Basse-Terre, da Colombo ai francesi

Basse-Terre, da Cristoforo Colombo ai francesi tra storia e mare. Alla scoperta della capitale di Guadalupa nelle Antille.

Conosciamo Basse-Terre

Case basse dai colori vivaci, spiagge meravigliose di sabbia dorata accarezzate dall’acqua limpida di un mare incantevole. Siamo decisamente ai Caraibi, e precisamente a Basse-Terre, capitale di Guadalupa, nelle Antille.

La scoperta dell’isola di Guadalupa

L’isola fu scoperta nel 1493 da Cristoforo Colombo, ma solo dal diciassettesimo secolo cominciarono ad arrivare i coloni spagnoli e francesi che importarono le prime piantagioni di cacao, caffè e canna da zucchero. La città fu fondata verso la metà del Seicento dagli stessi coloni e dopo varie dominazioni, tornò definitivamente tra i possedimenti francesi.

Dove si trova Basse-Terre

Basse-Terre, da Colombo ai francesi

Basse-Terre sorge ai piedi del vulcano Soufrière ed è un centro molto pittoresco dal quale partono tutte le escursioni alla volta delle fumarole delle Trois-Chaudières. Tutta la zona, ricca di foreste, è caratterizzata da numerosi piccoli laghi e frizzanti cascate che rendono questi luoghi particolarmente affascinanti.

La capitale è un importante centro turistico, famoso per le sue spiagge meravigliose. Tra queste molto famosa è la spiaggia delle perle, Plage de Deshaies, insieme alle caratteristiche Anse Turlet e Grande Anse, spiagge vulcaniche con sabbia molto scura. Mentre si ritrova la sabbia chiara a Fort Royal ed alla Plage de Cluny.

Isole di GuadalupaGuadalupa, cinque isole ed infinite meraviglie
Guadalupa, cinque isole ed infinite meraviglie, gli elementi del perfetto paradiso caraibico. Ecco cosa vedere a Guadalupa e le sue cinque isole.

Continua a leggere

La Riserva Cousteau

L’isola intera è caratterizzata da spiagge rocciose alternate a quelle di sabbia il cui colore passa dall’ocra al rosa, passando per il nero, ed il suo fulcro ambientale è la Riserva Cousteau. Quest’area marina protetta vanta fondali ricchi di coralli e spugne, pesci tropicali, cetacei e tartarughe marine.

Il Parco nazionale di Guadalupa

Il Parco nazionale di Guadalupa è un’altra meta imperdibile. L’area del parco si estende per circa 22 mila ettari dei quali oltre 17 mila sono coperti da foresta tropicale ed i restanti da ambiente umido e marino. Il Parco comprende anche il complesso vulcanico attivo del La Grande Soufrière.

Accanto alle bellezze naturali, la città offre molte testimonianze delle diversità culturali dell’isola, con chiese cristiane affiancate a templi indù, e del proprio passato con i resti archeologici dei primi insediamenti umani locali.

La fortezza Fort Delgrés

La fortezza Fort Delgrés a Basse-Terre

Pregevole anche la fortezza militare di Fort Delgrés, in passato chiamato Fort Saint-Charles, è affacciato sul mare, con una fantastica vista sul mare e sulla città. Al suoi interno oggi è alloggiato un interessante museo.

E così, nel pieno ambiente caraibico delle Bahamas, la visita a Basse-Terre regala un valore in più ad una vacanza fatta di sole e mare, permettendo di scoprire anche una storia coloniale affascinante.

Scopri di più:

Visitare Arequipa, la città bianca in Perù
Vietnam, guida turistica di viaggio

 

Condividi su: