Belgio, guida turistica di viaggio

Belgio, guida turistica di viaggio


Condividi su:

Belgio, idee di viaggio
Guida del Belgio

Tutti gli articoli del Belgio

La mappa del Belgioicona-articoloIl Belgio è situato tra Francia, Paesi Bassi, Germania e Lussemburgo. La sua capitale e città più visitata è Bruxelles che, insieme alle altre regioni, Fiandre e Vallonia, compongono l’intero territorio del Belgio.

Di piccole dimensioni, il Belgio è tuttavia ricco di attrazioni e di città da scoprire. Nelle Fiandre, la zona più settentrionale regala splendide emozioni visitando Bruges o Gand, meno conosciuta della prima ma di sicuro effetto. Imperdibile anche Anversa, nota per la sua vita notturna e per essere stata la città di Rubens, che ha saputo regalare un’impronta particolare all’intera città.

La Vallonia è invece la regione meridionale del Belgio, con capoluogo Liegi e con l’imperdibile Spa, la cittadina termale le cui fonti sono state scoperte nel XVI secolo. Siamo nella regione più ricca di natura e qua merita anche una visita Namur, città che contiene una tra le più grandi cittadelle fortificate d’Europa.

Informazioni generali

La geografia

Guida turistica del Belgio

Il territorio del Belgio è pressoché pianeggiante e con pochi altopiani. Al suo interno sono presenti diversi fiumi importanti: basta citare il Mosa, lungo 925km in totale, lo Schelda e il Sambre, lunghi rispettivamente 360 e 192 chilometri.

La nazione non è ricca di laghi e i pochi presenti sono abbastanza piccoli. Il principale è l’Eau d’Heure Lakes, ampio solo 6 kmq. Il Belgio, infine, è bagnato dal Mare del Nord solo per 66km, nella costa nord, in prossimità della città di Bruges.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le migliori attrazioni del Belgio

 

Da sapere

Guida del Belgio, Durbuy
Belgio, Durbuy

Le lingue ufficiali sono il francese, il tedesco e l’olandese. L’inglese è molto diffuso tra la popolazione perciò non si troverà alcuna difficoltà nel comunicare, anche con persone anziane o, viceversa, molto giovani. La moneta ufficiale è, ovviamente, l’Euro. Per entrare nel paese non si avrà bisogno di alcun visto, basta un documento d’identità.

L’Italia, come per molti scali europei, è fornita di voli diretti per la capitale Bruxelles.
Il Belgio è abbastanza sicuro, sono rari i casi di crimini gravi, anche se nei centri urbani sono abbastanza comuni gli episodi di micro-criminalità. È consigliato avere molta attenzione in alcune zone centrali di Anversa, Bruxelles, Charleroi e Liegi a causa di furti e scippi. Negli ultimi anni la nazione, purtroppo, è stata vittima di attentati terroristici, bisogna quindi ricordare di prestare massima attenzione, anche se il pericolo del terrorismo comprende, potenzialmente, qualsiasi luogo al mondo.

La situazione sanitaria in Belgio è ottima, le strutture ospedaliere sono di qualità e sono, in quasi tutti i casi, adibite anche a interventi più complessi. Gli italiani che visitano il Belgio quindi non avranno mai problemi a livello sanitario, basta disporre di una Tessera Sanitaria valida.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Namur, la capitale della Vallonia

Clima del Belgio

Guida del Belgio, Gand
Belgio, Gand

Il clima del Belgio è di tipo atlantico, caratterizzato, sulla costa, da una forte umidità e da scarsi balzi di temperatura. Nelle regioni interne si ha un aumento dell’escursione termica e sui rilievi gli inverni sono più rigidi. Le precipitazioni sono regolari durante tutto l’anno. La zona costiera è meno piovosa e leggermente più soleggiata rispetto alle zone interne.

In inverno è abbastanza freddo sulla costa, ma non gelido. La temperatura media di febbraio, il mese più freddo dell’anno, è di circa 4 °C. Il sole non è quasi mai presente durante questa stagione. L’estate in Belgio è mite sulla costa, con le temperature massime che non superano i 23 gradi nei mesi di luglio e agosto. Non mancano però le nubi e le piogge. Nelle zone interne il clima estivo è leggermente più arido, nella capitale la media di luglio è di circa 18,5 gradi, con massime sui 26, la temperatura raramente però supera i 30 gradi. Le piogge sono invece più frequenti e a volte scoppiano dei repentini temporali pomeridiani.

Le mezze stagioni sono fresche e nuvolose. A marzo e nella prima metà di aprile solitamente fa ancora freddo e, raramente, persino all’inizio di maggio con massime intorno ai 10 gradi. La primavera, però, è meno piovosa, ed è, secondo i dati, il periodo meno piovoso dell’anno. L’autunno, oltre che freddo e nuvoloso, può essere ventoso, soprattutto sulla costa.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Mechelen piccola ma incantevole città ricca di fascino

Cosa vedere in Belgio

Guida turistica del Belgio, veduta città medievale

Tra le cose da vedere in Belgio è ovviamente la capitale Bruxelles ad attrarre il maggiore flusso turistico. E’ una vivace città ricca di tradizioni e di cultura ma anche di diverse strutture moderne in cui risulta imperdibile la Grand Place, la più bella piazza medievale in Europa e l’Ilot Sacrè, il quadrilatero proprio alle spalle della piazza, viuzze caratteristiche e sempre affollato di turisti in qualsiasi periodo dell’anno.

Bruges è invece una delle città neogotiche più belle di tutta Europa conservata in maniera impeccabile. La si raggiunge velocemente da Bruxelles e una volta arrivati ammirerete un tipico villaggio medievale con case in mattoni il cui centro storico è dichiarato Patrimonio UNESCO. I due nuclei medievali sono il Burg e il Markt dove poter trovare le principali attrazioni. Il Markt è il nucleo della città e principale luogo turistico mentre il Burg era la piazza che un tempo ospitava il castello cittadino.

Meno nota delle due precedenti, Gand è la città natale di Carlo V e capoluogo delle Fiandre dell’Est. Città portuale, Gand è visitabile completamente a piedi grazie alle varie aree pedonali che permettono di ammirare buona parte del fulcro storico e dei suoi dintorni in assoluta sicurezza. Interessanti i ponti che attraversano il canale di Lys e i tanti palazzi posizionati sulla riva di Graslei, le due banchine che sorgono sui due lati del fiume Leie

Proseguiamo con le cose da vedere in Belgio con l’affascinante Anversa, meno trafficata rispetto ad altre città già sopra descritte e caratterizzata da un centro medievale. Nobile città fiamminga, Anversa si trova alla foce del fiume Schelda, uno dei porti commerciali più importanti d’Europa. Imperdibile la Grote Markt, la piazza principale della città e principale punto di riferimento per comprendere la cultura fiamminga e i tanti pittori quali Bruegel, Van Dyck e Rubens che sono legati alla città belga.

Durbuy è invece nota come la città più piccola del mondo, una località di villeggiatura posta lungo le sponde dell’Ourthe e ricca di vicoli medievali ed edifici che risalgono al XVI secolo. Nonostante il suo appellativo, Durbuy accoglie oltre 10.000 abitanti distribuiti lungo il territorio, perlopiù collinare. Merita visitare il Château des Comptes d’Ursel e trascorrervi almeno un paio di giorni per visitarla in ogni suo dettaglio.

Liegi, infine, si trova lungo il fiume Mosa ed è una delle più importanti aree urbanizzate del Belgio, situata nel cuore della Vallonia francofona. Da tempo considerata un prestigioso centro commerciale e culturale, Liegi gode di un centro storico di pregevolissima fattura, testimone di un ricco e articolato passato tra i più interessanti del Belgio. Tanti sono i musei quanto anche i luoghi storici, come la Collegiata di San Bartolomeo, importante opera di stile romanico. L’Opéra Royal de Wallonie è invece uno dei più antichi teatri dell’opera ancora in attivo d’Europa, fondato nel 1820.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona   Le 5 strutture davvero uniche del Belgio

La gastronomia del Belgio

Guida turistica del Belgio

La cucina belga e i ristoranti del Belgio sono conosciuti in tutto il pianeta per essere di qualità eccelsa.
Sono diversi infatti i ristoranti con delle stelle Michelin, mentre le tradizionali trattorie sono perfette per gustare i piatti tipici.

A ogni angolo di strada troverete friggitorie che offrono nel loro streetfoods le patatine fritte, verranno consegnate in cartocci con un po’ di maionese. Le patatine fritte belghe sono considerate le migliori al mondo.

Del resto patatine fritte e cozze rappresentano il piatto nazionale belga molto amato dai locali.
Diffuso il consumo di pesce e molluschi, specialmente anguille, aringhe, sardine e poi cozze e ostriche. Tra le carni consumate in maggioranza troviamo il pollo, ma anche selvaggina, lepre e cinghiale.

Ottimi i formaggi, anche se poco conosciuti fuori dal Belgio. Tra i dolci del Belgio la vera specialità è il cioccolato belga, in tutte le varietà: dal bianco delicato al nero amaro, farcito alla frutta o con le nocciole.

 

Ultimo aggiornamento: 08.07.2021


 

Condividi su: