Banja Luka, la guida della città

Banja Luka, guida della città


Condividi su:

Cosa vedere a Banja Luka,
Bosnia ed Erzegovina

Tutti gli articoli della Bosnia ed Erzegovina

Cosa vedere a Banja Luka, Bosnia-Erzegovina

icona-articolo

Con circa 220.000 abitanti, Banja Luka è posizionata a poco meno di 150 km da ⇒ Sarajevo. E’ la capitale della Republika Srpska, oltre a essere una città dalla lunga storia, in passato mai considerata vera e propria meta turistica ma che negli ultimi anni sta lentamente diventando popolare. Ci troviamo nella parte più settentrionale della  Bosnia-Erzegovina e la città è la seconda più grande del Paese, dopo la capitale.

La sua storia ci riporta all’età della pietra e alle sue tante dominazioni, dai romani agli slavi senza dimenticarsi di ottomani e austro-ungarici. Una delle caratteristiche davvero insolite della città è l’utilizzo contemporaneo di due alfabeti, quello cirillico e quello latino, passando senza alcun problema a uno dei due anche all’interno dello stesso testo scritto.

Cenni storici

Cosa vedere a Banja Luka, panorama

Banja Luka ha origini molto antiche. Secondo vari studi è possibile che la città sorga sul sito di un’antica colonia romana nei primi secolo dopo Cristo. La città era compresa nella provincia romana dell’Illyricum, dentro cui vi si attraversarono numerose arterie stradali per la Dalmazia.

Con l’avvento del VII secolo, il territorio fu protagonista di una migrazione di massa degli Slavi, che si insediarono e governarono la regione. Banja Luka venne ufficialmente fondata nel XV secolo, come testimoniato da un documento firmato da Vladislav II.

Nel XVI secolo il territorio venne conquistato dagli ottomani, i quali adibirono Banja Luka a sede del pashaluk bosniaco. La città assunse un’importante ruolo nel mondo religioso. Nel corso degli anni vennero realizzati numerosi monasteri e chiese, molte ancora oggi osservabili. Nel XIX secolo Banja Luka venne annessa all’Impero Austro-Ungarico, evento che portò la cittadina a un repentino processo di occidentalizzazione generale, sino all’adesione nella Repubblica di Jugoslavia e infine in Bosnia ed Erzegovina.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visegrad, piccola guida di viaggio

Cosa vedere a Banja Luka

Cosa vedere a Banja Luka, centro città

Banja Luka si distingue per la sua grande presenza di viali alberati e parchi. Questo spiega perché passeggiando per le sue strade si potranno vedere un gran numero di ciclisti, non solo nelle stagioni più mite. Ideale iniziare a scoprirla da Krajina Square, la piazza principale della città, il luogo dove gli abitanti si ritrovano per un caffè o per prepararsi alla serata.

Il suo passato la descrive come un grande centro industriale, ancora oggi visibile, ma con diversi monumenti storici a valorizzarla. Purtroppo nel 1993 le milizie serbe ne hanno distrutti gran parte, completando l’opera demolendo ben 16 moschee fino all’epoca qua presenti. Alcune aree sono fortunatamente rimaste indenne alle varie battaglie.

OneMag-logo
Link-uscita icona   Travnik, il capoluogo della Bosnia Centrale

La fortezza

Cosa vedera Banja Luka, la Fortezza Kastel


In pieno centro storico sorge Kastel, la fortezza della città e principale protagonista sia dei vari assedi che delle più recenti guerre. Di dimensione piuttosto rilevante per la città, la fortezza è una delle principali cose da vedere a Banja Luka.  Le sue mura racchiudono secoli di storia, di battaglie, di successi ma anche di tristi fallimenti. La fortezza di Banja Luka è sviluppata anche al di fuori delle mura perimetrali, quasi la metà dell’intera struttura è infatti esterna. Nel suo interno sono da ammirare alcune aree visitabili come l’armeria centrale e il piccolo arsenale.

La sua costruzione pare essere davvero antica, considerando che alcuni cimeli ritrovati al suo interno sono da considerarsi riferibili all’era paleolitica. Bronzi, ceramiche e altri reperti sono le testimonianze dell’antichità del Kastel. Quella che oggi possiamo ammirare è probabilmente la ricostruzione, avvenuta nella seconda metà del 1400, di quella che in precedenza era una fortezza di dimensioni più piccole rispetto all’attuale.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Tuzla, la terza città della Bosnia Erzegovina

La Cattedrale Ortodossa di Cristo Salvatore

Cosa vedere a Banja Luka, la Cattedrale Ortodossa di Cristo Salvatore


Sempre in centro città troviamo il più importante edificio religioso, attrazione da inserire indubbiamente nelle cose da vedere a Banja Luka.  E’ la Cattedrale di Cristo Salvatore, costruita dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1925. La chiesa è stata costruita in stile serbo-bizantino, architettura tipica della fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Il suo completamento avvenne quattro anni dopo a livello di struttura, ma gli interni furono allestiti successivamente.

