Canterbury, la citta medievale del Kent

Cosa vedere a Canterbury, la città medievale nel distretto del Kent famosa per la sua magnifica Cattedrale. Ecco cosa visitare a Canterbury.4 min


Cosa visitare a Canterbury

Guida di Canterbury

icona-articoloNella zona sud-orientale dell’Inghilterra, a poca distanza dallo stretto di Dover – che unisce l’omonima cittadina con la località francese di Calais – troviamo Canterbury.
Il suo nome è celebre in tutto il mondo, si tratta infatti della città in cui ha sede la Chiesa inglese. Qua è situata una tra le più rappresentative cattedrali di tutto il paese e di importanza internazionale.

Ma non è solo un luogo dall’alta importanza ecclesiastica.
Canterbury è stato teatro di numerosi episodi di guerra in epoca medievale che permisero alla città di ottenere un ruolo militare di alto rilievo.
Oggi si presenta come un comune vivace, ricco di ristoranti, bar e locali particolarmente apprezzati dalla comunità studentesca che qua vive.


Cosa vedere a Canterbury

Cattedrale di Canterbury

Cosa vedere a Canterbury

Tra le cose da vedere a Canterbury, iniziamo subito dal simbolo per eccellenza, la Cattedrale.
Si tratta di uno degli edifici cattolici più antichi d’Europa, costruito attorno al 600 d.C., realizzata in stile gotico.

Alla Cattedrale è associato un evento storico: l’assassinio di Thomas Becket, Lord Cancelliere del Regno d’Inghilterra dal 1154 e arcivescovo di Canterbury d’Inghilterra dal 1162. Proprio il transetto nord-occidentale, quello in cui Becket fu ucciso, è stata meta di pellegrini per più di 800 anni ed è facilmente riconoscibile dall‘imponente altare.

Siamo nel centro storico di Canterbury, delimitato dalle mura medievali ben conservate. Esternamente lo stile gotico si arricchise di numerosi richiami romanici, come gli archi a tutto sesto posti sul lato orientale,
Sul lato opposto, invece, prevale la presenza dello stile gotico, per via dei particolari archi a punta.

Nell’area centrale della Cattedrale di Canterbury sorge l’imponente Torre del Campanile, costruita attorno al 15° secolo e denominata Bell Harry Tower. L’ingresso è caratterizzato da un magnifico portale gotico anch’esso risalente al 15° secolo.
Una volta entrati si potrà notare la ben curata pianta a doppia croce, caratterizzata da tre navate e da una lunghezza di circa 168 metri. All’estremità della navata è osservabile il magnifico coro gotico e parallelamente la Cappella della Trinità.

Canterbury Heritage Museum

Cosa visitare a Canterbury

Spostandoci vicino ai giardini Greyfriars, nel centro della città, possiamo trovare il Canterbury Heritage Museum. E’ ospitato in un antico ospedale medioevale del ‘300 e all’interno troviamo diverse opere dal periodo pre-romano fino ai giorni nostri.

Il museo, coperto da uno dei tetti in quercia del ‘300 meglio conservati al mondo, espone reperti inerenti alla storia della città risalenti in diversi periodi storici. Qui è possibile osservare manufatti anglosassoni e vichinghi, oltre che cimeli pre-romani.

Continuando il percorso arriviamo allo scorso secolo, dove troviamo tra le varie opere conservate anche il motore a vapore “Invicta” risalente al periodo vittoriano.
Da non perdere infine i rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale.

La mostra offre inoltre una rappresentazione dell’omicidio dell’arcivescovo Thomas Becket e offre una panoramica sugli artisti e scrittori locali, come Mary Tourtel e Joseph Conrad.

Chiesa di San Martino

Cosa visitare a Canterbury

A Canterbury si trova anche la chiesa anglosassone più antica al mondo: la Chiesa di San Martino. Costruita su una cappella mortuaria romana, la chiesa secondo la storia fu usata da Sant’Agostino nel 600 d.C. come luogo di conversione al cattolicesimo.

Ristrutturata in epoca medioevale, la struttura fa parte del Canterbury World Heritage Site, assieme alla Cattedrale e all’abbazia di Sant’Agostino. Nelle parti non restaurate della chiesa, come il coro e la parete sud, sono ancora presenti i mattoni romani originali.

All’esterno è presente un cimitero in cui sono sepolti personaggi importanti e artisti famosi dell’epoca, come Thomas Sidney Cooper.

Eastbridge Hospital

Fondato nel ‘200 dal martire San Tommaso, l’ospedale Eastbridge è nato per ospitare pellegrini, soldati e anziani.
L’ospedale, oltre a luogo di cura, era più che altro un edificio di assistenza.

Per oltre 8 secoli l’Eastbridge ebbe questa funzione, mentre negli ultimi 400 anni è stata convertita in casa di riposto per un ristretto numero di anziani.
I suoi edifici storici, come le 2 cappelle gotiche, sono aperte al pubblico che potrà ammirare gli archi, le mura e la pavimentazione in pietra. Da notare anche i soffitti molto bassi, realizzati per mantenere il caldo durante la fredda stagione.

Museo Romano

Raggiungibile comodamente dalla Lower Bridge St., il museo romano di Canterbury offre una prospettiva degli insediamenti romani.
Nel museo è infatti posibile ritrovare la ricostruzione degli antichi mercati romani ma anche la riproduzione delle abitazioni, realizzate su pavimentazione in mosaico.
Il sito archeologico nasce nella Seconda Guerra Mondiale quando, a seguito dei bombardamenti, le strutture romane del III Secolo vennero scoperte.

Tra le maggiori attrazioni del museo sono da visitare le collezioni di utensili, come scalpelli, attrezzi utili alla falegnameria e fissaggi in ferro. Assieme a questi vennero alla luce anche frammenti di armature romane, bracciali, le prime forme di occhiali e brocche. Furono infine ritrovate anche statue bronzee raffiguranti divinità romane.

West Gate Towers

Cosa visitare a Canterbury

Le West Gate Towers sono ciò che rimane della fortificazione della città, eretta intorno al 1380. Le torri sono divise dall’unica porta rimasta altrettanto integra fino ai giorni nostri.

Il compito delle West Gate Towers era di controllare gli afflussi, una guardiola medioevale di 18 metri che consentiva uno dei 7 punti di accesso alla città. Oggi è stata trasformata in museo e al suo interno viene riproposta la funzione che l’edificio ha avuto in seguito, un carcere.
La struttura, realizzata in pietra, venne infatti usata come prigione dal 1907 e oggi le celle sono state restaurate per permetterne la visita.

Cappella di Greyfriars

Lungo il Great Stour, un fiumiciattolo che percorre Canterbury, sorgono i giardini Greyfriars, che prendono il nome dalla cappella che ospitano.
La Cappella di Greyfriars fu costruita dai monaci francescani nel 1267, ma quella che vediamo oggi è la restaurazione del 1919.

Il convento originale fu il primo costruito nelle isole britanniche ed è riconoscibile dagli ampi giardini dove era posizionato un tempo. Purtroppo l’unica parte giunta ai nostri tempi è l’attuale cappella, usata al tempo come casa privata.
Dopo il restauro del ’19 la casa fu modernizzata mentre le stanze superiori furono utilizzate come cappella, dove ancora oggi si tiene la messa anglicana settimanalmente.

Beaney House of Art & Knowledge

Cosa visitare a Canterbury

Concludendo il viaggio attraverso Canterbury, non possiamo saltare la Beaney House of Art & Knowledge. Questo splendido edificio vittoriano ospita al suo interno la più grande biblioteca della città assieme a numerose gallerie espositive.

Riaperto dopo un restauro da 14 milioni di sterline nel 2012, l’edificio oggi conta numerosi eventi oltre alla biblioteca estesa e a numerose strutture per l’educazione. Ospita inoltre gallerie espositive all’avanguardia con collezioni di artisti inglesi di spicco come Thomas Sidney Cooper, e ulteriori esposizioni archeologiche riguardanti principalmente Egizi, Romani e Greci.

 


Like it? Share with your friends!