Cosa vedere a Bonifati in Calabria

Bonifati, Calabria | Guida su cosa vedere


Condividi su:

Cosa vedere a Bonifati, Calabria

→ Riviera dei Cedri | Cosa vedere alla Riviera dei Cedri
Cosa vedere a Bonifati, mappa
© Yandex maps

icona-articoloBonifati è uno dei borghi di montagna posto nel territorio della Riviera dei Cedri. Ci troviamo nell’Alto Tirreno Cosentino, in Calabria, a breve distanza da alcune delle località balneari più importanti della regione. La graziosa località si sviluppa lungo una dorsale di un altopiano, nell’immediato entroterra, con un prezioso panorama che spazia sul Mar Tirreno. Il centro urbano, sebbene sia prevalentemente focalizzato in montagna, si estende per un breve tratto lungo il litorale. Il nucleo storico, sicuramente tra i più interessanti nel suo genere nella Riviera dei Cedri, è ubicato a 430 metri sul livello del mare.

A contornare il centro storico vi sono ben 7 tra frazioni e località. Una tra le più interessanti senza dubbio Cittadella del Capo, la frazione che si estende lungo il Mar Tirreno, ricca di hotel e luoghi di svago. Bonifati è una destinazione completa sotto tutti i punti di vista, dal suo centro storico interessante sino alla vicinanza con imperdibili località della Riviera dei Cedri.
Pronti a scoprire questo borgo? Ecco cosa vedere a Bonifati.

Cenni storici

La località di Bonifati, affermata destinazione turistica di particolare interesse, risale al VI secolo a.C., fondata dai Focesi di Lidia, giunti dall’Asia Minore dopo la sconfitta in guerra contro i Persiani. Erotodo, padre della storia [secondo Cicerone], citò in uno dei sui libri l’ascesa in Calabria dei Focesi, in fuga e diretti verso Reggio Calabria, questo intorno al 540 a.C.

Dell’antichissima Bonifati però non rimane più nulla. Infatti i normanni, giunti in Calabria tra il X e il XI secolo, la distrussero, fondando cosi il primo insediamento della località che possiamo visitare oggi. Per secoli interi Bonifati ebbe secondaria importanza nella Riviera dei Cedri. Solamente nel tardo XIX secolo ma soprattutto nel XX secolo la località crebbe sia in estensione che in numero di abitanti.

Come per tutte le località della Riviera dei Cedri, Bonifati è stata valorizzata notevolmente in termini turistici nella seconda metà del secolo scorso. Grazie all’ascesa del turismo di massa, Bonifati è stata dotata di strutture, edifici, sentieri e molto altro ancora per intrattenere i propri visitatori. Oggi, in totale, a Bonifati risiedono poco più di duemila persone.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitiamo Belvedere Marittimo, uno dei borghi della Riviera dei Cedri

Cosa vedere a Bonifati

Cosa vedere a Bonifati, CalabriaIl fulcro storico di Bonifati è conservato nella Marineria del Greco, laddove fino agli anni ’60 vi era una numerosa comunità di pescatori. In questa località, di ineguagliabile bellezza, troviamo un piccolo museo contadino, la Chiesa Madonna della Greca e un particolare presepe permanente. Consigliamo di percorrere poi i Gradini di San Vincenzo, un tratto di una vecchia mulattiera, e il sentiero pedonale che collega la frazione di Torrevecchia a Cirimarco. In particolare, questo sentiero pedonale si distingue tra i molti della Riviera dei Cedri per la sua egregia conservazione, rara e unica nel suo genere.

Il vero simbolo di Bonifati è però l’imponente Castello Normanno, realizzato nel XII secolo e in seguito dato in feudo, durante il dominio della Corona d’Aragona. I feudi vennero poi aboliti dai francesi di Napoleone nei primi anni del XIX secolo e il castello rimase praticamente sconosciuto a tutti fino all’ascesa del turismo nello scorso secolo.

Imperdibile anche la Cittadella di Capo, la frazione costiera di Bonifati, dove troviamo lunghi litorali sabbiosi bagnati dalle cristalline acque del Mar Tirreno. È la località più turistica tra quelle di Bonifati, ricca di strutture ricettive e attrazioni varie. Lungo la costa di Cittadella del Capo si trovano alcuni frangiflutti, strutture artificiali nate per proteggere le spiagge, che formano una serie di piccole piscinette nel mare, perfette per i più piccoli.

Lungo la costa troviamo anche alcune torri di avvistamento, realizzate in epoca aragonese per avvistare eventuali incursioni saracene. Queste interessanti torri rappresentano una delle principali cose da vedere a Bonifati. La più importante tra le torri di avvistamento è quella del Telegrafo, realizzata nel 1638, di cui però oggi rimangono solo i resti, in quanto distrutta a seguito di un terremoto.

Citiamo, infine, il convento di San Francesco di Paolo, intitolato all’omonimo santo originario di ⇒ Paola, pochi chilometri a sud, patrono della Calabria e dei marinari.
Durante l’estate, inoltre non mancano eventi, sagre, concerti e spettacoli di vario genere, sia nella Cittadella del Capo che nei centri abitativi dell’entroterra.

Ultimo aggiornamento 16 agosto 2021


Condividi su: