Big Island, ecco come vengono chiamate le Hawaii

Big Island, ecco come vengono chiamate le Hawai, la più grande e vasta di tutto l'arcipelago. Ecco cosa vedere e scoprire a Big Island, Hawaii.

Scopriamo Big Island

Big Island, questo è il nome che viene dato popolarmente all’isola di Hawaii che non a caso è la più grande e vasta di tutto l’arcipelago paradisiaco.

Il terriotorio delle Hawaii

Il suo territorio è caratterizzato da due vulcani gemelli altri oltre 4000 metri e che ne delineano l’intero paesaggio.
Purtroppo la barriera corallina nella costa è abbastanza scarsa ma ciò viene ripagato con la presenza di alte onde che la rendono la meta perfetta per i surfisti.
L’isola è attraversata da varie strade, con alcuni dei panorami più belli di tutto il mondo.

L’aeroporto principale delle Hawaii

L’aeroporto principale di Big Island è quello di Kailua Kona.
A nord si estende la Kohala Coast, percorsa da enormi colate di lava secca colorata di un nero molto profondo.

I resort turistici

Qui si concentra la maggior parte dei resort turistici, grazie anche alla presenza di spiagge uniche e di un reef corallino, che protegge la costa e crea lagune di acqua turchese e tranquilla, perfette per nuotare e per fare snorkeling.

La storia delle isole HawaiiLa storia delle isole delle Hawaii
La storia delle isole delle Hawaii nascoste nell’oceano Pacifico e considerate tra i luoghi più belli del mondo.


A sud di Kailua, la Kona Coast ha un aspetto totalmente diverso rispetto alla precedente: la strada si addentra fra le palme, costeggiando piccole insenature e accompagnando grandi campi coltivati.

La spiaggia Kealakekua Bay

A poca distanza di Kailua troviamo la Kealakekua Bay, la famosissima spiaggia di sabbia nera con il monumento dedicato a Cook, ucciso su questa spiaggia il 14 Febbraio del 1779.

Il monumento è assai difficile da raggiungere: il sentiero è ripido e non è consigliabile nuotare nei dintorni per via delle correnti forti e pericolose.

Il Puuhonua National Historic Park

È più consigliabile percorrere per qualche chilometro le strade interne fino a raggiungere il Puuhonua National Historic Park, conosciuto anche come “Place of Refuge”, luogo sacro e molto suggestivo.
La piccola penisola rocciosa ospita al suo interno i resti di un palazzo reale, protetto da spaventosi guerrieri di legno.
Puuhonua National Historic Park, Hawaii

Le piantagioni di caffè e di macadamia

Il viaggio continua attraversa una ricca regione di piantagioni di caffè e di macadamia, una noce tipica del luogo molto gustosa.

Il Black San Beach Park

Superata la costa meridionale dell’isola si giunge alla Black San Beach Park, una meravigliosa spiaggia, anch’essa nera, contornata da alte palme e da una piccola laguna.

Qui il paesaggio è davvero mozzafiato: il contrasto ottenuto fra il nero della sabbia, il turchese della spiagge e il verde delle palme dona ai visitatori un panorama spettacolare.
Continuando a sud, la Mamalohoa Highway attraversa, in salita, il territorio sino a raggiungere il regno di Pele, la dea hawaiana dei vulcani.

Il Volcanoes National Park

Il regno di Pele non è altro che il Volcanoes National Park, che si snoda nel Chain of Crater Road, quella che è considerata una delle strade più belle del mondo.
L’itenerario è mozzafiato, si passa da un cratere all’altro, da una colata di lava all’altra.
Condividi su: