Condividi su:

Cosa vedere a Cali, Colombia

Tutti gli articoli della Colombia

Mappa di Cali, Colombiaicona-articolo

Fuori dalle più battute rotte turistiche, Cali è situata a circa mezz’ora di volo dalla capitale della Colombia, ⇒ Bogotà. Siamo nella Valle del Causa dove Cali rappresenta il fulcro economico della regione e anche il capoluogo della stessa. Posizionata a circa 1000 metri di altitudine, Cali ha oltre 2 milioni di abitanti che vivono in un territorio che supera i 550 km quadrati.

Cali è la terza città della Colombia, moderna e industriale, il principale riferimento per tutta l’area sud-occidentale del Paese. Il suo clima gradevole in ogni periodo dell’anno le ha reso l’appellativo di città della primavera con una temperatura compresa tra i 25 °C e i 34°C nelle ore più calde mentre difficilmente scende sotto i 18°C durante il periodo più freddo notturno.
Pronti a scoprire Cali?

Cenni storici

Cosa vedere a Cali, Chivas
Le Chivas di Cali

La città di Cali è stata fondata intorno al 1530 ed è una delle città più antiche di tutta la Colombia. La sua nascita è attribuita a Sebastián de Belalcázar, noto esploratore e conquistador spagnolo. Dopo la sua costituzione furono gli spagnoli a insediarsi in un territorio che fino ad allora era unicamente abitato da alcune tribù indigene. Dopo una serie di guerriglie venne ufficialmente intitolata Santiago de Cali, in seguito abbreviato unicamente in Cali.

Il 1536 è la data ufficiale dell’insediamento degli spagnoli in questo lembo di terra a nord del fiume Cauca. I primi abitanti realizzarono le prime fattorie e sfruttarono la riva del fiume per la pesca. Nasceva cosi il primo commercio della città, sfruttando anche la vicinanza di altre due località, Popayán e Antioquia.

La Cali moderna non offre molto del suo passato, trasformata oggi in una città moderna. Rimane tuttavia una delle località imperdibili della Colombia, dove trascorrere almeno una giornata, tutta caratterizzata dalla musica, qua presente davvero in ogni luogo. Cali viene infatti definita la capitale mondiale della salsa, il tipico ballo di coppia in gran voga in buona parte della Colombia.

Qua non si balla solo per strada o nei locali. Qui sono infatti nate le chivas, delle piccole corriere riconoscibili per i suoi variegati colori che invitano a fare festa. Salendovi incontrerete sempre qualcuno pronto a suonare qualche strumenti, colombiani che inneggiano qualche canzone o che più semplicemente battono le mani per creare qualsiasi tipo di ritmo. Se avete tempo salite, non importa la destinazione, inizierete a scoprire subito la gioia dei Colombiani di Cali.

OneMag-logo
Link in uscita Isola de Providencia, l’isola nel Mar dei Caraibi

Cosa vedere a Cali

Cosa vedere a Cali chiesa

Suddivisa quasi nel mezzo dal fiume Rio Cali, per ammirare il fulcro della città occorre dirigersi nella parte meridionale della città. Il centro storico è suddiviso come una scacchiera e le tante strade convergono nella piazza più grande della città, la Plaza de Caycedo.

Qua da non perdere sono le tante chiese ognuna con una particolarità, quelle di essere costruite in stili differenti. Interessanti da ammirare la Iglesia de San Francisco o la Iglesia de San Antonio, costruita su una collina dalla quale si gode di un panorama davvero unico della città.

OneMag-logo
Link in uscita Cartagena de Indias, la costa caraibica della Colombia

Iglesia de San Antonio

Tra gli edifici religiosi più antichi di Cali, la piccola Iglesia de San Antonio è posizionata sulla una piccola altura, il Colle di Sant’Antonio. Costruita a metà del XVIII secolo, la chiesa era allora destinata a fornire supporto religioso ai circa 5.000 abitanti che all’epoca vivevano a Cali. Non è stata la prima chiesa della città, era già presente infatti un’altro edificio religioso intitolato a San Pedro, al cui interno era presente una piccola cappella, quella dedicata a Sant’Antonio da Padova.

OneMag-logo
Link in uscita Las Lajas, il santuario sospeso sull’abisso

Palacio Nacional

A livello istituzionale merita aggiungere tra le cose da vedere a Cali il suo Palacio Nacional, la sede amministrativa della città e anche sede della giustizia governativa. Accessibile al suo interno, è realizzato in stile neoclassico, richiamando il tipico stile in uso in tutto il Sud America ed è insignito del riconoscimento di Monumento Nazionale.
Al suo interno è possibile anche ammirare il Museo della Canna da Zucchero, il pregevole alimento che ha contribuito in maniera decisiva allo sviluppo della città.

OneMag-logo
Link in uscita Colombia, i luoghi da non perdere

Altro da vedere a Cali

Cosa vedere a Cali, monumento a Cristo del Rey
Monumento a Cristo del Rey

Fuori dal primo nucleo urbano troviamo invece lo zoo di Cali, fondato nel 1969 e con al suo interno alcune centinaia di specie animali, oltre che rettili, farfalle e pesci. La particolarità principale è che gli animali vivono senza gabbie protettive, passeggiando all’aria aperta. La sicurezza è naturalmente garantita, tra il pubblico e gli animali esistono delle barriere ma l’impressione è quella di presenziare più a un safari che a uno zoo vero e proprio.

Usciamo dal nucleo urbano per dirigerci a Los Andes, un villaggio a breve distanza da Cali, in direzione ovest. Qui troveremo il Monumento a Cristo del Rey, una statua di 31 metri di altezza inaugurata nel 1953 installata come celebrazione della fine della guerra dei “mille giorni”.

Se volete conoscere la Cali moderna recatevi a nord del Rio Cali. Qui troverete anche la zona dello shopping più esclusivo percorrendo l’arteria principale, la Avenida Sexta. E’ anche il luogo dove trovare la movida notturna, specie nei fine settimana. E’ anche il luogo dove provare uno dei tanti ristoranti della città o dove provare o almeno ammirare i tanti ballerini dediti alla salsa.

OneMag-logo
Link in uscita Le esperienze alternative da fare a Bogotà

La gastronomia di Cali

Cosa vedere a Cali, gastronomia

La Colombia è patria di una cucina estremamente variegata, frutto anche di numerose contaminazioni provenienti da altre gastronomie. Tuttavia anche la tradizione qua ha creato alcuni piatti che meritano essere provate.

Tra queste da provare sono i Pandebono, tipico alimento da street food, ovvero degli anelli di formaggio che vengono cotti al forno, oppure per andare sull’innovativo il Mango Viche, un mango verde croccante che viene servito con del succo di mele e del sale.

Ma tra i tanti venditori ambulanti provate anche a cercare il Chontaduro, la palma tipica del territorio di Quibdó e che viene servita con sale o miele e che qua è considerata una bevanda afrodisiaca. Da provare invece seduti è l’Arroz Atollado, un riso preparato con del pollo a cui vengono aggiunte le patate e una salsina davvero molto buona.

Ma uno dei piatti forti originari di Cali è l’Atollado del Valle, una sorta di paella le cui varianti sono davvero infinite. Viene preparato con della carne di maiale tritata e della carne di pollo, solitamente le cosce che invece vengono lasciate intere. Al tutto viene data una generosa dose di spezie, tra cui cumino e coriandolo e servito con del platano fritto. Si beve generalmente il Cholado Valluno, una fresca bevanda realizzata da frutta fresca e latte.

Come raggiungere Cali

Visitare Cali in Colombia

L’aeroporto di Cali è chiamato Aeropuerto Internacional Alfonso Bonilla Aragón (CLO) e si trova nel comune di Palmira, pochi minuti nella zona nord della città. E’ uno tra gli aeroporti più trafficati di tutta la Colombia, dopo quello di Bogotà.

Se desiderate arrivarci in auto potrete percorrere la Panamericana mentre, una volta arrivati scegliete di visitarla con i mezzi pubblici. In questo caso utilizzate una tra le linee ufficiali della città, come Expreso Palmira ad esempio, per avere la certezza di viaggiare comodo e sicuri, specie se avete con voi dei bagagli.

Ultimo aggiornamento: 06.12.2020


 

Condividi su: