Bergamo, una città ricca di meraviglie imperdibili

Cosa vedere a Bergamo in Lombardia a metà strada tra il lago di Lecco e il lago di Iseo ed ai piedi delle Alpi Orobie. Ecco Bergamo, una città ricca di meraviglie imperdibili.

Cosa vedere a Bergamo, Lombardia

Bergamo, capoluogo dell’omonima provincia, è un comune di 120.000 abitanti circa situato a nord-est di  Milano, a metà strada tra il Lago di Lecco e il Lago di Iseo ed ai piedi delle Alpi Orobie.

Questa città, situata nella zona orientale della  Lombardia, offre un ricchissimo patrimonio artistico. Un patrimonio caratterizzato da stili rinascimentali, medievali e barocchi, con edifici dalla superba qualità visiva.

La posizione privilegiata, che corona la pianura padana, offre panorami mozzafiato che spaziano sull’intero territorio alpino, da ammirare soprattutto quando gli altopiani sono innevati.

La città oltretutto ospita alcuni dei più esclusivi ristoranti raffinati di tutta la regione, e molto probabilmente anche d’Italia.

Cosa vedere a Bergamo

La caratteristica più importante della città di Bergamo è la divisione in due grandi e principali aree urbane, denominate entrambe in base all’altitudine in cui si trovano, rispettivamente Bergamo Bassa ed Alta.

La collina che ospita Città Alta è un labirinto di stradine medievali abbracciate da 5 km di mura in pieno stile veneziano, quest’area è la più caratteristica del comune di Bergamo.

Se Bergamo Alta è l’area più medievale e turistica, Bergamo Bassa è invece la zona più monumentale ed urbana, con grandi ed ampi viali che spezzano la struttura urbana.

Cosa vedere

Possiamo quindi definire Bergamo un piccolo gioiello dell’Italia Settentrionale, caratterizzato  da numerose attrazioni e monumenti che ne delineano il carattere artistico e culturale.

Poi la posizione strategica a metà tra due delle destinazioni più amate d’Italia,  Milano ed il Lago di Garda, la rende un’ottima scelta per le gite e per i weekend in Lombardia.

Non resta nient’altro quindi se non raggiungere la città ed esplorare le più peculiari attrazioni.

Torre civica

Visitare Torre civica di Bergamo

Recandosi nel cuore della Piazza Vecchia ci si troverà ai piedi dell’imponente Torre civica, chiamata anche “il Campanone”, che dai suoi quasi 53 metri di altezza si potrà ammirare una magnifica vista sull’antica città.

Dalla cima, raggiungibile con l’ascensore o a piedi percorrendo i 230 gradini, si potrà godere la meravigliosa vista, la più alta della Lombardia medievale, battuta storicamente solo dai primi moderni grattacieli milanesi.

Ancora oggi, per tradizione, tutte le sere alle 22.00 il Campanone suona i suoi suggestivi cento rintocchi. I cento ritocchi servivano storicamente per comunicare la chiusura delle porte della città, lungo le mura, durante la dominazione veneziana.

Accademia Carrara

Visitare Accademia Carrara a Bergamo

L’Accademia Carrara è il centro espositivo delle belle arti a Bergamo, celebre per aver istruito alunni di rilievo internazionale e per ospitare una vasta collezione di opere d’arte.

Il patrimonio culturale ospitato dall’Accademia Carrara è uno dei più ricchi di tutto il Belpaese. Soprattuto per quanto riguarda l’ampio spazio dedicato ai dipinti suddivisi in base ad un ampio arco cronologico.

Anche le opere scultoree qua ospitate, nonostante rappresentino una percentuale minima della collezione, sono di massimo interesse artistico, specialmente quelle realizzate durante l’età barocca.

A queste opere vanno aggiunte un’ottima collezione di disegni, stampe ed i più vari oggetti artigianali, come porcellane, bronzetti, argenti, medaglie ed oreficerie.

Cattedrale di Bergamo

La Cattedrale di Bergamo è l’edificio religioso principale della città e dell’annessa diocesi, è la chiesa del Vescovo che qui conserva da sempre il suo ufficio vescovile.

È una chiesa particolarmente vivace dove, ogni giorno, i fedeli bergamaschi si riuniscono per celebrare dove la presenza del Vescovo delinea l’importanza teologica per la città.

Diversi resti romani sono stati scoperti durante la ristrutturazione di questa cattedrale, con un interno risalente al 17° secolo, un edificio molto largo con una facciata dal bianco brillante, completata nel 19° secolo.

Tra le reliquie troviamo la bara di Giovanni XXII, il Papa vissuto tra il 13° e 14° secolo, e, tra le altre caratteristiche, la chiesa contiene anche dipinti di Moroni e Tiepolo.

Palazzo della Ragione

Visitare Palazzo della Ragione a Bergamo

Gli imponenti archi e le colonne del Palazzo della Ragione si trovano all’estremità meridionale di Piazza Vecchia, costruito nel 12° secolo, porta il leone di San Marco, una testimonianza del lungo regno di Venezia qui.

L’animale è in realtà una replica, datata primi anni del 20° secolo, dell’originale del 15° secolo, che fu abbattuta quando Napoleone prese il potere nella città nel 1797.

Prestare maggiore attenzione al interessante orologio solare, costruito sul pavimento al di sotto degli archi e delle curiose rappresentazioni animali in stile romanici e gotici, ed alle colonne portanti interne.

Iseo, la cittadina affacciata sul lagoIseo, la cittadina affacciata sul lago
Iseo, la cittadina affacciata sul lago omonimo, una località splendidamente curata la cui storia ci riporta al 9° Secolo. 

Continua a leggere

Basilica di Santa Maria Maggiore

Visitare Basilica di Santa Maria Maggiore a Bergamo

La chiesa più particolare di Bergamo, iniziata nel 1137, è un magnifico miscuglio di stili.

Le influenze artistiche uniscono stili provenienti da varie aree dello stivale, con pareti a doppio colore, bianco e nero, rosa e bianco, tipico della Toscana ed un interessante motivo a trompe l’œil, letteralmente “Inganna l’occhio” su parte della facciata.

I punti più interessanti della struttura della Basilica di Santa Maria Maggiore sono l’intarsio in legno disegnato da Lorenzo Lotto e la tomba funeraria del grande compositore bergamasco Gaetano Donizetti.

All’interno, alle numerose absidi romaniche, sui quali sono visibili alcuni affreschi, sono state aggiunte successivamente caratteristiche gotiche.

Scopri di più:

Mantova, la guida turistica
Varese, cosa vedere nella città lombarda

 

Condividi su: