Condividi su:

Cosa vedere a Biarritz | Guida di viaggio completa

Tutti gli articoli della Francia
Cosa vedere a Biarritz, mappa
© Apple maps

icona-articolo

Tra le città francesi della Costa Atlantica più visitate al mondo, Biarritz è nota per essere una delle località balneari tra le più raffinate ed eleganti. La sua notorietà risale al secolo XIX quando l’imperatrice Eugenia, l’ultima imperatrice di Francia e moglie di Napoleone III, ha deciso di trascorrervi le proprie vacanze. Con il suo passaggio Biarritz è presto stata proclamata città aristocratica, frequentata da nobili e aristocratici e in seguito apprezzata dai ricchi inglesi. Fu l’imperatrice a volere un grande palazzo, ideato per ospitare la sua corte, oggi trasformato in hotel di lusso con annesso ristorante stellato Michelin e campo da golf.

Ci troviamo a una cinquantina di km da ⇒ San Sebastian e quello dell’Hôtel du Palais, l’antico palazzo dell’imperatrice dal 1893 albergo a cinque stelle, è solo uno dei vari campi da golf qua presenti che contende al surf il titolo di città sportiva. Biarritz è soprattutto località balneare d’elité, una meta frequentata per le sue spiagge dorate in estate e che inverno riesce ad accogliere un turista in cerca di una pausa relax, complice anche un clima sempre piuttosto piacevole.

Cenni storici

Cosa vedere a Biarritz, veduta mare
© Christophe / Flickr

Le prime notizie di Biarritz risalgono al XI secolo quando i Vichinghi assalirono la Guascogna, il territorio medievale corrispondente al sud-ovest francese. Qualche secolo dopo Biarritz viene citata come territorio dedito alla pesca delle balene, periodo in cui la piccola località basca apparteneva a Labourd, la provincia più occidentale dei Paesi Baschi settentrionali. L’attività non durò però a lungo, le balene si spostarono presto verso il Mare del Nord lasciando la città in completa decadenza meno di un secolo dopo l’esordio dell’attività. Nel XII secolo Biarritz si trovò in completa crisi economica.

Sopravvissuta ai suoi eventi, Biarritz si ritrovò senza una particolare vocazione fino al XVIII secolo quando alcuni medici avevano iniziato a dichiarare l’acqua dell’Oceano come terapeutica. Presto la città basca divenne meta termale ma la sua fama era destinata a crescere ulteriormente solo in seguito, quando la città venne scelta come meta di vacanza dalla moglie di Napoleone III, l’Imperatrice Eugenia. Qui decise di far costruire un Palazzo degno di ospitare la sua corte, dando inizio a un vero e proprio turismo elitario, composto da nobili e aristocratici.

Molti furono i russi che scelsero proprio il Palazzo come luogo di incontro mondano ma anche tra politici russi e francesi. Biarritz venne scelta anche dai russi come meta di vacanza, rendendo presto la cittadina abitata per un quarto da russi. Fu Chanel all’inizio del XIX secolo a sceglierla come destinazione per la sua prima casa di moda dando origine a un nuovo sviluppo, quello del turismo internazionale. Negli anni ’20 la città era diventata meta di numerosi stranieri che la sceglievano per le loro vacanze. Numerose furono le celebrità che la scelsero tra cui Chaplin, Picasso e Winston Churchill. Al termine dei due conflitti mondiali furono i surfisti a sceglierla, grazie alle sue onde e oggi la città è definita la capitale europea del surf.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Rocamadour, il suggestivo borgo francese

Cosa vedere a Biarritz | Itinerario completo

Cosa vedere a Biarritz | Panorama sulla costa con persone che praticano surf
Cosa vedere a Biarritz | Panorama sulla costa con persone che praticano surf | @moibtz / Pixabay

Biarritz è una delle città francesi più note al mondo. Le sue ampie spiagge dorate e bagnate dal movimentato e schiumoso mare del Golfo di Biscaglia rendono Biarritz una destinazione certamente ottima per il turismo. Ciononostante, sono numerose le attrattive che si trovano in questa cittadina della costa occidentale della Francia.

Le tre prerogative di Biarritz, ripetiamo, sono la balneazione, i centri termali e gli sport, principalmente golf e surf. Se ricercate nella vostra vacanza almeno una di queste tre caratteristiche, Biarritz è la meta a voi adatta.
Tuttavia questa è una località piacevole da visitare, con un centro città ricco di palazzi storici e un lungomare che cela tanti tesori nascosti.
Non ci resta, quindi, che scoprire cosa vedere a Biarritz, nella costa atlantica della Francia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Amiens, Francia | Cosa vedere ad Amiens

Il centro storico di Biarritz

Il centro storico di Biarritz
Il centro storico di Biarritz | @fbnicod / Pixabay

Il simbolo della città è l’eccellente Hôtel du Palais, lo sfarzoso palazzo dell’Imperatrice Eugenia oggi trasformato in hotel cinque stelle. Giusto a due passi da questo splendido palazzo si sviluppano alcune delle vie centrali che più rievocano quel che fu un passato davvero imperiale. L’Avenue de L’Impératrice (📌 indirizzo), quale strada più di questa suggerisce la potenza della località a cavallo tra l’età moderna e l’età contemporanea. Ma ancora, l’Esplanade Elizabeth II (📌 indirizzo) e l’Avenue de la Reine Victoria (📌 indirizzo) , tutte arterie stradali che immergono il visitatore nella suggestiva atmosfera dei secoli imperiali.

E qua, passo dopo passo, si possono scorgere magnifici edifici dall’architettura tipica francese e stupende villette con torrioni e finestre a bovindo. Il fascino di Biarritz è davvero di alto livello, che invoglia sempre più a scoprire il suo centro storico nel dettaglio.
Quindi, celato nel suo passato un ricco racconto di nobiltà francese e russa, ciò che rimane quasi intaccato del suo fascino da villaggio di pescatori è il lungo litorale, che scambia tratti sabbiosi con aspre e appuntite scogliere.

Il sole estivo suggerisce chiunque a indossare il costume e cimentarsi in un rigenerante bagno in acqua. Mentre l’inverno, con il suo ingrigire su tutta la cittadina, rende meno affascinante il Golfo di Biscaglia, ma perfetto il suo patrimonio termale, formato da diversi centri e SPA.
Tuttavia, l’inverno e l’estate sono quasi indifferenti a chi, invece, il mare lo sfrutta per divertirsi a bordo di una tavola da surf. In diretta competizione con la costa nord del Portogallo, questo tratto d’Oceano è perfetto per gli amanti degli sport d’acqua e vento, quindi surf, kitesurf, windsurf e similari. A tal punto alta la vocazione del surf a Biarritz che la città vanta perfino un festival a cadenza annuale, il rinomato Surf Festival.

Sono numerosi poi gli eventi che si tengono durante la stagione estiva. Uno dei più importanti è il Scènes Estivales, un evento con concerti gratuiti, a cui si aggiunge il Nuit Féerique, festival del 15 agosto caratterizzato da magnifici fuochi d’artificio.
Lato culturale l’offerta di Biarritz è al livello del resto della città. Uno dei centri espostivi di maggior rilievo è il Biarritz Aquarium (📌 indirizzo), dedicato, appunto, al mare e alle sue ricchezze, con oltre cinquanta acquari e riproduzioni di fondali marini, inserito in un magnifico edificio Art Déco. Il Musée Asiatica (📌 indirizzo), con uno spazio interessante dedicato all’arte orientale, e il Planete Musée du Chocolat (📌 indirizzo), per gli amanti dei peccati di gola di cioccolato, e il Museo Cité de l’Océan sono altri tre centri assolutamente imperdibili. Ultimo, ma non per importanza, il Biarritz History Museum (📌 indirizzo), dedicato alla storia cittadina.

OneMag-logo
Link-uscita icona Mulhouse, Francia | Cosa vedere a Mulhouse

Il mare di Biarritz | Le spiagge di Biarritz

Il mare di Biarritz, Francia
Il mare di Biarritz, Francia | @Anajim / Flickr

Il mare per Biarritz è sempre stato un’importante risorsa, sia in tempi antichi che in quelli più moderni. Se per molto tempo la pesca rappresentò il punto focale per Biarritz, oggi è la balneazione a monopolizzare l’industria marittima.
A simboleggiare il turismo balneare di Biarritz c’è la Grande Plage (📌 indirizzo), una delle più grandi spiagge della città, che attira vacanzieri nobili sin dalla Belle Epoque. Questa lingua di sabbia dorata e soffice è compresa nel tratto che comincia al Bellevue, vicino al Boulevard du Général de Gaulle, estendendosi sino ai piedi dell’Hôtel du Palais.

La Grande Plage durante i mesi estivi è sempre colma di bagnanti, attirati sia dalla posizione centralissima che dal suo fascino da XX secolo, con le caratteristiche cabine e ombrelloni a strisce colorate. Attenzione però, i surfisti scelgono Biarritz per le sue onde molto movimentate, che altresì si rivelano pericolose per i bagnanti. Per tal motivo, in certi periodi è proprio vietato prestarsi alla balneazione.
Parallela alla spiaggia si estende il piacevolissimo Quai de la Plage (📌 indirizzo), il lungomare più prestigioso di Biarritz, dove prestarsi a condurre una rigenerante passeggiata avvolti dal suggestivo panorama diviso tra la sabbia dorata e gli edifici storici. Qua, in certi punti, si può intravedere in lontananza il suggestivo faro di Biarritz.

Tanti sono i ristoranti e i caffè che si trovano nelle vicinanze, molti dei quali anche di altissimo livello. E accompagnati da questa splendida atmosfera che la strada ci porta alla Spiaggia di Miramar (📌 indirizzo), un ben ampio litorale di sabbia giallognola trafficata in abbondanza dai turisti grazie anche alla vicinanza con il vicino centro Thalassa Sea & Spa (📌 indirizzo), con hotel firmato dalla lussuosissima catena alberghiera Sofitel.
Meno turistica ma comunque ben affollata in estate. Qua, proseguendo verso nord, s’incontra la Roche Ronde (📌 indirizzo), con annessa Spiaggia Bernain. Si tratta di una piccola area naturale protetta, istituita per tutelare la moltitudine di specie di uccelli che qua nidificano, rigorosamente off-limits per gli uomini.

L’offerta balneare di Biarritz è ancora molto ampia, e il suo ricco carattere di sabbia e mare viene poi contrastato dalla Rocher de la Vierge (📌 indirizzo), tra i più suggestivi punti cittadini. Questa è una particolarissima e famosa formazione rocciosa affacciata sul Golfo di Biscaglia, da cui godere di magnifici panorami e ammirare la simbolica scultura della Vergine Maria, posta alla sua cima. Una nota squisita è il ponte di ferro che connette il lungomare alla Rocher de la Vierge, che porta la firma della bottega di Gustave Eiffel.
Da qua si ritorna sull’Esplanade du Rocher-de-la-Vièrge, che si segue sino a giungere all’Esplanade du Port-Vieux (📌 indirizzo), dove si trova un suggestivo panorama sulla Côte des Basques, un quartiere costiere ricco di negozi e attrazioni, come l’interattivo Museo Cité de l’Océan (📌 indirizzo), a forma di onda, dove sono ospitate mostre interattive per famiglie e dove è custodita una fedele ricostruzione di una stazione polare. Da qua si prosegue all’Avenue Notre Dame (📌 indirizzo), posta in cima a una scogliera dove godere uno spettacolare panorama tra i migliori della città.


 

Condividi su: