Bormio, acque termali e piste innevate

Bormio, acque termali e piste innevate, ecco un piccolo gioiello delle montagne lombarde. Tra le cose da vedere a Bormio segnaliamo Bagni Vecchi e Bagni Nuovi dove rigenerarsi nelle calde acque termali, la Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio, la Torre della Bajiona e l'anfiteatro del 14° secolo chiamato kuèrc. Tra le cose da visitare a Bormio ricordiamo il ponte di Combo, il Forte Venini, conosciuto anche come Forte di Oga, la Riserva Naturale del Paluacci e la via Roma, la via dello shopping per eccellenza. Ecco cosa vedere a Bormio tra le acque termali e le piste innevate.

Guida di Bormio

icona-articoloVisitare Bormio significa scoprire un piccolo gioiello delle montagne dove praticare sport invernali o rinfrescarsi durante l’estate rovente.
Questa località turistica è famosa per le sue terme chiamate Bagni Vecchi e Bagni Nuovi. Qui ogni anno migliaia di turisti e abitanti si rigenerano nelle calde acque termali di Bormio. I Bagni Vecchi, le sorgenti millenarie con le grotte, erano conosciute già dai romani e citate da Plinio il Vecchio nella sua opera Naturalis Historia. Nel tomo Plinio affermava che immergendosi nelle acque calde delle grotte si usciva rinnovati sia nel corpo che nell’anima.

Nel 19° secolo Bormio si è sviluppata come località turistica per eccellenza.
Qui si poteva sciare, andare in bicicletta godendosi il panorama offerto dalle magnifiche montagne, fare bagni termali oppure semplici escursioni adatte per tutti i gusti. Proprio come oggi.
Bormio è piena di stradine strette e curvanti fatte di ciottolato che permettono di esplorare la località in ogni direzione. Camminando lungo queste stradine si trovano chiesette, antichi ponti e palazzi con una storia anche secolare e oggi abitate.

Che cosa vedere e fare a Bormio

Via Roma a Bormio
Via Roma

Il centro di Bormio è costituito da una bella larga e lunga via pedonale, la Via Roma, dove fare delle belle passeggiate godendosi l’aria frizzantina della montagna oppure shopping. Qua infatti è possibile fare acquisti di ogni genere, dall’abbigliamento ai prodotti tipici ai vari manufatti artigianali. Potrebbe essere la via ideale dove acquistare un souvenir, avrete l’imbarazzo della scelta.

Iniziamo ad esplorare Bormio partenzo dal principale luogo di culto posto sulla piccola rialzata nella piazza del Kuèrc, in passato considerata il centro cittadino. Stiamo parlando della Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio menzionata già nel 9° secolo e che nel tempo è stata distrutta e ricostruita diverse volte.

Il vero centro di Bormio odierno è considerato la Torre della Bajiona, il simbolo della città. Il nome Bajona deriva dalla gigantesca campana posta sulla torre i cui ritocchi radunavano la popolazione delle valli per gli eventi speciali. Oggi viene utilizzata solamente per annunciare le ore principali della giornata. La Torre è ricoperta dallo stemma antico di Bormio e la meridiana che indica le direzioni geografiche.
Nella stessa piazza troviamo un anfiteatro del 14° secolo chiamato kuèrc, da cui il nome della piazza, abbellito dalla grondaia a forma di drago.

OneMag-logo
I parchi naturali più belli del Nord Italia

Il ponte di Combo

Bormio, Ponte di Combo

Il ponte di Combo è una storica realizzazione della fine del 15° secolo in pietra e calce ed è il monumento più fotografato a Bormio. Secoli fa aveva funzione di dogana per coloro che arrivavano dalla Repubblica di Venezia attraversando il Passo Gavia.

OneMag-logo
Piuro, il borgo della Valchiavenna

Il Forte Venini

Torri di Fraele
Torri di Fraele

Il Forte Venini, conosciuto anche come Forte di Oga, si trova in Valdisotto a pochi chilometri da Bormio. La costruzione è stata posta in un punto molto strategico da dove si osservavano il passo del Foscagno, le Torri di Fraele, il passo dello Stelvio e quello di Valfurva.

In passato era utilizzato come postazione di difesa per proteggere il confine italiano da quello austriaco. In cima, ancora oggi, trovavano spazio cannoni a lunga gittata.
Il forte si trova ai margini della Riserva Naturale del Paluacci dove gli amanti della natura possono osservare specie della vegetazione in estinzione.

OneMag-logo
Aprica, trekking e free climbing

Le attività invernali di Bormio

Bormio, piste da sci

Bormio è un comprensorio di circa 50 km di piste che si estendono da 1200 metri fino a 3000 metri di altezza ed è considerata una delle mete sciistiche più aprezzate dell’arco alpino.
Da notare che qua è possibile sciare anche durante il periodo estivo grazie al ghiacciaio dello Stelvio.

Di notte le piste Genziana e Stelvio sono inoltre illuminate garantendo una esperienza davvero unica ed affascinante.
Per gli amanti dello sci nordico sono state costruite le piste sul Vallecetta e nella piana dell’Alute, poco distante da San Colombano e Valdidentro.

OneMag-logo
Cosa vedere a Sondrio, capoluogo della Valtellina

Le attività estive di Bormio

Bormio, bicicletta

Bormio è un eccellente luogo di villeggiatura con una giusta dose di relax ed attività sportiva.
All’interno del Parco Naturale dello Stelvio si trova una fitta rete di sentieri dove praticare escursioni sia con percorsi brevi che di maggiore durata. Qui si trovano anche diversi punti di riposo e rifugi.
Gli appassionati di mountain bike potranno invece sfidare la montagna in tutta la sua imponenza sui percorsi organizzati.

OneMag-logo
Lago di Como, tra natura e castelli

Gli eventi di Bormio

Bormio, natale

Passare le vacanze a Bormio tra la vigilia di Natale e l’Epifania è qualcosa di indimenticabile.
Proprio in questo periodo vige una antichissima tradizione tra gli abitanti,  quella di salutarsi con una espressione dialettale ‘gabinat’. Il termine, di derivazione tedesca gabe-nacht (notte dei doni), indica proprio il giorno dell’Epifania.

Chi primo pronuncia il termine riceve un dono dall’altro. Il perdente avrà poi tempo fino al 17 gennaio, Sant’Antonio e giorno in cui inizia il carnevale, per pagare il debito contratto.
Oggi è più che altro un simpatico modo per i più piccoli per cogliere di sorpresa gli amichetti e garantirsi un piccolo dono.

Se siete da queste parti durante questo periodo ricordate inoltre di visitare i bellissimi mercatini di Natale e di visitare l’intero circondario addobbato come un meraviglioso villaggio fatato.

Condividi su: