Ban Lung, Cambogia, la capitale della provincia di Ratanakiri

Ban Lung, Cambogia | Cosa vedere a Ban Lung


Condividi su:

Ban Lung, Cambogia,
la capitale della provincia di Ratanakiri

Tutti gli articoli della Cambogia
Cosa vedere a Ban Lung, mappa
© Apple Maps

Icona articolo onemag

Siamo a oltre 600 km dalla capitale Phnom Penh, nella provincia remota del Ratanakiri, dove troviamo la cittadina di Ban Lung, spesso scritta senza interruzione. La regione è tra quelle più importanti della Cambogia per la sua biodiversità biologica in un territorio formatosi milioni di anni fa che oggi si ritrova nella sua caratterista terra color rossastro. Nella zona più a ovest del territorio troviamo il capoluogo di provincia Ban Lung, il centro abitato più popoloso di tutta la provincia che richiama i suoi visitatori all’interno del tradizionale mercato, il luogo in assoluto più frequentato della città.

Non sono molte infatti le cose che si possono fare in questa zona remota della Cambogia raggiungibile quasi esclusivamente in jeep, mezzo ideale per percorrere le poche strade della zona più settentrionale del paese, quasi al confine con il ⇒ Vietnam e con il ⇒ Laos.

Ban Lung, Cambogia

Ban Lung, veduta strada

L’arrivo a Ban Lung sarà subito accompagnato dal traffico locale, perlopiù motorini, indaffarati a spostarsi lungo le poche strade della città. Pochi i negozi e altrettanto rare le testimonianze che ricordano il passato coloniale della città. La gente del posto la chiama semplicemente Dey Krahorm, terra rossa, appellativo che ricorda come sia proprio questo il colore che la caratterizza, insieme al verde e marrone che invece è proprio della giungla che la circonda. Al vostro arrivo, dicevamo, sarete circondati da una atmosfera rurale che poco spazio lascia al turismo, nonostante siano sempre più i tour che vengono organizzati per esplorare il territorio cambogiano.

La cittadina è capoluogo di provincia dal 1979 e qui abitano poco più di 17.000 abitanti, un numero tutto sommato esiguo ma che rappresenta il primo nucleo abitato della regione che invece supera i 180.000 residenti. In passato il suo nome era Labasienk e oggi rappresenta anche l’omonimo distretto della provincia di Ratanakiri. Ban Lung è anche una delle città più povere in assoluto di tutta la Cambogia, priva di assistenza sanitaria a livelli adeguati e con una aspettativa di vita piuttosto bassa rispetto alle altre aree del paese.

Per raggiungere Ban Lung si dovrà fare scalo a Phnom Penh e da li muoversi con i vari bus, economici ma non propriamente comodi. Se volete affrontare il viaggio in una unica tappa, dalla capitale partono dei bus turistici di grosse dimensioni, comodi e con aria condizionata. In alternativa si potranno prendere dei minivan, decisamente più costosi ma anche decisamente più rapidi, con meno della metà del tempo di viaggio rispetto al bus. Se raggiungete Kratie, il capoluogo dell’omonima provincia e città sulle sponde del Mekong nota per la sua propensione all’ecoturismo, arriverete in circa 4 ore di viaggio e senza variazione di prezzo tra bus e minivan.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Phnom Penh, la magnifica capitale della Cambogia

Visitare Ban Lung

Ban Lung, cascata

Dopo aver visitato la cittadina spostatevi per raggiungere la principale attrazione del luogo, il suo lago vulcanico. Dalle acque cristalline, il lago ospita numerosi uccelli esotici, in particolar modo pappagalli. La sua profondità di 48 metri non deve trarre in inganno, il lago è sicuro e sono in molti a sceglierlo per un bagno e per rilassarsi. Tra una nuotata e la successiva, cercate il centro informazioni turistiche qua presente e fatevi indicare le zone da preferire per praticare birdwatching, con tanto di noleggio di binocolo e altre attrezzature. Oltre a darvi indicazioni, il centro informazioni è dotato anche di un negozio pronto a vendervi alcuni souvenir a ricordo del vostro viaggio.

Imperdibile nei dintorni di Ban Lung anche la cascata Ka Tiengeng, una delle tante presenti nei dintorni della cittadina. La cascata Ka Tiengeng è tuttavia da preferire se si vuole assistere a uno spettacolo meraviglioso senza l’affluenza riscontrata prima nel lago vulcanico. Si trova a 7 km in direzione sud-ovest di Ban Lung, proprio in mezzo alla foresta e il suo nome richiama le tribù delle colline Kreung nel villaggio di Ka Kieng. Esistono guide pronte a portarvi ma se preferite fare un viaggio da soli accertatevi di avere vestiti di ricambio, acqua e viveri necessari per eventuali imprevisti.

Da Ban Lung sono disponibili numerosi tour pronti a portarvi nella giungla e visitare i luoghi naturali della regione. Tra i tanti scegliete il Ratanakiri Day Tours oppure il Virachey National Park Jungle Trek, entrambi perfetti per essere effettuati in famiglia e con tariffe piuttosto economiche. Le guide sono disponibili in inglese e in francese. Nel Virachey potrete avvistare elefanti, orsi, leopardi e molti altri animali. Se preferite invece organizzare qualcosa di esclusivo, chiedete di una guida locale e fatevi portare a visitare i tanti villaggi minerari qua presenti per scoprire dove venivano estratte le gemme. Se siete più avventurosi scegliete di fare rafting oppure anche trekking nella giungla.


 

Condividi su: