Boston, la guida completa della metropoli USA

Cosa vedere a Boston, guida completa alla più grande città del Massachusetts, nota per il suo importante passato come protagonista nella Rivoluzione Americana, evento storico che viene testimoniato lungo il Freedom Trail, un percorso di 16 tappe in cui si visitano le attrazioni storiche legate all'Indipendenza. Boston è inoltre la sede di due dei più importanti atenei universitari del mondo, il MIT ed Harvard, dove hanno sede rispettivamente anche i musei. Gli stessi musei rappresentano una caratteristica di notevole importanza per la cultura e il turismo a Boston, in particolare il Museo delle Belle Arti, in cui sono esposte 450 mila opere. Ecco la guida completa su Boston, la storica città statunitense.3 min


Boston, cosa vedere nella città degli USA

Guida di Boston, USA

icona-articolo

Guida completa su cosa vedere a Boston, Stati Uniti d’America.
Città protagonista della Rivoluzione Americana, Boston è una città accogliente e all’avanguardia ma che non dimentica il suo passato storico e protagonista dell’Indipendenza degli Stati Uniti.
Ogni anno infatti sono numerosi i turisti che la scelgono proprio per il suo ruolo fondamentale nella Rivoluzione Americana. E’ proprio qua che è nata la Guerra d’Indipendenza dalla Gran Bretagna e oggi è la culla di molti degli edifici storici che hanno segnato la nascita del Paese.

George Washington, Litografia
George Washington (1732 – 1799) – Litografia di Nathaniel Currier

Basterà infatti passeggiare lungo le strade acciottolate su cui si affacciano gli edifici di mattoni rossi per ritrovare alcuni dei momenti storici fondamentali per la storia americana.
Provate a seguire il percorso denominato Freedom Trail, il sentiero della libertà, per camminare negli stessi luoghi dove hanno passeggiato Benjamin Franklin o George Washington.
Qui avrete modo di trovare anche numerosi musei che vi aiuteranno a comprendere la storia non solo della città ma di tutto il popolo americano.

Cosa vedere a BostonNel percorso affrontato ogni anno da quasi 20 milioni di turisti imparerete anche a scoprire come la città oggi sia tra le più innovative degli USA, grazie a numerosi centri scientifici e all’avanguardia. Boston è anche perfetta per vivere, una città giovane grazie alle Università, sportiva grazie ai tanti centri realizzati e amante del cibo, grazie a una offerta gastronomica di alta qualità.
Basta sedersi qualche minuto e prepararsi a scoprire una città molto ospitale.
Di seguito abbiamo creato una guida completa su Boston: cosa vedere, cosa fare e consigli utili per godersi appieno la avveniristica metropoli del Massachusetts.

Boston e lo shopping

Cosa vedere a BostonBoston non è una città particolarmente nota per lo shopping, come potrebbe esserlo New York o Los Angeles. Non è una città dove aspettarsi grandi centri commerciali ma ovviamente siamo comunque in una città americana e non sarà difficile trovare qualche angolo dove potersi dedicate agli acquisti.
Del macchina fotograficaQuincy Market ne abbiamo già parlato sopra e lo stesso dicasi per Newbury Street, anche se in tema di shopping quest’ultimo è in grado di proporre interi isolati ricchi di negozi, alcuni di alta moda, dove trovare praticamente ogni cosa.

OneMag-logo
New York City, le attrazioni da non perdere

La guida di Boston
Il Freedom Trail

Cosa vedere a Boston
Il viaggio di ogni turista in visita a Boston dovrebbe proprio iniziare dal macchina fotograficaFreedom Trail, il viaggio attraverso la storia degli Stati Uniti.
Non dovrete far altro che seguire la linea rossa per farvi accompagnare lungo il percorso ricco di fermate, dove troverete un blocco di metallo che significa che proprio dove vi trovate c’è qualcosa da vedere. E’ semplice, anche se a volte il flusso dei visitatori potrebbe mettervi in difficoltà, senza bisogno di alcuna mappa potrete iniziare autonomamente la vostra scoperta delle cose da vedere a Boston.
Siete pronti a iniziare il Freedom Trail? Andiamo.

Boston Common

Cosa vedere a BostonIl punto di partenza è il macchina fotograficaBoston Common, il primo parco pubblico degli States dove le Redcoats, le truppe britanniche, allestirono vari  campi per dare il via alle battaglie per l’indipendenza.
Ancora oggi il parco è sede di importanti avvenimenti, qui è dove Martin Luther King fece il suo famoso discorso, cosi come anche papa Giovanni Paolo II.
Perfetto da vedere durante l’autunno, nel periodo di foliage, in estate regala frescura mentre in inverno al suo interno viene allestita una pista di pattinaggio.
Qualunque sia il periodo di visita preparatevi a trovare diverse guide in costume d’epoca pronti a raccontarvi ogni avvenimento. Il Freedom Trail, del resto, ha senso se si possono comprendere gli avvenimenti che interessano tutte le 16 fermate.
Ricordate che per percorrere i 4 km del percorso e visitare gli annessi musei dovete preventivare un’intera giornata. Naturalmente meglio se riuscite a suddividerlo in un paio di giorni.

OneMag-logo
Muoversi a Boston, guida ai trasporti pubblici

Massachusetts State House

Cosa vedere a Boston
Caratterizzata da una grande cupola dorata, la seconda tappa del Freedom Trail e l’edificio noto come macchina fotograficaMassachussetts State House.
Siamo nel quartiere di Beacon Hill, ci troviamo nella sede del governo del Massachussetts durante la Rivoluzione Americana.
Tra le cose da vedere a Boston, il Massachussetts State House è aperto al pubblico e sarà possibile ammirare da vicino la cupola e la sua storia, inizialmente realizzata in legno, poi in rame nel 1802 e nel 1874 con oro. L’oro venne rimosso durante la seconda guerra mondiale, per evitare di facilitare attacchi aerei e solo nel recente restauro del 1997 è tornata ad avere una copertura dorata.

Park Street Church

Cosa vedere a Boston

La macchina fotografica Park Street Church venne fondata nel 1809 su quello che in precedenza era il granaio della città.
Caratterizzata da una bellissima torre bianca, alta 66 metri, per lungo tempo fu il riferimento per ogni viaggiatore che voleva raggiungere la capitale del Massachussetts, visibile da molto lontano.
La terza fermata del Freedom Trail ci racconta le proteste dei diritti umani avvenute proprio qua di fronte. Davanti alla Park Street Church si tenne il noto discorso dell’abolizionista William Lloyd Garrison che nel 1829 chiese a gran voce la fine della schiavitù negli Stati Uniti.

OneMag-logo
Cosa vedere a Los Angeles, la guida completa

Granary Burying Ground

Cosa vedere a BostonLa quarta tappa del Freedom Trail è il macchina fotograficaGranary Burying Ground, il cimitero dove sono sepolti alcuni tra i più grandi personaggi di Boston.
Oltre duemila sono le lapidi qua presenti, tra cui quella di Samuel Adams,John Hancock e Robert Treat Paine, i tre firmatari dell’indipendenza americana.
Il cimitero è particolarmente apprezzabile anche come parco.

OneMag-logo
Dove mangiare a Boston, guida alla gastronomia della città

King Chapel

Cosa vedere a BostonCostruita nel 1754, la macchina fotograficaKing’s Chapel di Boston è uno dei migliori esempi di architettura coloniale nel Massachusetts. Progettata dall’architetto Peter Harrison e dal 1960 inserita nei Siti d’Interesse Architettonico degli Stati Uniti.

L’edificio sorge sul sito di una preesistente chiesa, costruita circa un secolo prima dell’attuale. La caratteristica di maggior rilievo è l’utilizzo della pietra, che sostituì il legno della precedente struttura. Lo stesso legno utilizzato per il primo edificio venne poi spedito in Nuova Scozia, dove venne costruita una chiesa anglicana, poi incendiata nella notte di Halloween del 2001.

A seguito della Rivoluzione Americana l’edificio rimase inutilizzato e fu popolarmente rinominato “Cappella di Pietra“, proprio a causa della sua insolita struttura.
La King’s Chapel, quinta tappa del Freedom Trail, è collocata all’interno del più antico cimitero di Boston ed è la prima chiesa anglicana ad essere stata costruita in città.
Al suo interno ospita la tomba del primo governatore del Massachusetts, John Winthrop, e della prima donna europea ad aver messo piede negli Stati Uniti, Mary Chilton.

Boston Latin School

Cosa vedere a BostonLa Boston Latin School, fondata nel 1635, è la scuola pubblica più antica degli Stati Uniti d’America. L’edificio originale è stato demolito nel 1745 ma sono rimasti i magnifici mosaici sulla pavimentazione.
All’interno della sesta tappa del Freedom Trail troviamo la statua dedicata a Benjamin Franklin che qui ha studiato, insieme a Samuel Adams e John Hancock, i tre firmatari della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

Old Corner Bookstore

Cosa vedere a BostonLa macchina fotograficaOld Corner Bookstore, settima tappa del Freedom Trail, è la più antica attività commerciale della città. Costruita nel 1718 e adibita originariamente come farmacia, venne trasformata in libreria circa un secolo dopo, nel 1829, quando Boston divenne uno dei punti di riferimento negli USA per la produzione letteraria.

La libreria editrice si occupò della produzione e commercializzazione di opere scritte da Charles Dickens, Henry Wadsworth Longfellow e Nathaniel Hawthorne, tra i tanti nomi.
Durante il XVII secolo la libreria fu utilizzata da Anna Hutchinson, teologa inglese puritana per pubblicazioni religiose. Venne però presto espulsa da Boston, quando ancora il territorio era governato da Nuovi Paesi Bassi.

La Old Corner Bookstore rischiò, a circa metà del secolo scorso, la demolizione.
L’amministrazione ritenne infatti di voler costruire al suo posto un grande parcheggio. L’opera venne contestata e bloccata da numerosi cittadini, ragione per cui oggi è ancora visibile all’interno del Freedom Trail.

OneMag-logo
Dove dormire a Boston, guida pratica

Old South Meeting House

Cosa vedere a BostonThe macchina fotograficaOld South Meeting House è l’ottava tappa del Freedom Trail. Costruito nel 1729, l’edificio è stato per lungo tempo il luogo di ritrovo dei puritani e il luogo che ha visto numerosi importanti eventi dell’Indipendenza Americana.
Il più importante evento è il noto Boston Tea Party del 1773.

Durante l’incontro i coloni guidati da Samuel Adams, stanchi di pagare le tasse al governo britannico, decisero di buttare nell’oceano diverse tonnellate di tè dalla nave attraccata nel porto di Boston. L’atto di ribellione può essere considerato l’inizio della Rivoluzione Americana del 1775.
Oggi l’Old South Meeting House è un piccolo museo aperto al pubblico per visite guidate. Qui viene raccontata la storia dell’Indipendenza degli Stati Uniti e viene mostrato un modello 3D di Boston nel periodo coloniale.
Ogni 16 Dicembre il museo propone la ricostruzione teatrale del Boston Tea Party del 1773.

Old State House

Cosa vedere a BostonCostruito nel 1713, macchina fotograficaThe Old State House è la nona tappa del Freedom Trail.
L’edificio è noto per essere stato il luogo dove sono state prese decisioni politiche e sociali storicamente decisive nella Rivoluzione americana.
I dibattiti sono stati condotti da figure come Samuel e John Adams, James Otis e John Hancock.

Nell’Old State House è avvenuto anche uno dei tragici eventi che hanno caratterizzato la conquista dell’Indipendenza. Noto come il Massacro di Boston, è stato un episodio della storia statunitense, durante il quale hanno perso vita i cinque civili per mano delle truppe britanniche. Il tutto è avvenuto nel 5 marzo del 1770.
Il 18 luglio del 1776 dal balcone della Old State House è stata letta per la prima volta la Dichiarazione di Indipendenza.

Boston Massacre Monument

Decima tappa del Freedom Trail, il Boston Massacre Monument è situato nel Common Park ed è un monumento alla memoria delle vittime del Massacro di Boston. Il monumento si compone con una figura femminile allegorica che rappresenta lo Spirito della Rivoluzione. La statua poggia su una base di granito ed è coronata da un alto obelisco, altrettanto costruito in granito.

La figura femminile, inoltre, si caratterizza per il suo braccio destro, innalzato verso il cielo, dentro la cui mano tiene una parte di catena spezzata. Il monumento si completa con la rappresentazione di un’aquila, poggiata sul piede sinistro, pronta a spiccare il volo.

Faneuil Hall

Cosa vedere a BostonL’edificiomacchina fotograficaFanueil Hall è stato costruito nel 1742 dal mercante Peter Fanueil allo scopo di essere un grande mercato. Presente proprio di fronte al Quincy Market, con il tempo è diventato l’undicesima tappa del Freedom Trail.
Proprio qua infatti Samuel Adams e James Otis hanno tenuto importanti discorsi al popolo, inerenti sempre alla tanto cercata indipendenza.
Per questa ragione l’edificio e il luogo antistante è soprannominato la “culla della libertà“.
Ancora oggi, il mercato di mattoni rossi con la cornice bianca che risalta sulla facciata, è il luogo dove vengono organizzati incontri e eventi politici.

All’interno troviamo alcuni negozi, un piccolo museo e una grande sala per riunioni, il tutto sorvegliato dagli occhi della statua di Samuel Adams.

Paul Revere House

Cosa vedere a BostonProseguiamo nella dodicesima tappa del Freedom Trail presso la macchina fotograficaPaul Revere House, la casa in cui alloggiò il patriota americano Paul Revere durante la Rivoluzione Americana.
Inserita nei National Historic Landmark nel 1961, la Paul Revere House è inoltre la più antica abitazione del West End cittadino.

Paul Rever è rinomato nella storia americana per aver avvertito i ribelli sull’arrivo delle truppe inglesi, partite da Boston, dirette a Lexington e Concord.
L’edificio si caratterizza per la sua architettura tipica georgiana, completamente restaurata agli inizi del ‘900.

Old North Church

Cosa vedere a BostonLa macchina fotograficaOld North Church è la chiesa ancora operativa più antica di Boston ed è la tredicesima tappa del Freedom Trail.
Costruita nel 1723, durante la Rivoluzione americana è stata una delle più importanti protagoniste dell’avvenimento.

Proprio dalla cima della torre nord i padri fondatori venivano avvisati dell’arrivo delle truppe britanniche con una lanterna. Un solo bagliore segnalava l’arrivo del nemico via terra, due informava che l’agguato avveniva via mare.

Il sistema di allerta è stato fondamentale durante il Midnight Ride di Paul Revere, messaggero e patriota durante la Rivoluzione. In quel frangente sia Samuel Adams che John Hancock vennero avvisati del loro imminente arresto da parte delle truppe britanniche.
Il campanile della Old North Church di 58 metri di altezza è il più alto della città di Boston.

Copp’s Hill Burying Ground

Cosa vedere a BostonNell’area settentrionale del West End troviamo il macchina fotograficaCopp’s Hill Burying Ground, il secondo cimitero a essere stato costruito a Boston.
In particolare, il Copp’s Hill Burying Ground si caratterizza per i numerosi partigiani e ribelli sepolti, gli stessi che contribuirono alla Rivoluzione Americana.

Qua riposano in pace oltre 1000 afroamericani della Nuova Guinea che in vita erano in schiavitù e, infine, Robert Newman, responsabile delle lanterne che hanno indirizzato il messaggero Paul Revere.

USS Constitution

Cosa vedere a Boston

La macchina fotograficaUSS Constitution, l’elegante fregata ancorata a Boston è la quindicesima tappa del Freedom Trail. Ancora oggi  non ha perso il suo fascino dei tempi delle guerre combattute in città.
Dall’anno della sua prima messa in mare, nel 1797, la USS Contitution non ha mai perso alcuna battaglia.

Il più importante combattimento è avvenuto nel 1812 durante la guerra tra gli Stati Uniti e il Regno Unito. La fregata ha dominato su quattro navi britanniche e si è guadagnata il soprannome di ‘Vecchio Ironsides‘.
La USS Constitution è una delle sei navi commissionate da George Washington per proteggere gli interessi marittimi del Paese da poco diventato indipendente.
Attualmente è la più antica nave da guerra operativa al mondo e di tanto in tanto lascia il porto di Boston per missioni diplomatiche.

Bunker Hill Monument

Cosa vedere a BostonUltima tappa del Freedom, il Bunker Hill Monument è uno dei monumenti più alti del Massachusetts.
Parliamo di un obelisco, alto 67 metri, costruito in memoria alla battaglia di Bunker Hill, tenutesi il 17 giugno del 1775 e ricordata per essere stata la prima delle grandi battaglie tra i patrioti e le truppe britanniche.

Il monumento è stato eretto tra il 1825 e il 1843, venendo poi completamente ristrutturato nel 2007, con un’intensa opera di rinnovamento costata quasi 4 milioni di dollari. Il sito, inoltre, è sede del Bunker Hill Museum, completamente gratuito e dedicato non solo alla battaglia, ma a tutti gli eventi avvenuti nel giugno del 1775.

OneMag-logo
I grandi laghi del Nord America

Cosa vedere a Boston
Le altre attrazioni

Cosa vedere a Boston


New England Aquarium

Cosa vedere a BostonTra le cose da vedere a Boston, usciamo dal circuito del Freedom Trail per conoscere le altre attrazioni. Siamo a soli 3 isolati dallo storico Faneuil Hall, visto precedentemente, per raggiungere il New England Aquarium, una delle destinazioni più popolari. Servita dalla linea blu della metropolitana, fermata Aquarium, questa è l’attrazione perfetta per le famiglie, dove poter ammirare i mammiferi e i pesci ospitati, tra cui una enorme vasca di 3 piani dove all’interno sono ospitati alcuni tra i cetacei più importanti.
Otarie, lontre marine e tanto altro è ciò che vi attende al suo interno.

Sito ufficiale del ⇒ New England Aquarium

Boston Harbor Islands

Cosa vedere a BostonAltra attrazione perfetta da essere visitata in famiglia sono le Boston Harbor Islands, raggiungibili in traghetto. Parliamo di una trentina di piccole isole che rappresentano uno dei polmoni verdi più importanti di Boston.
Dal 1996 le 34 isole, questo il numero preciso, sono annoverate tra le Aree Protette statunitensi e, nonostante un piccolo viaggio di poco più di mezzora, la sensazione di essere stati proiettati davvero lontano è molto forte.

Tra le varie isole meritano soprattutto Little Brewster Island, l’unica isola dove è ancora presente del personale, a custodia del Boston Light, il faro più antico del mondo.
Tra le isole delle Boston Harbor Islands merita anche la Georges Island dove nel 1847 venne costruito il Fort Warren, la prigione utilizzata durante la Guerra Civile.
Tra le isole dove è la natura la vera protagonistra troviamo Grape, nota per essere la terra dove venne combattuta l’omonima battaglia durante l’assedio di Boston, quando gli inglesi furono costretti a ritirarsi.

OneMag-logo
Quando visitare Boston, guida pratica al clima della città

Samuel Adams Brewery

Samuel Adams Brewery

Collocato nella zona meridionale di Boston, nel quartiere di Egleston Square, la Samuel Adams Brewery è tra le più antiche fabbriche di birra degli Stati Uniti.
Annessa alla birreria, la fabbrica propone ai visitatori un’interessante tour di un paio d’ore dedicato alla storia e alle tecniche di produzione della birra, intitolata a Samuel Adams, personaggio storico tra i protagonisti nella Rivoluzione Americana. 

Non mancano, ovviamente, le degustazioni, perfette per scoprire una birra tra le più bevute a Boston.
Per raggiungere la Samuel Adams Brewery è necessario prendere la linea Arancione, scendendo alla fermata di Stony Brook

Copley Square

Cosa vedere a Boston: Copley Square

Copley Square è una delle più importanti piazze della città di Boston, collocata nel quartiere di Back Bay e intitolata al pittore anglo-americano John Singleton Copley.
Fino al 1883, Copley Square era conosciuta come Art Square, essendo a suo tempo sede di alcune tra le più importanti istituzioni culturali e scientifiche. Tra le più importanti l’Harvard Medical School, tra le prime università di medicina, e il New England Museum of Natural History, oggi Museo della Scienza.

Oggi tutte le istituzioni sono state trasferite a Cambridge ma il valore di Copley Square è rimasto immutato nel tempo.

– Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità, BostonImperdibile tanto quanto maestosa, la Chiesa della Trinità sorge sul lato orientale di Copley Square ed è uno dei più importanti edifici di culto di Boston.
Costruita su progetto dell’architetto Henry Hobson Richardson, la Chiesa della Trinità è il massimo esempio al mondo dello stile romanico richardsoniano. La sua costruzione è avvenuta tra il 1872 e il 1877 e fa parte della Diocesi episcopale del Massachusetts.

I musei di Boston

Se avete già affrontato la Freedom Trail avrete già avuto modo di aver conosciuto buona parte della storia degli Stati Uniti. Ogni strada da queste parti propone ricordi di Benjamin Franklin e George Washington.
Nonostante ciò sono i musei il vero patrimonio nascosto da scoprire, pronti sia a conoscere fino in fondo la storia degli Stati Uniti ma anche a scoprire altre perle, magari meno evidenti.
Ecco i musei imperdibili di Boston.

– Museo delle Belle Arti

Cosa vedere a BostonCaratterizzato da un’esposizione di 450 mila opere, il Museo delle Belle Arti di Boston è il più ricco dei centri culturali, di questo genere, delle Americhe.
Con circa un milione di visitatori l’anno, il Museo delle Belle Arti è di importanza mondiale nonché uno dei più antichi degli Stati Uniti.

La sua fondazione avvenne nel 1870 e successivamente trasferito nella sua attuale sede nel 1909. Annesso al centro culturale è presente anche un’accademia artistica, la Boston School of the Museum of Fine Arts, gemella della Nagoya Museum of Fine Arts, situata nell’omonima città giapponese. 
Al suo interno trovano spazio opere dell’antico Egitto e della Grecia Arcaica.
Da menzionare anche la Madonna dell’umiltà, capolavoro firmato da Donatello, Il pittore nello studio, opera di Rembrandt, e Il postino Joseph Roulin, di Vincent Van Gogh.

– Istituto d’arte contemporanea

Cosa vedere a BostonSecondo museo tra le cose da vedere a Boston è l’Institute of Contemporary Art, fondato come sede satellite del Museum of Modern Art di New York.
L’istituto, nel corso degli anni, si è focalizzato nel promuovere gli artisti emergenti, locali e non, affinché le arti venissero valorizzate anche ai giorni nostri. Lo splendido edificio dell’istituto, facilmente riconoscibile per la sua moderna architettura, è stato costruito nel 2006 ed ha un’estensione interna di circa 6000 mq

Dai suoi panoramici corridoi totalmente vetrati si accede alla mostra, dentro cui sono esposte opere, tra gli altri, di Andy Warhol, Picasso, Egon Schiele, Sherman e Francis Bacon.

– Museo del MIT

Cosa vedere a BostonFondato nel 1971, il MIT Museum ha sede presso l’Ateneo della celebre università, a Cambridge.
Al suo interno è esposta una ricca mostra dedicata principalmente alla tecnologia, da cui si sviluppano varie sale più settoriali.

Il Museo del MIT vanta la più grande collezione orografica al mondo, con oltre 1800 componenti, e dal 2014 è presente la sala dedicata alla Fotografia ad Alta Velocità Harold Edgerton, unica al mondo.
A completare il Museo del MIT è presente un’interessante collezione fotografica e aree legate alla robotica, all’intelligenza artificiale e alle scienze applicate in generale.

– Museo di storia naturale di Harvard

Cosa vedere a BostonQuarto museo da inserire tra le cose da vedere a Boston troviamo il Museo di storia naturale di Harvard, collocato anch’esso presso l’ateneo universitario.
Il Museo di storia naturale di Harvard è suddiviso in tre macro aree.

  • Harvard University Herbaria: la sezione botanica del museo, fondata nel 1842 e una delle 10 più grandi del mondo del suo genere, con oltre 5 milioni di oggetti esposti, tra cui numerose specie floreali.
  • Museum of Comparative Zoology: abbreviato in MCZ, qua sono esposti oltre 21 milioni di campioni zoologici, tra fossili, conchiglie, invertebrati, uccelli, mammiferi e pesci di ogni dimensione.
  • Mineralogical and Geological Museum at Harvard: terza e ultima esposizione, dedicata interamente alla mineralogia e alla geologia.

[td_block_image_box image_item0=”48548″ image_title_item0=”Scopri Boston” custom_url_item0=”https://www.onemag.it/boston” tdc_css=””]

Like it? Share with your friends!