Cosa vedere a Biarritz
Guida di viaggio completa

Tutti gli articoli della Francia

icona-articolo

Tra le città francesi della Costa Atlantica più visitate al mondo, Biarritz è nota per essere una delle località balneari tra le più raffinate ed eleganti. La sua notorietà risale al secolo XIX quando l'Imperatrice Eugenia, l'ultima imperatrice di Francia e moglie di Napoleone III, decise di trascorrervi le vacanze. Da questo avvenimento Biarritz fu definita città aristocratica, in seguito poi frequentata anche da ricchi inglesi. L'imperatrice volle costruire un grande palazzo, idoneo a ospitare la sua corte, oggi hotel di lusso con annesso ristorante stellato Michelin e campo da golf.

La sua posizione, lungo la costa atlantica adagiata nel Golfo di Biscaglia, le permette anche oggi di essere una località balneare d'elité. Posta nel sud-ovest della Francia, Biarritz è frequentata per le sue spiagge dorate in estate mentre in inverno richiama turisti in cerca di relax e un clima piuttosto mite. Pronti a scoprire cosa vedere a Biarriz?

 

Cenni storici

Cosa vedere a Biarritz, la Chiesa di Saint Eugenie
Chiesa di Saint Eugenie di Biarritz

Le prime notizie di Biarritz risalgono al XI secolo quando i Vichinghi assalirono la Guascogna, il territorio medievale corrispondente al sud-ovest francese.

Qualche secolo dopo venne citata per la sua attività di pesca delle balene, durante il periodo in cui la località basca apparteneva a Labourd, la provincia più occidentale dei Paesi Baschi settentrionali. Tale attività non fu tuttavia perseguita a lungo, le balene si spostarono presto verso il mare del Nord. Iniziò un lungo periodo di decadenza e nel XII secolo Biarritz si trovò in completa crisi economica.

Solamente nel XVIII secolo si iniziò ad assistere a qualche cambiamento, dovuto all'indicazione medica dell'uso dell'acqua dell'Oceano come terapeutica. La città si ritrovò quindi meta termale ma fu la scelta come meta di vacanza dell'imperatrice Eugenia, consorte di Napoleone III, a far conoscere Biarriz a tutto il mondo. ui decise di far costruire un Palazzo degno di ospitare la sua corte, dando inizio a un vero e proprio turismo elitario, composto da nobili e aristocratici.

Il Palazzo divenne presto luogo di incontri mondani e i russi iniziarono a frequentare la località per le loro vacanze. Presto oltre il 25% dei suoi turisti erano proprio di origine russa e in molti acquistarono casa. La stilista Chanel scelse la cittadina basca per a sua prima casa di moda e questo amplificò ulteriormente il turismo internazionale. Negli anni '20 qui scelsero di trascorrere le loro vacanze Chaplin, Picasso e Winston Churchill, giusto per citare alcuni nomi.

Al termine dei due conflitti mondiali furono i surfisti a sceglierla, grazie alle sue onde e oggi la città è definita la capitale europea del surf.

 

 

Rocamadour, Francia, il suggestivo borgo francese
Cosa vedere a Rocamadour, il sacro borgo meta di pellegrinaggio del Cammino di Santiago, noto per la sua incredibile bellezza e struttura urbana costruita lungo...

Cosa vedere a Biarritz

Cosa vedere a Biarritz, la veduta sulla città
Veduta sulla città di Biarritz

Biarritz è una delle città francesi più note al mondo.

Le sue ampie spiagge dorate e bagnate dal movimentato e schiumoso mare del Golfo di Biscaglia rendono Biarritz una destinazione certamente ottima per il turismo. Ciononostante, sono numerose le attrattive che si trovano in questa cittadina della costa occidentale della Francia.

Le tre prerogative di Biarritz, ripetiamo, sono la balneazione, i centri termali e gli sport, principalmente golf e surf. Se ricercate nella vostra vacanza almeno una di queste tre caratteristiche, Biarritz è la meta a voi adatta.
Tuttavia questa è una località piacevole da visitare, con un centro città ricco di palazzi storici e un lungomare che cela tanti tesori nascosti.
Non ci resta, quindi, che scoprire cosa vedere a Biarritz, nella costa atlantica della Francia.

 

Hôtel du Palais

Cosa vedere a Biarritz, Hôtel du Palais
Hôtel du Palais di Biarritz

Il simbolo della città è l'eccellente Hôtel du Palais, lo sfarzoso palazzo dell'Imperatrice Eugenia oggi trasformato in hotel cinque stelle. La sua costruzione iniziò nel 1855 ma già nel 1870, con il crollo della dinastia, il futuro divenne immediatamente incerto. Venne sequestrato e nel 1880 l'imperatrice lasciò definitivamente Biarritz e l'edificio venne messo in vendita.

I nuovi acquirenti lo trasformarono immediatamente in lussuoso hotel-casinò e per lungo tempo fu il luogo di ritrovo della borghesia europea e di diverse famiglie reali. Distrutto da un incendio nel 1903, venne subito ricostruito e dopo la Grande Guerra tornò a essere il luogo di ritrovo prestigioso come alla fine del secolo precedente. Dopo il secondo conflitto mondiale venne invece chiuso e solo dopo un periodo di chiusura, grazie a una raccolta fondi organizzata dal Comune, potè riaprire.

Se volete conoscere i luoghi cari all'imperatrice visitate gli immediati dintorni della struttura iniziando dall''Avenue de L'Impératrice, la strada che più di altre vi permetterà di comprendere il cambiamento tra l'età moderna e l'età contemporanea di Biarritz. Proseguite poi con l'Esplanade Elizabeth II e l'Avenue de la Reine Victoria, le arterie stradali dove immergersi nella suggestiva atmosfera dei secoli imperiali.

Sempre nel centro della città si potrà visitare anche il Casinò, costruito nel 1929 dall'architetto Alfred Laulhé. Insieme all'Hotel du Palais rappresentano i simboli della città. Oltre alla casa di gioco, la struttura ospita un teatro e una piscina.

 

Amiens, Francia
Cosa vedere ad Amiens, storica città francese nel cuore della Piccardia dove visitare il quartiere di Saint Leu, l'orologio di Dewailly e la Casa museo...

Port des Pêcheur

Cosa vedere a Biarritz, il porto dei pescatori
Il porto dei pescatori di Biarritz

Spostiamoci ora sul lungomare per raggiungere il Port des Pêcheurs, un piccolo villaggio dentro la città che è ancora oggi simile a quello realizzato nelle sue origini. Prestate attenzione che a Biarritz sono due i porti presenti, il Port des Pêcheurs e il Port Vieux.

Il Porto dei Pescatori nel giugno 1961 è stato proclamato libero comune, anche se ovviamente si è trattato di un gesto simbolico, utile però a comprendere come per gli abitanti si trattasse proprio di una cittadina inserita all'interno di una città più grande. Napoleone stesso voleva trasformarlo in uno dei porti più importanti d'Europa, non riuscendo tuttavia mai a completare il suo progetto imperiale.

Costruito nel 1780, i suoi primi anni mostravano unicamente un piccolo scalo e solo nel 1858 venne ufficialmente inaugurato come porto. Erano circa 300 i pescatori che a inizio secolo scorso praticavano regolarmente l'attività di pesca, ridotti a meno di 30 nel secondo dopoguerra. Quindi nonostante qui ci si ritrovi per mangiare il pesce fresco, soprattutto cucinato alla griglia, non è più qua che viene pescato, anche se la tradizione è rimasta ancora oggi in uso. Tuttavia i numerosi ristoranti nei suoi dintorni sapranno farvi dimenticare questo piccolo dettaglio.

Meritano anche una visita le crampottes, le antiche case dei pescatori caratterizzate dalle persiane colorate e con spesso una barca ormeggiata giusto di fronte. Sono perlopiù presenti in una piccola caletta naturale posta sotto l'altopiano di Atalaye.

 

Cosa vedere a Biarritz, Museo del mare
Museo del mare a Biarritz

Affacciato sulle scogliere troviamo la prossima tra le cose da vedere a Biarritz, il → Museo dell'Acquario Marino, il Musée de la Mer Aquarium.

Inaugurato nel 1933, il museo con annesso acquario, ha una lunga storia ed è facilmente riconoscibile per la sua facciata in Art Déco. Ristrutturato diverse volte, nel 2011 è stato anche ampliato e oggi è composto da oltre 7.000 m2 di struttura. Al suo interno vi troverete a passeggiare attraverso la flora e la fauna degli oceani di tutto il mondo. Perfetto da scoprire con i più piccoli, il Museo ospita al suo interno, tra gli altri, lo squalo martello smerlato e la tartaruga caretta caretta. Se potete, visitatelo alle 10.30 o alle 17, quando viene dato il cibo alle foche.

 

Rocher de la Vierge

Cosa vedere a Biarritz, Il rocher de la Vierge
Il rocher de la Vierge di Biarritz

A due passi dal Musée de la Mer Aquarium troverete uno degli altri simboli di Biarritz, il Rocher de la Vierge.

Si tratta di una rocca collegata alla terraferma tramite un ponte voluto da Napoleone III e le sue origini sono associate a una leggenda. Qui, infatti, una nave che stava per attraccare sulla costa di Biarritz incontrò una forte tempesta, rendendo impossibile l'attracco. Improvvisamente, quando oramai i pescatori esausti erano certi di vedere la nave infrangersi contro le rocce, un raggio di luce ha mostrato loro un percorso sicuro per raggiungere la riva.

Da questa leggenda, nel 1865, i pescatori chiesero e ottennero una statua della vergine nel punto esatto dove il raggio di sole apparve ai pescatori. Sfidando le intemperie del mare venne quindi realizzata una passerella, per opera di Gustave Eiffel e per questo conosciuta come Ponte Eiffel e ancora oggi la statua della Vergine veglia sulla città. Attraversate la passerelle per godere di una delle migliori viste su Biarritz.

 

Il Faro

Cosa vedere a Biarritz, il faro
Il faro di Biarritz

Il faro, le phare, è uno dei punti di ritrovo preferiti nel periodo estivo grazie alla presenta di un chiosco (posto in direzione di Anglet, raggiungibile in macchina) che permette di ammirare il panorama sorseggiando un drink ma anche per assistere a uno dei concerti che vengono organizzati.

Realizzato nel 1834, il faro di Biarritz si trova nella punta estrema nord ed è facilmente riconoscibile per la sua altezza di 74 metri. Caratterizzato da un bianco scintillante, l'edificio è aperto al pubblico ma per raggiungere la cima dovrete prepararvi a superare i 248 gradini. Una volta sopra, tuttavia, sarete ricompensati da un panorama favoloso sull’oceano e sulle montagne, dal sud delle Landes alla costa basca. Se soffrite di claustrofobia è meglio evitare la salita: la ristrettezza della scale potrebbe aumentare il vostro disagio.

 

Halles de Biarritz

Cosa vedere a Biarritz, mercato cittadino
Mercato di Biarritz

Altro punto di riferimento storico è l'Halles de Biarritz, il principale mercato coperto cittadino, perfetto per scoprire i prodotti locali.

Suddvisa in due edifici, il mercato propone nella prima struttura carne, frutta e verdura e specialità basche. Il secondo edificio è invece dedicato alla pesca ed è quello più visitato nelle prime ore del mattino, quando gli abitanti si recano per trovare una scelta maggiore.

Se volete provare la gastronomia basca vi suggeriamo di acquistare il prosciutto di Bayonne o il Pepe di Espelette, due tra le tante specialità che difficilmente troverete altrove. Se desiderate è anche possibile mangiare direttamente in loco, nei numerosi bar e ristoranti che costeggiano il percorso dei visitatori.

 

Piccardia, l’antica provincia nel Nord della Francia
Guida alla Piccardia, l'antica provincia nel Nord della Francia, una regione in cui è la Francia ha vissuto i suoi primi momenti di nazione, un'area...

A spasso per Biarritz

Cosa vedere a Biarritz, la veduta sulla città
Veduta sulla città di Biarritz

Dopo aver visitato i principali luoghi turistici, niente di meglio che passeggiare senza una meta, scoprendo i dettagli di questa tipica località basca.

Passo dopo passo potrete scorgere magnifici edifici dall'architettura tipica francese e stupende villette con torrioni e finestre a bovindo. Il fascino di Biarritz è davvero di alto livello, che invoglia sempre più a scoprire il suo centro storico nel dettaglio. Avrete modo di conoscere il passato ricco di racconti della nobiltà francese e russa, un villaggio di pescatori che ancora oggi affascina nelle stradine che costeggiano il litorale. Se in estate la voglia di un rigenerante bagno in acqua saprà ristorarvi, in inverno si potranno scoprire le terme, in diversi centri e SPA.

Tuttavia, l'inverno e l'estate sono quasi indifferenti a chi, invece, il mare lo sfrutta per divertirsi a bordo di una tavola da surf. In diretta competizione con la costa nord del Portogallo, questo tratto d'Oceano è perfetto per gli amanti degli sport d'acqua e vento, quindi surf, kitesurf, windsurf e similari. A tal punto alta la vocazione del surf a Biarritz che la città vanta perfino un festival a cadenza annuale, il rinomato Surf Festival.

Tra i numerosi eventi, tra cui Scènes Estivales, un evento con concerti gratuiti, a cui si aggiunge il Nuit Féerique, festival del 15 agosto caratterizzato da magnifici fuochi d'artificio, non perdetevi le altre attrazioni.

Tra queste il → Musée Asiatica, con uno spazio interessante dedicato all'arte orientale e il → Museo Cité de l'Océan sono altri centri assolutamente imperdibili. In passato vi avremmo suggerito anche il Planete Musée du Chocolat, il paradiso per gli amanti del cioccolato, oggi purtroppo definitivamente chiuso. Concludete quindi con il → Biarritz History Museum, dedicato alla storia della città.

 

Mulhouse, Francia

Cosa vedere a Mulhouse, la più importante città dell'Alsazia del Sud, a breve distanza sia dalla Germania che dalla Svizzera. Tra le cose da vedere...

Le spiagge di Biarritz

Cosa vedere a Biarritz, spiaggiaIl mare per Biarritz è sempre stato un'importante risorsa, sia in tempi antichi che in quelli più moderni.

A simboleggiare il turismo balneare di Biarritz c'è la Grande Plage, una delle più grandi spiagge della città, che attira vacanzieri nobili sin dalla Belle Epoque. Questa lingua di sabbia dorata e soffice è compresa nel tratto che comincia al Bellevue, vicino al Boulevard du Général de Gaulle, estendendosi sino ai piedi dell'Hôtel du Palais.
La Grande Plage durante i mesi estivi è sempre colma di bagnanti, attirati sia dalla posizione centralissima che dal suo fascino da XX secolo, con le caratteristiche cabine e ombrelloni a strisce colorate. Attenzione però, i surfisti scelgono Biarritz per le sue onde molto movimentate, che altresì si rivelano pericolose per i bagnanti. Per tal motivo, in certi periodi è proprio vietato prestarsi alla balneazione.
Parallela alla spiaggia si estende il piacevolissimo Quai de la Plage, il lungomare più prestigioso di Biarritz, dove prestarsi a condurre una rigenerante passeggiata avvolti dal suggestivo panorama diviso tra la sabbia dorata e gli edifici storici. Qua, in certi punti, si può intravedere in lontananza il suggestivo faro di Biarritz. Tanti sono i ristoranti e i caffè che si trovano nelle vicinanze, molti dei quali anche di altissimo livello.

Accompagnati da questa splendida atmosfera potremo raggiungere la Spiaggia di Miramar, ampio litorale di sabbia giallognola vicino al centro Thalassa Sea & Spa.

Proseguendo verso nord, s'incontra la Roche Ronde, con annessa Spiaggia Bernain. Si tratta di una piccola area naturale protetta, istituita per tutelare la moltitudine di specie di uccelli che qua nidificano, rigorosamente off-limits per gli uomini.

Continua a scoprire la Francia:

Ultimo aggiornamento 15 Agosto 2022