Budapest, Ungheria | Cosa vedere a Budapest

Cosa vedere a Budapest, una città che non teme confronti, definita da molti una delle più belle d'Europa, la capitale ungherese è divisa in due dal Danubio. Tra le cose da vedere a Budapest citiamo il castello di Buda, eretto su una collina da dove domina l'intera capitale ungherese, il primo ponte sul Danubio, il Ponte delle Catene, il Parlamento, caratterizzato da una cupola rossa con varie torri a punta, la Basilica di Santo Stefano e molto altro ancora. Scopri tutte le attrazioni di Budapest.7 min


0
Condividi su:

Cosa vedere a Budapest
Guida di Budapest, la capitale dell’Ungheria

Tutti gli articoli dell’Ungheria

Icona articolo

Budapest è una città che non teme confronti, definita da molti una delle più belle d’Europa, la capitale ungherese è divisa in due dal Danubio. Buda, la zona più collinare viene infatti separata proprio dal secondo fiume più importante d’Europa da Pest, la zona pianeggiante della città.

Giusto nel mezzo trova sede l’isola Margherita, il magnifico parco galleggiante unito alla terraferma da due ponti, l’omonimo Margherita a sud e l’Arpád a nord. Qui si viene per entrare a contatto con la natura, correre, andare in bicicletta oppure giocare a tennis, fare un picnic e cosi via. Esclusivamente pedonale, affascinante ammirare le carrozze trainate dai cavalli per una escursione indimenticabile.

Cenni storici

Cosa vedere a Budapest, mappaLe prime note di Budapest risalgono al I secolo a.C. con la nascita di Obuda, nota prima con il nome di Aquincum dopo l’insediamento romano. La sua fondazione, su quello che era un insediamento dei celti, vide contemporaneamente nascere la prima capitale della Pannonia, una delle regioni romane.
Buda nasce invece molto dopo, nel 14 a.C., come colonia romana.

Budapest nel Medioevo

I romani vennero sconfitti in un conflitto che vide unite ben sette tribu magiare. Era l’896 a.C. quando nel territorio di Aquincum, poi rinominato in Obuda, si colonizzarono due città, Buda e Pest. La nazione ungherese venne invece fondata nell’anno 1000.
La città di Buda divenne capitale dell’Ungheria nel 1361, periodo coincidente con uno dei maggiori momenti di sviluppo della città, proseguito poi fino al XV secolo.
Furono i turchi a interrompere il proficuo sviluppo delle città, conquistando Pest nel 1526 e Buda poco dopo, nel 1541. Il loro governo durò oltre un secolo, concludendosi nel 1686 quando Budapest divenne parte dei domini dell’Austria con gli Asburgo.

L’arrivo degli Asburgo coincise con un nuovo momento di forte crescita, con numerose nuove costruzioni, tra cui l’Università e il primo ponte sul Danubio, il noto Ponte delle Catene.
Furono gli ungheresi a ribellarsi agli Asburgo nel 1848 ma senza successo: presto la città tornò a essere governata dagli Asburgo.
Altro periodo di forte prosperità, Budapest lo conobbe durante l’impero Astroungarico, nel 1867, anni in cui le prime fabbriche iniziarono la loro attività, concentrandosi a Pest che presto divenne l’area più popolata della capitale.

La nascita di Budapest

L’unificazione di Obuda, Pest e Buda avvenne nel 1873. Con la nascita di Budapest ebbe inizio anche la storia della seconda città più importante dell’impero Austroungarico, subito dopo Vienna.
Il termine del primo conflitto mondiale vide l’Austria ritirare i propri diritti sull’Ungheria, dando vita allo Stato Ungaro Indipendente. Quasi immediatamente dopo l’Ungheria a sua volta venne privata dei territorio di Rutenia, Slovacchia, Croazia e il Banato di Timișoara.
I nuovi confini territoriali di quella che era all’epoca l’Ungheria vennero cosi ridotti a quasi un terzo rispetto al passato, diventando uno degli stati più piccoli d’Europa.

Il secondo conflitto mondiale vede numerosi danni subiti da Budapest e, al suo termine, l’intera Ungheria viene inglobata nella politica russa.
Furono gli abitanti, nel 1956, a ribellarsi contro i sovietici, movimento soppresso dall’allora URSS. La caduta dell’Unione Sovietica, nel 1989, consente agli ungheresi di abbandonare il comunismo, dando vita alla Repubblica Popolare d’Ungheria, annessa nel 2004 all’Unione Europea.

Cosa vedere a Budapest

La capitale ungherese è ricca di attrazioni e per visitarla accuratamente occorrono sicuramente diversi giorni. Anche se avete a disposizione più giorni rimane tuttavia impensabile riuscire a scoprire ogni singola attrazione o ogni angolo di questa grande città.
Meglio quindi scegliere da subito quali sono le cose da vedere a Budapest, personalizzando il proprio itinerario in modo da dedicare a ognuna il giusto tempo.
Pronti a scoprire cosa vedere a Budapest?

Il castello di Buda

Cosa vedere al Castello di BudapestUna delle principali attrazioni di Budapest è sicuramente il castello di Buda, eretto su una collina da dove domina l’intera capitale ungherese. Annoverata, dal 1987, ai patrimoni UNESCO, il castello di Buda è stata la prima residenza dei reali e degli imperatori che hanno governato il paese.
Al suo interno oggi troviamo due importanti musei, la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo Storico.

Per arrivare al castello di Buda percorrete il Ponte delle Catene per salire poi sulla funicolare che conduce giusto alla cima della collina. Preparatevi ad ammirare uno dei panorami più coinvolgenti della città e a visitare una delle attrazioni più interessanti in assoluto della capitale ungherese.

Museo Storico di Budapest

Cosa vedere a Budapest, il Museo storico
Budapest, il Museo storico

Il Museo Storico di Budapest è situato nel Castello di Buda e al suo interno troviamo la storia della città partendo dal Medioevo fino a raggiungere i giorni nostri. Noto anche come Museo del Castello, l’esposizione è suddivisa su quattro piani.
Il seminterrato è l’unico piano completamente differente rispetto al resto dell’esposizione, essendo stata ricostruita dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopri il Museo Storico di Budapest

La Galleria Nazionale Ungherese

Cosa vedere a Budapest, Galleria Ungherese
Budapest, Galleria Ungherese

Fondata nel 1957, la Galleria Nazionale Ungherese è il secondo dei musei presenti nel Castello di Buda. Anch’essa distribuita su quattro piani, la sua attuale collocazione è più recente, essendo stata qua trasferita unicamente nel 1975 dalla sua precedente collocazione, l’ex Palazzo di Giustizia.
La sua imponente collezione, oltre 100.000 reperti, ritrae l’Ungheria a partire dal Medioevo a oggi.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopri la Galleria Nazionale Ungherese

Il Ponte delle Catene

Cosa vedere a Budapest, il ponte delle catene
Budapest, il ponte delle catene

Il primo ponte sul Danubio, il Ponte delle Catene, ha permesso di unificare due città tra loro separate di fatto dal fiume. Buda e Pest erano infatti unicamente connesse con un traghetto nel periodo estivo o a piedi, camminando sul Danubio ghiacciato, durante l’inverno. Era una situazione ovviamente non pratica, se le condizioni meteo non erano ottimali il rischio era di non poter attraversare il ponte anche per diverse giornate.

Questo accadde proprio nel 1820 al conte Széchenyi, costretto per una settimana dalla parte sbagliata del Danubio senza poter raggiungere la sponda opposta, perdendo in questo modo il funerale del padre. Da questo episodio nacque la prima fondazione che aveva lo scopo di finanziare un ponte permanente, reso poi attivo dal novembre del 1849.
Oggi è una delle principali attrazioni di Budapest.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopri il Ponte delle Catene

Il Parlamento di Budapest

Cosa vedere a Budapest, il Parlamento
Budapest, il Parlamento

Uno dei simboli di Budapest è sicuramente il suo Parlamento, un imponente edificio caratterizzato da una cupola rossa con varie torri a punta. Posto sulla sponda del Danubio, il Parlamento è uno degli edifici più fotografati della città ed è anche possibile visitarlo al suo interno, altrettanto spettacolare.

L’edificio è stato realizzato dal noto architetto ungherese Imre Steindl che ha volutamente ripreso la struttura di Westminster Palace di Londra, con interni in barocco e in stile rinascimentale. Al suo interno, tra ambienti sfarzosi e riccamente decorati, merita visitare i gioielli della corona ungherese, tra cui la Sacra Corona d’Ungheria, realizzata oltre un millennio d’anni fa.

Isola Margherita

Cosa vedere a Budapest, Isola Margherita
Budapest, Isola Margherita

Connessa alla terraferma da due ponti, l’Árpád e Margit, l’isola Margherita è giusto in mezzo al Danubio, tra Buda e Pest. L’isolotto, circa due km di lunghezza, è intitolata alla Santa d’Ungheria che qui visse fino al 1270.
Il suo nome originario era l’isola dei Conigli e da sempre è il polmone verde della capitale ungherese, un luogo perfetto dove trascorrere qualche ora di relax ma anche di divertimento, grazie ai vari campi giochi qua presenti.

Ricco di attrattive, l’Isola Margherita è accessibile a piedi oppure salendo su un Bringóhintó, una sorta di risciò che è possibile noleggiare in uno dei vari chioschi che noleggiano anche biciclette, altra alternativa per visitare l’Isola Margherita di Budapest.
Una volta conclusa la passeggiata niente di meglio poi che rilassarsi al centro termale, oasi di pace in una delle capitali più belle d’Europa.

Basilica di Santo Stefano

Cosa vedere a Budapest, Basilica di Santo Stefano
Budapest, Basilica di Santo Stefano

La terza chiesa più grande dell’Ungheria, la Basilica di Santo Stefano, è una basilica cattolica posta proprio nel centro di Budapest. Eretta inizialmente per essere intitolata a San Leopoldo, il patrono dell’Austria, la Basilica venne poco prima della sua inaugurazione intitolata al primo re d’Ungheria.
All’interno meritano le tante sculture in marmo presenti, realizzate da numerosi scultori di varia provenienza.

La Basilica di Santo Stefano di Budapest è alta esattamente 96 metri, proprio come il Parlamento. La scelta non è stata casuale, infatti la scelta di avere due edifici estremamente diversi con la medesima altezza, simboleggiava la parità tra l’amministrazione e il potere laico della città.

La Chiesa di Mattia

Cosa vedere a Budapest, la Chiesa di Mattia
Budapest, la Chiesa di Mattia

Tra gli edifici più antichi di Budapest, la Chiesa di Mattia si trova giusto di fronte al Bastione dei Pescatori, sulla collina di Buda.
Spesso chiamata anche Chiesa di Nostra Signora, l’edifico è in stile tardogotico e durante la sua storia è stata trasformata in moschea, nel periodo di dominazione ottomana della città.
Uno degli ultimi restauri, avvenuto nel XIX secolo, l’ha riportata al suo periodo di antico splendore, valorizzando ulteriormente il tetto, coperto da numerose piastrelle di ceramica.
Al suo interno troviamo vari affreschi risalenti al periodo del restauro, dal 1895 al 1903.
Al suo interno ha sede oggi il Museo di Arte Sacra.

Bastione dei Pescatori

Cosa vedere a Budapest, Bastione dei Pescatori
Budapest, Bastione dei Pescatori

Tra le cose da vedere a Budapest, il Bastione dei Pescatori è una fortificazione creata per difendere la città da attacchi anche se il suo scopo è più decorativo che di difesa vera e propria. Il Bastione Halaszbastya è stato costruito proprio nel periodo di restauro della Chiesa di Mattia e si caratterizza per le sette torrette che simboleggiano le altrettante tribù che diedero origine al paese durante il IX secolo.

Il suo nome è invece un tributo alla Corporazione dei pescatori che proprio qua, durante il medioevo, aveva lo scopo di difendere la città. Sempre in questa area aveva anche sede un grande mercato che vendeva il pescato fresco di ogni giorno.
Il Bastione dei Pescatori è annoverato, dal 1998, come Patrimonio UNESCO.

Teatro dell’Opera

Cosa vedere a Budapest, Tealtro dell'Opera
Budapest, Tealtro dell’Opera

Tra gli edifici più belli da inserire tra le cose da vedere a Budapest, il Teatro dell’Opera è stato inaugurato nel 1884, quando ancora Budapest apparteneva all’Impero Austro-Ungarico con Vienna.
Realizzato con marmo e sfarzosamente decorato con affreschi, il Teatro dell’Opera di Budapest è in grado di ospitare 1200 spettatori, nel suo edificio a forma di ferro di cavallo.
Da sempre definito uno dei teatri con una acustica tra le più perfette, l’Opera di Budapest è secondo solo alla Scala di Milano e all’Opera di Parigi.

Castello Vajdahunyad

Cosa vedere a Budapest, il Castello Vajdahunyad
Budapest, il Castello Vajdahunyad

Dall’apparenza medievali, il Castello Vajdahunyad è stato realizzato in realtà agli inizi del XX secolo, nel 1904, dopo qualche anno di lavori.
La sua inagurazione è infatti inserita nel contesto delle celebrazioni per i Mille Anni di nascita dell’Ungheria, realizzandolo con una miscela di vari stili, rendendolo di fatto unico e diverso. Lo scopo dell’utilizzo dei vari stili architettonici è da ritrovare nell’obiettivo di ricordare le varie epoche in cui il paese è sopravvissuto.
Oggi al suo interno trova sede il Museo Reale dell’Agricoltura.

Terme Szechenyi

Cosa vedere a Budapest, Terme Szechenyi
Budapest, Terme Szechenyi

Budapest è rinomata per essere la città delle terme, insolito probabilmente per una delle città prive di sbocco sul mare. Tra le cose da vedere a Budapest, le sue terme sono assolutamente tra le attrazioni da non perdere, una delle cose da fare da inserire assolutamente durante la nostra vacanza nella capitale ungherese.
Le terme Széchenyi sono probabilmente il più noto complesso termale della città e indubbiamente le terme più grandi d’Europa. Qui avrete modo di scegliere tra tre piscine all’aperto e ben quindici al coperto.


Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0