Botswana, cosa sapere prima di partire

Botswana, viaggio nell'Africa del sud nella democrazia più longeva di tutto il continente. Viaggiare nel Botswana è relativamente tranquillo e sicuro. Il territorio, indipendente dal 1966, non ha mai subito attacchi terroristici ne tantomeno di particolari guerriglie interne. Entrare nel Botswana è come entrare in un enorme parco naturale dove lo scenario più tipico è quello dei tantissimi animali presenti. Ecco cosa sapere prima di partire per il Botswana.3 min


0
11 condividi
Guida turistica del Botswana

Guida del Botswana, il territorio delle
riserve naturali

icona-articoloSiamo nell’Africa del Sud al confine con Namibia, Zambia Zimbabwe e Sudafrica. E’ un territorio vergine ricco di deserti e di paludi piuttosto difficile da visitare.
Benvenuti nel Botswana.

Visitare il Botswana

Botswana, informazioni turistiche

Viaggiare nel Botswana è relativamente tranquillo e sicuro. Il territorio, indipendente dal 1966, non ha mai subito attacchi terroristici ne tantomeno di particolari guerriglie interne. Il governo, dal canto suo, è riuscito a tutelare anche l’ambiente e oggi il territorio è in parte destinato a riserva naturale. Anche gli ingressi in queste zone sono a numero chiuso garantendo una salvaguardia al territorio nel suo insieme.

Raggiungerlo è piuttosto semplice: in tutto il Botswana ci sono ben 4 aeroporti ma purtroppo nessuno è collegato direttamente con l’Europa. Per arrivare in Botswana infatti occorre fare scalo a Johannesburg, in Sudafrica.

Preventivate un volo compreso tra le 15 e le 24 ore in base agli scali.
Una volta raggiunto però, il Botswana è in grado di offrire strade in buono stato e di muovesi sia con la rete ferroviaria, con autobus e minivan o anche noleggiando un’auto.

Qualunque sia il vostro mezzo di trasporto preparatevi ad immergervi in uno scenario naturale spettacolare e a visitare quello che per antomasia è il turismo in Botswana, ovvero il Delta del fiume Okavango.

Entrare nel Botswana è come entrare in un enorme parco naturale dove lo scenario più tipico è quello dei tantissimi animali presenti. Alzando lo sguardo avrete modo di vedere uccelli dai colori più intensi probabilmente mai visti in vita vostra, tutt’intorno invece è un susseguirsi di giraffe, elefanti, gazzelle ed antilopi. Uno sguardo nei corsi d’acqua invece per ammirare i tanti anfibi presenti.

Informazioni pratiche sul Botswana

Botswana, Chobe Parco Nazionale

Come già indicato il Botswana è un territorio tranquillo senza avvenimenti particolari in corso. Questo naturalmente non significa che non occorra avere prudenza specie nelle ore notturne, ma in linea generale un viaggio in Botswana non ha particolari misure di sicurezza ad adottare.

La lingua ufficiale è l’inglese mentre la religione maggiormente diffusa è l’animismo a cui si associa una percentuale inferiore al 20% di cattolici e protestanti.
La moneta è la Pula, abbreviata in BWP, e 1 Euro corrisponde circa a 9 Pule.

L‘ingresso in Paese avviene con un passaporto con almeno ulteriori 6 mesi di validità senza nessun visto. A livello di vaccinazioni nessuna è obbligatoria ma è consigliata quella contro la malaria associando anche una assicurazione sanitaria in grado di prevedere anche il rientro in caso di malattia.

La consueta precauzione di tutti i paesi africani, ovvero quella di consumare acqua in bottiglia chiusa, vale anche per il Botswana. Qua tuttavia l’acqua risulta potabile anche quella distribuita dai locali acquedotti ma meglio indirizzarsi, ove possibile, su acqua commercializzata.

https://youtu.be/E3DCsEd3Kbs

La malattia più frequente è l’Aids, il Botswana è infatti il Paese africano più interessato dal virus.

Il Botswana appartiene all’emisfero australe e le stagioni sono opposte alle nostre. Considerate un viaggio tra il periodo di Aprile fino alla fine di ottobre mentre sconsigliato è il periodo delle piogge, che inizia a novembre e termina a marzo.

Souvenirs

Botswana, artigianato locale

Interessante per il turista la possibilità di acquistare artigianato locale direttamente dalle tribù. Qui sarà infatti possibile scegliere tra sculture, vasi in terracotta o anche tessuti.

Potreste anche valutare l’acquisto di collane o anche di gioielli.
Facile trovare prodotti di legno di mopane, quello più diffuso, intagliato. Comuni anche le statue di animali o i prodotti tipici boscimani come archi e frecce.
Il costo della vita è relativamente alto nelle zone turistiche, non sempre il prezzo di un souvenir è conveniente.

Del resto il Botswana è il paese principale produttore di diamanti e, anche se gli abitanti vivono con un reddito modesto, sono diventati abili commercianti e, a differenza di altre zone dell’Africa, la contrattazione è meno diffusa.
Non mancate di visitare i mercati tradizionali di Etsha e anche di Thamaga ma anche della capitale, Gaborone, in grado di offrire shopping di qualità.

Cosa fare nel Botswana

Botswana, safari

Le città densamente popolate offrono tutte le principali attrazioni per il turista. Semplice trovare un ristorante o anche visitare un museo o più banalmente andare a teatro.
Diverse attrazioni sono comuni nel Botswana, dal safari fotografico fino ad una escursione a cavallo.

Se volete partecipare ad un safari tradizionale vestitevi leggeri con i consueti colori neutri accompagnando il tutto con scarponi, giacca a vento, crema solare e l’immancabile binocolo.


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
11 condividi