Scopo della Cattedrale, oltre quella religiosa, era valorizzare una zona che fino a quel momento risultata sostanzialmente priva di qualsiasi edificio, sia abitativo che culturale.
Nel 1941 le bombe aeree danneggiarono in modo importante l’intero edificio, che venne poi distrutto per volere dell’allora Stato Indipendente della Croazia.

Il completo rifacimento della chiesa, ora intitolata a Cristo Salvatore, iniziò nel 1992 con lo scavo delle fondamenta e venne completata nel 2004. Nonostante il suo interno non risulti ancora terminato, all’esterno si potranno ammirare i portali, le colonne e le croci e altri dettagli realizzati utilizzando il Marmo di Carrara.  Le campane sono invece di produzione austriaca. Pur non completa, possiamo definirla l’opera architettonica più bella tra le chiese ortodosse dei Balcani.

OneMag-logo
Link-uscita icona La località rustica ideale per un weekend, benvenuti a Trebigne

Cattedrale di San Bonaventura

Cosa vedere a Banja Luka, Bosnia-Erzegovina
Tra gli edifici religiosi non possiamo mancare la Cattedrale di San Bonaventura, una tra le cose da vedere a Banja Luka. E’ una delle quattro chiese cattoliche qua presenti, a lungo sede del vescovato della città. Pur non essendo d’impatto, la Cattedrale cattolica è separata da quella ortodossa unicamente da un muro.

Da ammirare il suo maestoso campanile di 42 metri. All’interno troverete interessanti una vetrata e un mosaico. Banja Luka e la sua cattedrale sono state visitate da Papa Paolo Giovanni II nel 2003 in occasione di una visita pontificale in Bosnia-Erzegovina.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Viaggio nel tunnel di Sarajevo, 760 metri di storia

Museo di Arte Contemporanea

Il suo nome completo è il Museo di Arte Contemporanea della Repubblica di Srpska, in precedenza Galleria d’Arte della città e inaugurato come museo nel 2004. Il vecchio museo rinasce, a livello di materiale all’interno conservato, grazie a numerose donazioni avvenuta da artisti locali a seguito di un devastante terremoto che nel 1969 ha distrutto ogni cosa.

Il nuovo museo ha semplicemente proseguito l’opera iniziata dalla Galleria aggiungendo ulteriori aree. Al suo interno troviamo oltre 1300 opere d’arte, tra sculture e dipinti, risalenti alla seconda metà del XX secolo con una piccola sezione dedicate invece alle realizzazioni della prima metà dello scorso secolo.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Mostar, guida turistica di viaggio

I dintorni di Banja Luka

Cosa vedere a Banja Luka e nei dintorni, le cascate di Krupa
Le cascate di Krupa


Tra Banja Luka e Jajce troviamo una delle aree turistiche più note dei dintorni di Banja Luka.  Siamo in una valle del fiume Vrbas, quasi nascosta da ogni riferimento, dove troviamo le cascate di Krupa, raggiungibili comodamente da un parcheggio posto a poche centinaia di metri dalla strada principale, la M16. Qui si potranno ammirare, oltre alle cascate, anche antichi mulini a vento oppure praticare rafting sul fiume. Sarà anche possibile rilassarsi pescando, a poca distanza, oppure più banalmente passeggiare nei dintorni.

A una ventina di km da Banja Luka troviamo il monastero di Krupa na Vrbasu. La sua costruzione è avvenuta, nel XIII secolo, in quello che era in precedenza un sito occupato da una antica necropoli.  Inserito in un contesto naturale di primissimo livello, su una piccola collina e poco distante dall’omonimo fiume, il monastero si propone a navata unica con una abside a forma circolare. Nel complesso è presente anche un campanile più recente, realizzato nel 1889.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Cascate di Kravice, un caldo abbraccio naturale

Shopping a Banja Luka

Cosa vedere a Banja Luka, shopping, centro commeriale, Boska
Il centro commerciale Boska


Per lo shopping a Banja Luka uno dei punti di riferimento è il Boska, un centro commerciale sviluppato su 4 piani situato nel cuore della città. All’interno del centro commerciale troviamo numerose boutique e negozi di grandi marchi d’abbigliamento. Annessi ai negozi d’abbigliamento troviamo anche gioiellerie e orologerie.

Proseguiamo l’itinerario dello shopping a Banja Luka in un altro centro commerciale, il Mecrator Centar, dove troviamo negozi di artigianato, indirizzati principalmente al settore dell’abbigliamento e delle calzature, ma anche un mercato alimentari in cui vengono venduti prodotti freschissimi.

Da non perdere a Banja Luka è anche il complesso commerciale Ekvator, indirizzato a un pubblico con budget più ristretto ma con ottimi prodotti. All’Ekvator si trovano negozi d’elettronica e di abbigliamento, con un vasto parcheggio al coperto.

Ultimo aggiornamento: 24.04.2021


 

Condividi su: