Condividi su:

Cosa vedere a Capodimonte | L’antico borgo del Lago di Bolsena

Leggi tutti gli articoli del Lazio

Icona articoloSulla sponda meridionale del Lago di Bolsena, in provincia di Viterbo, sorge il caratteristico borgo medievale di Capodimonte, una delle più incredibili destinazioni turistiche della Tuscia. L’esistenza di importanti ritrovamenti archeologici (dal Neolitico all’epoca romana) testimonia la ricca eredità culturale lasciateci dalle civiltà che si insediarono in questa splendida zona lacustre.

Capodimonte è una destinazione pressoché perfetta per un weekend o una gita fuori porta nella zona del Lago di Bolsena. Non c’è dubbio che il periodo migliore per visitare Capodimonte sia l’estate: tuttavia, per chi è alla ricerca di totale relax e serenità completa la stagione da prediligere è quella primaverile. Questo è qualcosa che devi assolutamente vedere a Capodimonte.

Cenni storici

Mappa di CapodimonteQuesto incantevole borgo dell’Alto Lazio è un piccolo comune del territorio della Tuscia, incastonato lungo le rive del Lago di Bolsena. Capodimonte è da decenni una meta turistica molto apprezzata per il suo piacevolissimo fascino senza tempo. Il centro abitato è situato su un promontorio affacciato sul Lago di Bolsena, da cui si gode di una vista spettacolare.

Purtroppo le testimonianze delle sue origini etrusche sono andate perdute, ma quelle del periodo medievale sono ancora vive e incredibilmente affascinanti, soprattutto quelle legate al periodo bizantino. Capodimonte conobbe il momento più florido durante il dominio Farnese. Fu proprio in quegli anni che il borgo cambiò completamente e divenne il gioiello del Bolsena così per come lo conosciamo oggi. Sono innumerevoli le testimonianze, architettoniche e artistiche, che ci riportano a quell’epoca, tanto che passo dopo passo sembra di avventurarsi in luogo dove il tempo si è fermato da secoli.

OneMag-logo
Link-uscita icona Orvinio | Cosa vedere a Orvinio, il borgo medievale di Rieti

Cosa vedere a Capodimonte

Cosa vedere a CapodimonteUno dei luoghi più interessanti del paese è senza dubbio la splendida Rocca Farnese, una delle più antiche strutture ancora oggi conservate in città, datata intorno all’XI secolo. All’inizio la fortezza si presentava con una semplice pianta quadrata, ma nel XVI secolo fu trasformata in un palazzo nobiliare dalla pianta ottagonale. Proprio in questo elegante maniero soggiornarono molti dei più rilevanti personaggi storici, tra cui Lucrezia Borgia e un gran numero di papi. Questa fortezza è quindi il cuore pulsante dell’antico borgo di Capodimonte, il che non sorprende, da dove si sono aperti decine di piccoli vicoli panoramici. Poco distante troviamo la Collegiata di Santa Maria Assunta, che custodisce numerose opere di pregio, tra cui stucchi e dipinti ad olio.

I palazzi di Capodimonte

Tra gli edifici più belli del paese vi menzioniamo anche il Palazzo Borghese e il suggestivo Palazzo Poniatowski, ambedue risalenti al XVIII secolo. Quest’ultimo, noto anche come “Palazzaccio“, fu costruito per volere dell’erede al trono polacco, il principe Stanislao Poniatowski. Secondo la tradizione popolare, il principe volle acquistare Rocca Farnese per le trascorrervici le sue vacanze. Tuttavia, le trattative non furono mai portate a termine, suggerendo al principe di far erigere un enorme palazzo tutto per sé, la cui struttura bloccò la vista panoramica della fortezza stessa.

La spiaggia di Capodimonte

Dopo aver passeggiato per i vicoli del centro storico di Capodimonte, questo viaggio continua alla scoperta delle sue bellezze naturali. Una delle principali attrattive del paese è la sua magnifica spiaggia, che si estende per ben 6 chilometri lungo il tratto costiero del Lago di Bolsena. La spiaggia è senza dubbio il luogo perfetto per tutti coloro che vogliono rilassarsi nell’acqua blu in estate. Alle sue spalle c’è un tipico giardino all’italiana con enormi platani che crescono, portando un po d’ombra ai bagnanti. Infine, tra le cose da vedere a Capodimonte citiamo il Museo della Navigazione, un vero e proprio must per tutti gli appassionati della fauna e flora locale.

Ma non è solo la bellissima spiaggia ad attirare i turisti: Capodimonte è nota anche per le sue tradizioni secolari, che culminano nel periodo estivo. Nella sera del 15 agosto viene ampiamente festeggiato il santo patrono San Rocco. Il corteo notturno parte dalla chiesa di Santa Maria Assunta per sostare in riva al lago, da cui si potrà assistere a un’eccezionale spettacolo pirotecnico. Altro appuntamento da non perdere è la Sagra del Coregone, che è una delle specialità del lago ed è alla base di tanti piatti tipici locali.

OneMag-logo
Link-uscita icona Sermoneta, il borgo laziale dalla possente cinta muraria

I dintorni di Capodimonte

Lago di BolsenaCi sono molte altre attrazioni negli immediati dintorni di Capodimonte. Tra questi luoghi, senza dubbio il più imperdibile è l’antica città di Bisenzo, un insediamento risalente ad almeno l’età del bronzo e disabitato da circa due secoli.

Sul promontorio prospiciente al Lago di Bolsena è situato l’interessantissimo sito archeologico dell’insediamento d’epoca villanoviana. Poco distante da Bisenzo, adagiata nelle calme acque del lago, è situata la scenografica e imperdibile isola della Bicentina: appartiene alla Fondazione Rovati e fino al 2018 non è mai stata aperta al pubblico. Un vero must per chi visita la località di Capodimonte.


 

Condividi su: