Banff National Park, il primo parco nazionale canadese

Guida al Banff National Park, Canada, il parco nazionale più storico di tutto il Canada, fondato nel 1885, due anni dopo la scoperta da parte di alcuni dipendenti ferroviari della Canadian Pacific di una sorgente termale. La prima estensione del parco nazionale Banff era di circa 26 km quadrati mentre qualche decennio dopo, nel 1930 venne esteso e quindi leggermente ridotto nel 1949. Ecco cosa fare e cosa vedere al Banff National Park, il primo parco nazionale canadese.

Guida al Banff National Park, Canada

icona-articolo

Definita dal National Geographic magazine migliore destinazione per il 2017, il Banff National Park è il parco nazionale più storico di tutto il Canada.
La sua fondazione, infatti, risale al 1885 quando l’intero territorio era di soli 26 km quadrati e comprendeva unicamente alcuni sorgenti termali.
Oggi il Parco nazionale Banff occupa invece ben 6641 km quadrati, un territorio immenso posto proprio nel cuore delle montagne rocciose.
Oltre ad essere il primo parco nazionale canadese, il Banff è anche il più frequentato, con alcuni milioni di visitatori che ogni anno lo scelgono come meta di vacanza.

Il parco è accessibile da Calgary, distante circa 130 km, attraverso l’autostrada ma è solo una delle tante opportunità per accedervi. Una volta dentro, avrete modo di alloggiare sia in campeggio o anche direttamente nella città di Banff oppure nei dintorni, come a Lake Louise, all’estremità orientale a nord del lago. E’ anche possibile soggiornare al di fuori dei confini del parco, come ad esempio a Canmore che invece si trova a sud-est di Banff.
Il Parco nazionale di Banff è tra i patrimoni UNESCO dal 1984.

OneMag-logo
Visitare il lago Louise in Canada

Il territorio del Banff National Park

Il territorio del Parco Nazionale segue la linea delle Montagne Rocciose, nel territorio dell’Alberta e della British Columbia. Il territorio del parco è prevalentemente montuoso e una parte importante si trova in un paesaggio subalpino delle Front Ranges.
La catena montuosa è composta da numerose cime superiori ai 3.000 metri, tra cui il Monte Columbia, posto sul confine occidentale in quella denominata regione delle Dieci Cime, con la sua altezza di 3.464 metri.

Al suo interno si trovano numerosi ghiacciai attivi che contrastano con zone umide ma anche territori boschivi, come le valli dei fiumi Bow e Red Deer.
Interessanti anche i laghi alpini, in modo particolare il Lago Louise che si estande dal Monte Columbia fino a raggiungere il Lago Moraine, a sud.

OneMag-logo
I parchi nazionali del Canada, tesoro inestimabile della natura

Il clima

Banff National Park, inverno

L’intero territorio ha un clima prevalentente freddo, anche se importanti variazioni sono riscontrabili durante le stagioni e in base alla posizione e all’altitudine.
In linea generale durante il periodo estivo troviamo giornata moderatamente calde, che non di rado raggiungono e superano i 20°C, anche se spesso caratterizzati da pomeriggi umidi e piovosi.
Durante i mesi invernali le temperature possono scendere drasticamente fino a raggiungere i -15°C e con frequenti episodi a carattere nevoso.

La storia delBanff National Park

Banff National Park, bus invernale

I primi abitanti del Parco Nazionale risalgono a diverse migliaia di anni fa, anche se la sua conoscenza è molto più recente. Grazie infatti ad alcuni dipendenti ferroviari della Canadian Pacific che scoprirono alcune sorgenti termali proprio sopra la valle del fiume Bow, si è potuto dichiarare il primo parco nazionale nel 1885, meno di 26 km quadrati realizzata intorno alle sorgenti, giusto due anni dopo la data del ritrovamento.
Per avere la prima estensione territoriale occorre attendere qualche decina d’anni. Siamo nel 1930 quando il Banff venne esteso a 6.695 km quadrati, ridotti poi nel 1949 agli attuali 6641 km quadrati.
Senza ombra di dubbio, il Banff National Park è una delle attrazioni più visitati di tutto il Canada, complice le varie attività che possono essere svolte al suo interno.

Cosa vedere al Banff National Park

La città di Banff è la più estesa all’interno del Parco nazionale, sorta proprio come luogo turistico per eccellenza. Fu proprio il primo sindaco della città, George Stewart, a volerla tale realizzando la prima strada cittadina proprio verso le Cascade Mountain.
Con i suoi 8.000 residenti è la città più alta del Canada, posta ad una altitudine di 1.383 metri, ed è caratterizzata da imponenti cime, quali il
Monte Sulphur, il Monte Norquay e il Monte Cascade.
Tra le attrazioni che rendono la città di Banff da visitare troviamo una serie di escursioni e la presenza di numerosi festival che la rendono cittadina vivace e meta turistica di primario interesse.
Numerose anche le aree di interesse per lo shopping, alcuni dei quali interessanti per il tipico assortimento di prodotti canadesi, anche di fattura artigianale.
Spostarsi per la piccola città di Banff è molto semplice. La modalità più facile è quella di noleggiare una bicicletta o di passeggiare per le vie centrali del villaggio.

– Two Jack Lake

Non molto distante da Banff, e sempre all’interno del Parco nazionale, troviamo Two Jack Lake, un piccolo laghetto non troppo frequentato e ideale per le famiglie. Nei sui dintorni troviamo anche un campeggio e lo spazio ideale per trascorrere qualche ora in un picnic, oltre a varie attività sportive tipiche da praticare su un lago. Ma basterà indossare delle scarpe comode e visitare i tanti sentieri attorno, per rendersi conto del meraviglioso panorama e della tranquillità offerta.

Raggiungere Two Jack Lake da Banff è molto semplice. Si trova a 11 km a nord est dalla città, una decina di minuti in auto o una bella pedalata di poco più di mezzora. Se sceglierete la macchina mettete in preventivo l’incognita parcheggio, non molto grande e facilmente completo anche in orari piuttosto insoliti della giornata.
Il Two Jake Lake, infatti, è una meta piuttosto popolare tra i turisti e, anche se difficilmente troverete ressa, non è da escludere che possa riempirsi.

– Minnewanka lake

Sempre nei dintorni della cittadina di Banff, a circa 5 km a nord est, troviamo il lago Minnewanka, un lago glaciale lungo una ventina di km, luogo ideale per un picnic ma anche per andare in mountain bike, trekking oppure esplorarlo in canoa.
E’ uno dei luoghi più storici in assoluto, abitato da tempo dai primi indigeni che lo conoscevano come ovvero Lago degli Spiriti. Furono gli europei, in seguito, a chiamarlo in modo anche più esplicito, ovvero Devil’s Lake.
Il Minnewanka è il posto ideale da scoprire durante l’estate, quando diventa meta sportiva e di relax contemporaneamente. E’ anche l’unico lago esplorabile con barche a motore, consentendo quindi delle piccole crociere organizzate con guide turistiche pronti a raccontarvi ogni segreto del lago glaciale. Ma è anche possibile esplorarlo in autononia, noleggiando una barca presso le varie banchine attrezzate allo scopo.

E’ anche una meta perfetta per i subacquei, vista la presenza di un villaggio turistico sommerso. Nel 1941, infatti, la realizzazione di una diga fece innalzare il livello dell’acqua di oltre 30 metri inglobando l’intero Minnewanka Landing, un piccolo villaggio oramai presente solo negli abissi del lago.
Altro modo per scoprire la bellezza del laghetto glaciale è quella di affittare una canna da pesca, se non si dispone di una propria, e partecipare ad una delle tante competizioni che in diversi periodi dell’anno si svolgono. Le trote qua pescate, assicurano, sono spesso tra le più gigantesche del Canada.

In inverno, infine, scoprire le meraviglie del Minnewanka con sci da fondo e racchette da neve. Una delle piste preferite è il Cascade Trail, 14 km interamente dedicati allo sci da fondo. E, dopo una giornata sportiva, fermatevi ad ammirare l’aurora boreale. Proprio il Lago Minnewanka, infatti, è uno dei posti preferiti per ammirare, in determinate condizioni atmosferiche, uno dei fenomeni più apprezzati e tipici del territorio canadese.

– Lake Louise

Nel cuore del Banff National Park troviamo il Lake Louise, luogo ideale per delle meravigliose escursioni, anche da praticare in canoa.
La sua posizione garantisce anche degli splendidi panorami e per raggiungerlo potrete percorrere la Icefields Parkway, 231 km di strada definita una delle più panoramiche al mondo. La partenza è da Jasper Township, un percorso di circa 3 ore da percorrere in realtà in molto più tempo per darvi modo di osservare con calma tutto l’itinerario.
Anche il Lake Louis è un lago glaciale e il suo nome deriva dal nome della principessa Louise, figlia della regina Vittoria e moglie del governatore generale del Canada, Marchese di Lorne.
Il Lake Louis, oltre alle attività già viste per i precedenti laghi, è il territorio ideale per le tante escursioni che da qua sono possibile praticare. Una delle escursioni più praticate è quella al Lake Agnes, altro piccolo laghetto da non perdere. Il piccolo lago di montagna si trova a circa 3 km da Lake Louise ed è nota anche per una casa da tè, una delle attrazioni più visitate dei dintorni e posta ad una un’altitudine di 2134 metri dal livello del mare.

Condividi su: