Big Ben, Londra | Guida al Big Ben

Il simbolo per eccellenza di Londra è il Big Ben. È in assoluto il monumento più famoso dell'enorme capitale inglese, inaugurato nel 1858 in uno degli angoli del Palazzo di Westminster. La costruzione del Big Ben è iniziata nel 1834 e nel 1857 la grande torre campanaria è stata completata. Il primo suono delle campane è stato emesso solamente nel 1859, il 31 maggio. Ecco la guida al Big Ben.2 min


0
Big Ben, Londra
Condividi su:

Cosa vedere a Londra, Big Ben

icona-articoloBenvenuti nel simbolo per eccellenza di Londra risorgimentale, il Big Ben. È in assoluto il monumento più famoso dell’enorme capitale inglese, inaugurato nel 1858 in uno degli angoli del Palazzo di Westminster.

Cenni storici

La città era in piena ascesa industriale, in costante evoluzione e con alle spalle gli anni peggiori della sua storia. Il 1666 fu l’anno più devastante per la città. In questi 12 mesi la città fu vittima della Grande peste di Londra, che uccise circa 100 mila persone, e nel mese di Settembre avvenne il Grande incendio di Londra, che distrusse più di 13 mila abitazioni.

Ci vollero decenni per far ripartire la città. Prima il centro abitato era composto da strutture in legno, fragili e vulnerabili anche a una piccola scintilla (Londra subì numerosi incendi anche prima di quello del 1666).
Il XIX secolo fu il punto di svolta per la grande capitale inglese. Le missioni coloniali portarono ricchezza a Londra, la popolazione crebbe a dismisura e l’industria fu al suo massimo apice.

Fu cosi che dalle ceneri Londra risorse, più forte che mai.

Link-uscita icona Londra: dal Big Ben raggiungiamo la Cattedrale di San Paolo

La costruzione di Big Ben

Big Ben, Londra
La costruzione del Big Ben cominciò nel 1834 e sei anni più tardi vennero modellate le fondamenta del nuovo Palazzo di Westminster. La grande torre campanaria venne completata nel 1857, inaugurata l’anno seguente e le sue campane suonarono per la prima volta solamente nel 1859, il 31 maggio.

La prima campana creata per il Big Ben pesò 17 tonnellate e fu progettata dalla John Warner & Sons, una delle più importanti fonderie di Londra d’allora. La campana in questione fu però danneggiata durante i test nel Palace Yard, tanto da non poter essere più riparata. La seconda campana, quella in funzione tutt’oggi, fu realizzata nel 1858 presso la Whitechapel Bell Foundry dopo il riciclo del metallo della precedente.
La campana suona la nota Mi, producendo una pressione sonora che tocca i 120 dB, quasi lo stesso volume che fu registrato durante il concerto più rumoroso della storia, quello dei The Who, Londra, 31 maggio del 1976.

Anche la seconda campana venne danneggiata, nel Settembre del 1859, appena 4 mesi dopo dalla sua prima performance. Il danno fu causato dal martello percussore, troppo grosso e potente, e la riparazione richiese ben 3 anni.

Il nome della torre

Big Ben, LondraQuello di Big Ben è solamente il soprannome dato alla torre campanaria. Non si hanno notizie certe sull’origine di questo toponimo, ma vi sono due teorie in merito.

La prima teoria sostiene che il nome derivi da Sir Benjamin Hall, membro della Camera dei Comuni e supervisore della costruzione del Palazzo di Westminster: Big Ben-jamin.
La seconda invece pare derivi dal campione dei pesi massimi Benjamin Caunt, il quale svolse il suo incontro nel 1856.
Secondo molti studiosi ed esperti, in origine il campanile doveva chiamarsi Royal Victoria, in onore alla regina Vittoria.
Oggi il Big Ben è ufficialmente chiamato Elizabeth Tower, nome assegnato a seguito del Giubileo di diamante della Regina Elisabetta.

Vi piace il Big Ben? Purtroppo non è possibile visitarlo. Dal 2017 il Big Ben è in fase di restauro, lavori che prevedono la conclusione nel 2021. Tuttavia, anche dopo la fine dei lavori il Big Ben sarà possibile visitare esclusivamente se si è cittadini del Regno Unito, richiedendo prima un permesso speciale.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0