Budapest | Il Parlamento di Budapest

Guida turistica al Parlamento di Budapest, uno dei più iconici edifici della capitale ungherese, costruito tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX. Il Parlamento di Budapest è facilmente riconoscibile per la sua spettacolare architettura esterna, una delle massime espressioni d'architettura neogotica di Budapest. Scopri tutto sul maestoso Parlamento di Budapest, situato lungo la sponda di Pest del Danubio.2 min


0
Parlamento di Budapest
Condividi su:

Parlamento di Budapest

Cosa vedere a Budapest

icona-articoloCostruito a cavallo tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX, il Parlamento di Budapest è uno dei più iconici edifici della capitale ungherese. Architettonicamente, ma anche strutturalmente, il Parlamento ungherese viene paragonato all’omonimo britannico, l’imponente ⇒ Westminster Palace, con interni barocchi e rinascimentali.

Il Parlamento di Budapest è facilmente riconoscibile, anche in lontananza, per la sua grande cupola rossa e le numerose torri appuntite, che regalano al complesso un aspetto ancor più scenografico. Oltre all’architettura di pregevole fattura, all’interno del maestoso Parlamento si trova la sfarzosa collezione dei tesori reali, tra cui la Sacra Corona d’Ungheria, realizzata oltre mille anni fa.

L’edificio è tra i più ammirevoli d’Ungheria. La struttura esterna, oltre ad avere imponenti dimensioni, è riccamente decorata con guglie, arcate, finestre e torrette. Si tratta, all’esterno, di una delle massime espressioni d’architettura neogotica di Budapest, che trae ispirazione anche dal Duomo di Colonia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Guida turistica del Castello di Buda

Visitare il Parlamento di Budapest

Il Parlamento di Budapest è stato realizzato per celebrare il millennio dello stato ungherese nel 1896. Le autorità decisero di realizzare un palazzo parlamentare degno all’altezza della città di Budapest, ispirandosi alle maggiori opere architettoniche d’Europa, tra cui appunto Westminster a Londra.

Il progetto del Parlamento di Budapest fu guidato dall’architetto ungherese Imre Steindl, che disegnò nei minimi dettagli l’imponente struttura lungo la sponda del Danubio di Pest. Questa posizione centrale e pianeggiante venne scelta come simbolo del nuovo governo democratico cittadino, contrapponendosi ai castelli reali che svettano nelle cime dei colli.

Lungo 268 metri, il Parlamento di Budapest contiene 691 locali e stanze, ed è il terzo parlamento al mondo per grandezza.
Maestosi sono anche gli interni. Oltre alle novanta statua dei monarchi e comandanti militari ungheresi, il Parlamento di Budapest raccoglie ed espone elementi di arte rinascimentale e barocca, con oltre 40 kg di decorazioni d’oro.

L’architetto progettò l’ambizioso monumento inserendo le due camere parlamentari ai lati della struttura, mentre il corpo centrale, coronato dalla cupola alta 96 metri, fu pensato per le sessioni congiunte. La sala del corpo centrare conserva ben sedici opere scultoree di re e regnanti di Ungheria, Transilvania e della dinastia degli Asburgo.

Con il passaggio al sistema parlamentare monocamerale, avvenuto nel 1944, gli interni del Parlamento sono stati modificati. Oggi l’area settentrionale è dedicata alla residenza privata del Primo Ministro, mentre quella meridionale al Presidente della Repubblica. Nella zona nord-est del palazzo sono invece presenti gli uffici del presidente della Camera.

Consigliamo di visitare la Sala della Cupola, dove è custodita la preziosa Corona di Re Stefano. Per gli ungheresi, la Corona è il simbolo dell’identità nazionale, della loro storia e della loro cultura millenaria, ed è venerata come preziosa reliquia. Assieme alla Sacra Corona sono esposti lo scettro, il globo crucigero e la spada, che insieme formano le insegne regali.

Il Parlamento di Budapest è accessibile al pubblico durante le ore diurne. È possibile anche assistere (su prenotazione) alle sessioni plenarie, che si tengono rispettivamente il lunedì pomeriggio e il martedì mattina. È consigliato acquistare i biglietti d’ingresso in anticipo oppure online, dato che spesso le vendite giornaliere sono limitate.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0