturale: San Bartolomeo in Legio. Spazio anche agli amanti dell’alta quota: Caramanico è un’eccellente punto di partenza per raggiungere la vetta della Majella e le sue spettacolari cime.

I tanti sentieri qua presenti possono condurre al Monte Rapina, alto 2027 metri, come anche il Pesco Falcone, che arriva a 2647 metri e, infine, al Monte Amaro, con i suoi 2793 metri d’altezza. Ma non solo, le escursioni a piedi si possono altrettanto vivere in mountain bike o, per un’esperienza ancor più suggestiva, a cavallo, grazie alla ricca rete di ippovie fruibili grazie alle attività organizzate dal Parco Equituristico Majella Morrone e dallo storico Maneggio Di Monte.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Fara San Martino (Chieti) e le Gole di San Martino

Il centro storico

Caramanico Terme in un pomeriggio d'estate
Caramanico Terme in un pomeriggio d’estate

Scegliendo di visitare il centro di Caramanico si avrà l’eccellente opportunità di scoprire le tipiche caratteristiche di borgo medievale, distendendosi da nord a sud con una fitta rete labirintica di vialetti e piazzette che immergono il visitatore in un luogo dove il tempo pare essersi fermato. È sufficiente fare una passeggiata lungo le “ruelle” del paese, tra le antiche case-mura e i palazzi rinascimentali che adornano il centro storico per essere avvolti da quell’atmosfera soave rara da ritrovare altrove.

E passo dopo passo si viene ancor più catturati dai sapori e i profumi che caratterizzano tutte le graziose abitazioni del centro storico, abbracciando il visitatore in un’ambiente dal fascino informale e tradizionalista. E come ogni borgo medievale che si rispetti, anche Caramanico ha molto da offrire ai propri visitatori in termini di monumenti storici.

Da visitare assolutamente è l’Abbazia di Santa Maria Maggiore, risalente all’anno mille circa, e la Chiesa di San Nicola, costruita invece nel corso del Trecento. Tuttavia, a detta di molti, il luogo dove è più caratterizzante l’atmosfera spirituale è la Chiesa di San Tommaso, che sorge nell’omonima frazione, dove è stata costruita nel XIII secolo e considerata una delle più importanti espressioni artistiche del Majella.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona I parchi naturali più belli del Centro Italia

Le terme

Piscina coperta di acque termali a Caramanico Terme, in Abruzzo
Piscina coperta di acque termali a Caramanico Terme, in Abruzzo

Ovviamente, come suggerito dal suo nome – Caramanico Terme – non solo offre una vasta offerta di sentieri escursionistici e monumenti storici, ma anche uno dei più importanti centri termali abruzzesi. Infatti, l’area di Caramanico si caratterizza per le tante preziose sorgenti solfuree ed oligominerali, in assoluto l’icona della località, che sommate all’eccellente contesto naturalistico rendono il borgo uno dei più interessanti della regione.

Quindi escursioni, arte e benessere in un unico posto: quale combinazione migliore esiste? Si pensi che quelle di Caraminico sono sorgenti termali note sin dal 1576 e hanno reso questo borgo una delle mete più apprezzate per la cura del corpo, un mix di attività ideali per rigenerare il corpo e distendere la mente.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Rivisondoli, il borgo fortificato in Abruzzo | Cosa vedere a Rivisondoli

Parco Avventura Majagreen

Valle dell'Orfento vicino a Caramanico Terme in Abruzzo
Valle dell’Orfento vicino a Caramanico Terme in Abruzzo

Prima di lasciare la località, soprattutto se in compagnia dei propri figli, una tappa fondamentale da vivere a Caramanico Terme è quella presso il Parco Avventura Majagreen, immerso nell’area verde de Il Pisciarello, il luogo perfetto in cui vivere emozionanti esperienze avventurose.

Si può vivere, per esempio, il brivido di essere lanciati da un albero a un altro sospesi su una corda, affrontando anche ponti tibetani, arrampicate mozzafiato e passaggi acrobatici, tutto in un unico parco divertimenti. Tanto spazio anche ai più piccoli, che troveranno divertimento e ispirazioni in tanti percorsi ideati appositamente per loro. Imperdibile la nuova attrazione Tubby che simula le emozioni di una scivolata sulla neve.

 


 

Condividi su: