Cosa vedere a Brolo, Messina

Tutti gli articoli della provincia di Messina

 

Icona articolo

Brolo, cittadina della costa tirrenica inserita nel circuito dei borghi più belli d'Italia, si trova a 90 km dal capoluogo Messina e circa a 150 km da Palermo. Sono circa 6.000 abitanti che hanno scelto di vivere in questo territorio confinante a sud con Ficarra, a est con Piraino e Sant'Angelo di Brolo, a ovest con Naso e a nord con il Mar Tirreno.

Posto proprio di fronte alle Isole Eolie, da cui è possibile partire, il borgo messinese colpisce per le sue stradine medievali che contrastano con una serie di strutture molto più recenti e a tratti anche moderne e innovative. Oltre al comune principale, meritano anche le frazioni che lo compongono, oggi altrettanto importanti grazie anche a una crescita demografica interessante e per la loro importanza strategica.

 

Cenni storici

Cosa vedere a Brolo, Torre delle Ciavole
Torre delle Ciavole vicino a Brolo

La nascita del borgo è parallela alla realizzazione del Castello di Brolo, fortezza presente su un promontorio a picco sul mare, in grado di dominare l'intero abitato e caratterizzato da una torre imponente.

La sua storia lo ricorda come villaggio di pescatori ma con ogni probabilità in precedenza era un punto fondamentale per i commerci, vista la sua posizione all'interno della via Valeria, tra le principali strada di comunicazione della Sicilia. A Brolo era inoltre presente l'unico porto di questo tratto costiero, punto quindi di attracco delle numerosi navi commerciali angioine e aragonesi e, nel tempo, luogo di incontro di numerosi viaggiatori.

Il villaggio e il suo castello assunsero nel tempo una discreta notorietà, grazie anche ai vari nobili che decisero di vivere proprio all'interno del maniero del X secolo d.C..
Il castello di Brolo fu anche la residenza della Principessa Bianca Lancia, la moglie di Federico II, l'imperatore, e madre di Manfredi, il re di Sicilia.

 

Cosa vedere a Castelbuono, Palermo

Eccoci a Castelbuono in Sicilia, l'elegante borgo dell'entroterra palermitano, poco distante dalla costa e caratterizzato da un ricco centro abitato storico. Tra le cose...

Cosa vedere a Brolo

Cosa vedere a Brolo, il castello
Il Castello di Brolo

Merita ovviamente iniziare a scoprire le cose da vedere a Brolo dalla sua fortezza.
Posta picco sul mare e riconoscibile anche a grande distanza per la sua torre, questa serviva come punto di vedetta per avvistare eventuali invasori. All'interno della torre, al secondo piano, troviamo la sala di rappresentanza in cui si nota lo stemma dei Lancia, la famiglia che regnò su Brolo durante il dominio degli Svevi.

Oggi il Castello di Brolo ospita due interessanti istituti culturali, il Museo della Pena e della Tortura e il Museo delle Fortificazioni Costiere della Sicilia. Il primo contiene una interessante raccolta di strumenti utilizzati per la tortura e per le esecuzioni capitali, consigliato unicamente agli adulti essendo piuttosto cruento. Il secondo, invece, racconta le varie fortificazioni presenti nella regione.

Passeggiando all'interno del borgo medievale merita invece essere visitata la Chiesa dell'Annunziata, realizzata nel 1764, e i vari palazzi ottocenteschi che contribuirono a definite il profilo del paese. Tra questi di particolare interesse quelli delle famiglie Baratta, Germanà e Gembillo.

 

Taormina, turismo nella elegante località della Sicilia

Taormina, alla scoperta della località più chic della meravigliosa Sicilia. Tra le cose da vedere a Taormina citiamo la via Pirandello è la prima lunga...

Le spiagge di Brolo

Cosa vedere a Brolo, le spiagge e il mare
Le spiagge e il mare di Brolo

Come per tutta la Sicilia nord orientale, anche a Brolo troviamo spiagge con sabbia mista a ghiaia, quasi sempre di colore scuro. Le acque del territorio sono azzurre e trasparenti, sinonimo di un mare pulito e ideale per fare un bagno.

La principale spiaggia di Brolo è perfetta per tutti coloro che sono alla ricerca di un momento di relax essendo in molti tratti senza particolare affollamento. La spiaggia di Brolo è in parte libera e in parte attrezzata, ideale soprattutto per le famiglie con bimbi. Negli oltre 2 km di litorale, la spiaggia si caratterizza per i suoi scogli a pennello, una forma di protezione dalle acque del mare.

Oltre a questa,  meritano una visita le spiagge di Capo Calavà, del Bue Gioiosa Marea e quella di San Gregorio.

 

Continua a scoprire la Sicilia:

Ultimo aggiornamento 16 agosto 2022