Cosa vedere a Baden bei Wien, Austria

Leggi tutti gli articoli dell’Austria


icona-articoloBaden presso Vienna, Baden bei Wien, località meglio nota come Baden ma che viene completata per distinguersi dalle altre che hanno il medesimo nome. Siamo a 26 km dalla capitale austriaca, circa 25.000 abitanti e capoluogo dell'omonimo distretto nella Bassa Austria. Meta conosciuta per la sua storia e l'arte ma scelta anche per le sue terme e per la presenza di uno dei casinò più grandi di tutta Europa.

La città di Baden in Austria è anche nota come città della musica, essendo stata il luogo dove Beethoven  trascorreva alcune sue vacanze estive. Oggi l'appartamento in cui il compositore viveva è stato trasformato in museo, ricordando ai suoi visitatori che questo è anche il luogo dove compose buona parte della Nona Sinfonia. Piacevole da visitare nel periodo estivo, Baden bei Wien è anche la sede del → Gacilly Photo Festival, un festival di origine francese ma allestito qua da orami diversi anni. Si tratta del più grande festival open-air dedicata alla fotografia in Europa nel 2022 sarà dal 1 giugno al 2 ottobre, un percorso di 7 km con circa 1500 fotografie esposte, alcune grandi fino a 280 m².  Pronti quindi a scoprire le cose da vedere a Baden bei Wien?

 

Cenni storici

Cosa vedere a Baden bei Wien, il centro storico
Veduta sul centro storico di Baden bei Wien

La lunga storia di Baden ha inizio nel periodo dell'Impero Romano quando la città era nota con il nome di Thermae Pannonicae, chiaro riferimento alle caldi sorgenti del territorio.

Nell'869 era sede di un palazzo imperiale dei Franchi ma la prima ufficialità Baden la ricevette nel 1480, quando venne dichiarata città. Nel 1529 e nel 1683 i turchi la invasero, saccheggiandola.

Baden riuscì tuttavia a riprendersi da entrambi i devastanti attacchi e vari membri della famiglia imperiale austriaca la scelsero come residenza estiva, costruendo anche meravigliose ville. Nel 1812 un devastante incendio la distrusse e, anche in quest'occasione, prontamente recuperata e rimessa a nuovo. Durante la prima guerra mondiale divenne sede dell'Alto Comando delle truppe reali e imperiali dell'Impero austriaco mentre nel secondo conflitto divenne il quartiere generale delle forze sovietiche durante l'occupazione dell'Austria.

Oggi la cittadina è diventata meta gradevole di vacanze tutto l'anno, richiamata sia dalle sue fonti termali che da una offerta alberghiera di prima qualità. Ecco Baden, Austria.

 

Lago di Neusiedl, il lago di steppa più grande d’Europa

Cosa vedere al Lago di Neusiedl, il lago di steppa più grande in Europa, situato a pochi chilometri dall'Ungheria vicino alla città di Eisenstadt e...

Cosa vedere a Baden bei Wien

Baden, in Austria, è una città termale apprezzata per le sue sorgenti termali, ben quattordici diverse acque sulfuree che propongono un'acqua costantemente calda a trentasei gradi.
La città è deliziosamente circondata da vigneti e colline che la rendono una meta perfetta per rilassarsi e rigenerarsi completamente.

 

Kurpark e le cure termali

Cosa vedere a Baden bei Wien, il Kurpark
Veduta sul Kurpark di Baden bei Wien

Relax e benessere assoluto sono le protagoniste della prima cosa cose da vedere a Baden bei Wien, il → Kurpark.

Si tratta del parco delle terme, considerato uno dei più belli d'Austria e particolarmente visitato grazie anche alla  sua vicinanza con Vienna.  La sua costruzione risale al 1792 e nel parco avrete modo di passeggiare tra vari monumenti, tra cui il tempio di Beethoven, una delle principali attrazioni. Qui ha sede anche il casinò di Baden, tra i più importanti dell'Europa centrale. Durante l'estate la location diventa anche sede di vari concerti all'aperto, appuntamento irrinunciabile per migliaia di visitatori che la scelgono anche per questa ragione.

Dopo aver visitato il parco è il momento di entrare nella struttura, specializzata nella cura di dolori articolari, muscolari o circolatori, gradevolmente inserita tra il centro cittadino e i boschi della periferia, garantendo aria pulita e serenità assoluta. Sotto una cupola di vetro, la più grande d'Europa, troviamo infatti 900 m2 di piscine termali. Qui, oltre alle cure termali, potrete anche ottenere consulenza per perdere peso, per tonificare il corpo con una serie di attività ginniche studiate a misura. L'offerta viene poi completata con meditazione e azioni specifiche per ringiovanire corpo e anima.

 

Wels, a spasso nell’Alta Austria

Wels, a spasso nell'Alta Austria per scoprire la città più grande del Traunviertel e posta proprio sul fiume Traun. Nella guida per scoprire la città...

Il Casino di Baden wei Wien

Cosa vedere a Baden bei Wien, il Casinò
Veduta sul Casinò di Baden wei Wien

Il vasto parco del Kurpark di Baden è lo scenario perfetto per ospitare il grande → casinò, uno dei più antichi casino dell'Austria, inaugurato nel 1934. Qualunque sia la vostra passione di gioco, il casinò di Baden ha sicuramente molto da offrire. La sala da gioco, inoltre, è stata la prima ad introdurre il Poker in Europa, nel 1988.

La sua inaugurazione risale al 1934 in quella che, fino ad allora, era una casa di cura, diventato il primo casinò austriaco aperto tutto l'anno. Successivamente alla conclusione della seconda guerra mondiale, periodo in cui il casinò rimase chiuso, l'edificio venne utilizzato per altri scopi. Le attività ripresero solamente nel 1955 e nel 1968 il casinò venne trasferito nel centro congressi adiacente. Nel 1997 il casinò subì più volte restauri e rielaborazioni strutturali e nel periodo compreso tra il 1992 ed il 1995, con il più grande rinnovo dell'edificio, il casinò venne trasferito nella sala delle manifestazioni.

Nel 1995, in Marzo, il casinò riaprì ufficilmente con il titolo di più grande casinò d'Europa, insieme all'annesso centro congressi. Gli ultimi interventi risalgono al 2007, quando la sala giochi, insieme al ristorante, è stata protagonista di un profondo restauro.

 

Hallstatt, il paradiso tra i monti dell’Austria

Cosa vedere ad Hallstatt, il paradiso tra i monti dell'Austria, un piccolo borgo a poca distanza da Salisburgo noto per ospitare le più antiche miniere...

Doblhoffpark

Cosa vedere a Baden bei Wien, Doblhoffpark
Veduta sul Doblhoffpark di Baden bei Wien

Che sia in una piacevole giornata di primavera, un caldo pomeriggio estivo o una mattina d'inverno, fare una breve passeggiata, anche breve, al Doblhoffpark è d'obbligo.

Si tratta di una delle principali aree verdi di Baden bei Wien, dove nella bella stagione fioriscono oltre 30 mila cespugli di rose appartenenti a oltre 600 varietà differenti. Questi cespugli, che ricoprono e contornano gran parte del parco e dei sentieri, rappresentano la principale attrazione del Doblhoffpark, assumendo sembianze dall'aspetto fiabesco. Il parco si estende per circa otto ettari e si caratteriza per un piccolo laghetto al suo centro.

Durante la stagione estiva vengono organizzati numerosi eventi e spettacoli, tra cui alcune esposizione proprio a tema delle rose.

 

Linz, guida turistica della terza città d’Austria

Linz, guida  della terza città d'Austria tra edifici storici, tanti musei e gallerie d'arte avveniristiche. Tra le cose da vedere a Linz segnaliamo il...

Casa di Beethoven

Cosa vedere a Baden bei Wien, Beethovenhaus
Veduta sulla Beethovenhaus a Baden bei Wien

Una delle principali attrazioni di Baden bie Wien è indubbiamente la → Casa di Beethoven.

Il famoso compositore trascorse tre estati in questa casa di villeggiatura, dove, ispirato dall'incantevole luogo, realizzò alcune delle parti più importanti dello spartito della Sinfonia n.9. La Beethovenhaus è stata recentemente restaurata, nel 2014, trasformandosi in un piccolo centro espositivo dedicato alla vita e al tempo che il famoso compositore trascorse a Baden bie Wien.

Il piccolo museo rende possibile una completa immersione in quella che fu la vita quotidiana di Beethoven, scoprendo dettagli inediti e diversi oggetti da lui posseduti.

 

 

Cosa vedere a Lech

Lech, splendida cittadina austriaca incastonata tra le Alpi, nota per essere un'importante centro turistico invernale. Tra le cose da vedere a Lech...

Museo Arnulf Rainer

Cosa vedere a Baden bei Wien, Arnulf Rainer Museum
Veduta sul Arnulf Rainer Museum di Baden bei Wien

Il → Museo Arnulf Rainer, situato in un splendido edificio dall'architettura esterna minimale, ospita ed espone le opere ed i cimeli realizzati dall'omonimo pittore nato nel 1928 proprio a Baden. L'artista, successivamente all'abbandono degli studi nelle scuole d'arte, iniziò la propria carriera da pittore surrealista, divenendo uno dei maggiormente acclamati dalla critica mondiale.

Il centro museale si trova presso l'edificio che anticamente era adibito a bagno pubblico, nei pressi del capolinea del tram cittadino. Una volta che le attività del bagno pubblico cessarono nel 1973, l'edificio venne adibito a museo e inaugurato nel 1977.

Quasi 30 anni più tardi, nel 2006, il museo venne dedicato all'artista locale di Arnulf Rainer subì un rinnovamento a 360° riguardo gli interni. Infatti l'intera composizione interna venne rielaborata e dotata degli impianti tecnologici di ultima generazione.

Dreifaltigkeitssäule (Colonna della Trinità)

Cosa vedere a Baden bei Wien, Dreifaltigkeitssäule (Colonna della Trinità)
Veduta sul Dreifaltigkeitssäule (Colonna della Trinità) di Baden bei Wien

Concludiamo la nostra passeggiata a Baden bei Wien raggiungendo il Dreifaltigkeitssäule, uno dei simboli della città.

Parliamo di una singolare opera scultorea dalle imponenti dimensioni e realizzata in un piacevole stile gotico. Ideata dall'artista italiano Giovanni Stanetti, la costruzione di questo monumento iniziò nel 1714 e proseguì per 4 anni, concludendosi ufficialmente nel 1718. Situata in pieno centro città, la Dreifaltigkeitssäule sorge sul sito di un antico monumento di epoca romana e dinanzi è ammirabile la Fontana di Ferdinando, inaugurata nel 1833. Questo monumento è stato realizzato per il volere del popolo, per celebrare la vittoria contro la pestilenza. Si presenta con un particolare ma pittoresco stile barocco e alla sua cima è osservabile una croce d'oro sorretta dagli angeli.

 

Continua a scoprire l'Austria:

Ultimo aggiornamento 11 settembre 2022