Barche da pesca nel villaggio di Splitska nell'isola di Brac in Croazia

Brač, la pittoresca terza isola della Croazia | Cosa vedere a Brac, la principale isola della Dalmazia


Condividi su:

Cosa vedere a Brac, Croazia

Tutti gli articoli della Croazia

Cosa vedere a Brac, mappa

Icona articolo onemagPrincipale isola della Dalmazia, nonché terza di tutta la Croazia, l’isola di Brač, in italiano Brazza, è una delle più scenografiche isole di tutto l’Adriatico. Parzialmente montuosa, l’isola si presenta per gran parte ricoperta da fitte pinete, con una lunga costa in parte frastagliata, in parte sabbiosa, che rappresenta una delle principali prerogative del turismo locale. Questa ampia isola è diventata un importante centro per il turismo di massa solamente negli ultimi cinquant’anni.

Prima di allora, l’isola è stata per secoli una località principalmente dedita alla pesca e all’estrazione della famosa pietra bianca locale, che ancora oggi rappresenta uno dei principali sbocchi economici per questo territorio, subito dopo appunto al turismo. Qua troviamo quella che è considerata la spiaggia più famosa di tutta la Croazia: Zlatni Rat. Oltre a questa spettacolare spiaggia dall’atmosfera paradisiaca l’isola di Brac presenta diversi borghi e villaggi molto caratteristici.

A differenza delle due isole di Hvar e Korcula, quella di Brac è meno mondana ma più caratteristica e tradizionalista, in grado di fare innamorare ogni proprio visitatore. Inoltre, Brac può vantare di essere stata la principale esportatrice di materiale utilizzato per costruzione della ⇒ Casa Bianca di Washington: appunto la pregiata pietra bianca di Brac, utilizzata anche per la realizzazione del Palazzo di Diocleziano a Spalato. Ecco cosa vedere all’Isola di Brac, in Croazia

OneMag-logo
Link-uscita icona Le città balneari più romantiche in Europa

Cosa vedere a Brač: le località da visitare

Belvedere sui piccolo pescherecci attraccati nel pittoresco porto di Bol, località nell'Isola di Brac (Croazia)
Belvedere sui piccolo pescherecci attraccati nel pittoresco porto di Bol, località nell’Isola di Brac (Croazia)

Brač rappresenta a oggi uno dei più importanti centri per il turismo in Croazia, attirando – soprattutto nella stagione estiva – grandi folle di visitatori provenienti da tutto il mondo. Nonostante ciò, l’isola presenta lo stesso un’atmosfera rilassata e intima, in grado di regalare attimi di pura suggestione. Sebbene si tratti (a prima vista) di una semplice isoletta mediterranea, Brač attira così tanti turisti per un semplice motivo: riesce a soddisfare tutti i gusti dei viaggiatori.

È infatti uno splendido luogo per le gite culturali, grazie ai suoi borghi e siti storici, quanto anche una meta perfetta per le vacanze balneari, per via delle sue magnifiche spiagge che la incorniciano, come inoltre un luogo in cui cimentarsi all’escursionismo, per via dei tanti sentieri e luoghi naturalistici davvero d’eccellenza. Una volta preso il traghetto da Spalato la vostra prima destinazione che incontrerete sarà Supetar, il porto di attracco turistico. Scopriamo le località da visitare all’Isola di Brač.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Poreč (Parenzo), Croazia | L’elegante borgo storico dell’Istria

Supetar

Pittoresca vista panoramica su Supetar sull'isola di Brac, Croatia
Pittoresca vista panoramica su Supetar sull’isola di Brac, Croatia

Come anticipato, dopo aver preso il traghetto da Spalato, al termine del breve viaggio in mare (l’unico modo per raggiungere questa isola) si attraccherà a Supetar, nota in italiano con il nome di San Pietro della Brazza. Questa affascinante località rappresenta la capitale amministrativa dell’isola, oltre che appunto il principale porto d’ingresso all’isola.

I traghetti, oltre a portare decine, centinaia di turisti stranieri per ogni tratta, servono anche molte famiglie croate, dato che negli ultimi anni si è particolarmente sviluppata la tendenza di acquistare delle case di villeggiatura nelle isole del proprio paese. Supetar è un’ottima base per esplorare l’isola come è anche di per sé un’ottima destinazione turistica.

A seconda del tempo a disposizione, anche se si è in visita per la sola giornata consigliamo di dedicare un’oretta abbondante a scoprire il suo centro storico, con le stradine in pietra e gli edifici in stile austriaco. È inoltre un’importante luogo per gli eventi culturali, principalmente racchiusi nella stagione estiva e spesso anche gratuiti.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Hvar, l’isola croata tra le più belle al mondo

Bol

Città di Bol sull'isola di Brac vista fronte mare, Dalmazia
Città di Bol sull’isola di Brac vista fronte mare, Dalmazia

Conclusa la visita alla graziosa e pacata Supetar, la seconda visita obbligata è quella a Bol. Sia ben chiaro che dovete dimenticare la tranquilla atmosfera della prima tappa, Bol è il principale centro turistico dell’isola, e per un motivo ben preciso. Di per sé le due cittadine presentano molti elementi in comune, il magnifico lungomare, i ristorantini graziosi e il centro storico ben conservato.

Tuttavia, all’inizio del decennio si è sparsa la voce, su scala mondiale, che questa cittadina ospita una spiaggia assolutamente spettacolare: la Zlatni Rat, che abbiamo già menzionato nell’introduzione e che approfondiremo poco avanti, distante circa 300 metri dal centro storico. Altro importante luogo di riferimento posto negli immediati dintorni di Bol è la Grotta del Drago, le cui pareti sono coperte da bassorilievi dall’origine ancora non chiara, raffiguranti angeli, animali e, appunto, un drago.

Oltre a queste due attrazioni sopra citate, Bol offre la sua città vecchia molto piacevole da visitare che nonostante la mancanza di particolari attrazioni turistiche riesce a intrattenere bene i propri visitatori. A breve distanza dal porto cittadino si può esplorare un Monastero Domenicano, affacciato su due piccole spiagge riparate. Se avete in mente di soggiornare per qualche giorno in questa isola tenete a mente che a Bol ci sono hotel di alto livello, ma più costosi rispetto alla media degli altri borghi di Brac.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Korčula, Croazia | Cosa vedere all’isola di Korčula

Skrip

Chiesa del villaggio di Skrip e vista sulla piazza, Isola di Brac
Chiesa del villaggio di Skrip e vista sulla piazza, Isola di Brac

Non molto distante da Supetar (circa 8 chilometri) troviamo il suggestivo borgo di Skrip. Si tratta del più importante luogo in termini storici dell’Isola di Brac, per il semplice motivo di essere stato il primo insediamento umano sull’isola. Ai suoi albori Skrip si presentava come un villaggio fortificato illiro che fu poi anche popolato dai romani dopo la loro conquista.

Oggigiorno il villaggio si presenta con un centro storico davvero peculiare e caratteristico, formato da antichi edifici pittoreschi costruiti in pietra, presentandosi pressoché deserto anche in estate. Molto interessante è il suo castello, di piccole dimensioni, custodito dalle persone del luogo, che sfrutteranno l’occasione per vendervi i loro prodotti locali: dateci un occhio, perché spesso meritano davvero.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Dubrovnik, la città penisola croata sull’Adriatico

Milna

Vista sul lungomare della città di Milna sull'isola di Brac
Vista sul lungomare della città di Milna sull’isola di Brac

L’ultima cittadina che abbiamo scelto di presentarvi è la magnifica Milna, un piccolo borgo marinaro dal fascino davvero incantevole. Questo magnifico villaggio costiero fonde le proprie radici al XVII secolo e rappresenta una delle località ancora immune (per ora) dal turismo di massa, e per tal motivo è la meta prediletta dai ricchi, come testimoniato dai tanti yacht attraccati nel suo porticciolo. L’ottimo pesce che si può gustare nelle osterie di Milna sono solo il primo elemento per cui meriterebbe visitare la località.

Infatti la cittadina presenta una delle spiagge più belle dell’Isola di Brac: la Baia di Lucica, una piccola cala rocciosa dal fondo sabbioso, bagnata da un mare dalle intense tonalità acquamarina. È inoltre la meta prediletta dagli amanti delle immersioni e degli sport acquatici.

Merita anche visitare il suo centro storico, costruito attorno al profondo porto naturale, lo stesso in cui l’imperatore Diocleziano fece partire lo scavo della pietra bianca con cui realizzò il suo imponente Palazzo a Spalato, considerato uno dei progetti ingegneristici più ambiziosi dell’epoca antica tra quelli affacciati sull’Adriatico. Qua sono presenti due porti protetti e perfettamente attrezzati, elemento che ha reso Milna particolarmente amata dai nautici: non per caso il significato del suo nome è “Valle di mille navi”.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le 10 spiagge più belle della Croazia

La spiaggia di Zlatni Rat (Corno d’Oro)

La spiaggia di Zlatni Rat (Corno d'Oro)

Come promesso, ora che abbiamo terminato di raccontarvi quelle che sono le cittadine da visitare, passiamo ad accompagnarvi presso alcune delle attrazioni più importanti di questo territorio. Brevemente citata nel paragrafo dedicato a Bol, a pochi minuti a piedi dal suo centro storico troviamo la pittoresca spiaggia di Zlatni Rat (Corno d’oro), considerata la principale attrazione dell’Isola di Brac. È molto facile che, in qualche modo, abbiate già visto questa famosissima spiaggia, in quanto è spesso utilizzata come immagine rappresentativa nei depliant pubblicitari della Croazia. La spiaggia si presenta a forma, appunto, di corno ed è completamente rivestita da sabbia dorata, elementi che compongono il suo nome. La spiaggia è avvolta nell’entroterra da una fitta pineta mentre è incorniciata da un incantevole fondale poco profondo, che dall’alto si può individuare attraverso le chiare tonalità turchesi dell’acqua, in confronto a quelle dal blu profondo più lontane.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Morter, la splendida isola della Croazia

Il monte Vidova Gora

Viaggiatrice sulla cima della montagna Vidova Gora nell'isola di Brac in Croazia
Viaggiatrice sulla cima della montagna Vidova Gora nell’isola di Brac in Croazia

Fino ad ora ci siamo focalizzati nello scoprire il magnifico litorale dell’Isola di Brac. In questa isola esiste però un luogo nell’entroterra che andrebbe assolutamente visitato: il Vidova Gora, il principale altopiano di Brac, che tocca quota 778 metri d’altitudine, che oltre a essere la più alta montagna dell’isola rappresenta anche la più alta di tutta la Dalmazia e delle isole croate sull’Adriatico.

La montagna da sola ricopre più della metà dell’isola e si può scorgere la sua imponenza osservandolo da lontano, dalle spiagge di Bol e Murvica. Questo eccezionale luogo è inoltre una nota meta escursionistica oltre che un magnifico punto panoramico. La cima del Vidova Gora probabilmente rappresentava un luogo di culto religioso, come testimonia a presenza di una croce di roccia bianca alta 12 metri e l’antica cappella croata di sv. Vid (San Vito).

OneMag-logo
Link-uscita icona Spalato, cosa visitare nella seconda città della Croazia

La Grotta del Drago

Cappella nella Grotta del Drago vicino a Bol, sull'isola di Brac
Cappella nella Grotta del Drago vicino a Bol, sull’isola di Brac

Giungiamo alla fine del nostro viaggio tra le cose da visitare a Brac presso la misteriosa Grotta del Drago, già menzionata anch’essa nel paragrafo dedicato a Bol, da cui dista circa 5 chilometri. Questa grotta rappresenta un santuario di sacerdoti glagolitici del XV secolo, celebre ancora oggi per i peculiari rilievi scolpiti lungo le pareti interne, di origine incerta, anche se certe fonti citano il fatto che si tratti di un’opera di un frate molto creativo del Quattrocento. Nei suoi venti metri di lunghezza, la grotta divisa in quattro sale presenta diverse sculture dai soggetti variegati, come una Madonna con gli angeli, degli animali e il drago con la bocca aperta che dà il nome al tempio. Possiamo per certo dire che quella alla Grotta del Drago sarà una gita indimenticabile.


 

Condividi su: