Bad Ischl, Austria | Cosa vedere a Bad Ischl: la perla segreta dell'Austria

Cosa vedere a Bad Ischl | Bad Ischl: località termale dell’Alta Austria


Condividi su:

Cosa vedere a Bad Ischl: la perla segreta dell’Alta Austria

Leggi tutti gli articoli dell’Austria

 

Icona articolo onemagQuesto nostro viaggio ci trasporta nell’Alta Austria, dove alle porte di Salisburgo si trova la località termale di Bad Ischl, grazioso comune di circa 14 mila abitanti celebre per le tante testimonianze e tesori appartenenti al periodo imperiale. Di questo florido periodo, in cui la località si trasformò da villaggio di periferia e città di rilievo nazionale, rimangono imponenti monumenti, residenze sontuose e ampie piazze scenografiche.

Nel cuore dell’area forestale del ⇒ Salzkammergut, nel distretto Gmunden, sorge la suggestiva località, nota per essere stata meta vacanziera delle lunghe estati degli Asburgo, dove scapparono dalle faccende di corte per del sano e rigenerante relax.

Ancora oggi Bad Ischl è quasi interamente incentrata sul turismo termale, offrendo ai visitatori anche ricche opportunità escursionistiche e lussuosi soggiorni dal fascino ineguagliabile. La relativa vicinanza da Salisburgo, lontana appena una cinquantina di chilometri, ha permesso in epoca moderna di presentarsi come ambita meta turistica, con un lungo e articolato passato alle sue spalle.

L’imperatore Francesco Giuseppe, e l’imperatrice Sissi, in particolare si legarono a Bad Ischl e alla regione del Salzkammergut, investendo molti fondi per rendere la località così come oggi la conosciamo. La stessa località che ispirò Franz Léhar, che qua compose ben 24 delle proprie opere, e come lui anche tanti altri artisti, tra scrittori e musicisti. Ecco cosa vedere a Bad Ischl.

Cenni storici

La strada centrale nella località turistica austriaca di Bad Ischl è impegnata con i turisti che visitano la città e si rilassano nella caffetteria all'aperto.
La strada centrale nella località turistica austriaca di Bad Ischl è impegnata con i turisti che visitano la città e si rilassano nella caffetteria all’aperto.

Come abbiamo già brevemente introdotto, Bad Ischl è una città nata per mano della potente dinastia imperiale degli Asburgo. In particolare, il 2 dicembre del 1848, nel ben noto Anno delle Rivoluzioni, l’allora diciottenne Francesco Giuseppe salì al trono imperiale austriaco, andando, di fatto, a governare una popolazione di oltre 41 milioni di persone. L’Arciduca Francesco, nonché padre di Francesco Giuseppe, rinunciò alla corona proprio in favore del proprio figlio, come desiderato dalla sua consorte Sofia.

La madre, soprannominata imperatrice segreta è ricordata per essere stata una donna molto dinamica e sul pezzo, prese in prima persona le difficoltà della famiglia reale, organizzando un matrimonio che assicurasse il proseguimento della dinastia degli Asburgo.



Scelse così una delle sue nipoti, prediligendo un componente già appartenente alla famiglia reale per cedere il trono austriaco: la duchessa Ludovica in Baviera, sorella di Sofia, si recò proprio a Bad Ischl per festeggiare il ventitreesimo compleanno di Francesco Giuseppe, accompagnata dalle due figlie maggiori, Elena di 18 anni ed Elisabetta di 15.

Tuttavia l’originale  intenzione fu quella di festeggiare anche il fidanzamento ufficiale con la sua futura sposa, quindi con la cugina Elena. L’incontro, però, non ebbe l’esito che si sperò, dato che Francesco Giuseppe rimase affascinato dalla sorella minore Elisabetta: fu amore a prima vista.

L’anno seguente si festeggiarono a Vienna le cosiddette Nozze del Secolo, rendendo Sissi imperatrice d’Austria nonché leggendario thecasinoapps.com personaggio della regalità rinascimentale. In tutto ciò, Bad Ischl ebbe il fondamentale ruolo di far incontrare i due sposi.

Bad Ischl, viaggio tra le terme seguendo le orme degli Asburgo

Bad Ischl è una città termale nel centro della regione del Salzkammergut nell'Alta Austria.

È giunto finalmente il momento di scoprire le cose da vedere a Bad Ischl, il fiorente comune dell’Alta Austria oggi casa di circa 14 mila abitanti. Fiorito grazie agli Asburgo, nel corso dei decenni Bad Ischl riuscì a conservare il suo affascinante aspetto da borgo fiabesco. L’atmosfera romantica che fece far innamorare i due imperiali può ancora oggi essere percepita: forse, fossero ancora in vita, i due sposi riuscirebbero ancora a muoversi facilmente anche nella moderna Bad Ischl.

Tuttavia, rispetto alle vicende che si tennero nel XIX secolo, la località ricevette un dono prezioso quanto prestigioso: quello delle ricche sorgenti termali. E così, la già graziosa Bad Ischl, fu attrezzata di stabilimento termale, nel 1906.

Importante sapere che, nel DACH (Germania, Austria, Svizzera), quanto in Italia, il titolo Bad (l’equivalente dell’italiano suffisso Terme) può essere assegnato alle sole località che, appunto, dispongono di sorgenti d’acqua minerale. Questo significa che l’attuale nome cittadino fu adottato solo dal 1906: in precedenza la località era conosciuta semplicemente come Ischl.



Non ci volle molto tempo prima che Bad Ischl si trasformò in un centro termale di fama internazionale, dovuto soprattutto all’oggettiva qualità terapeutica delle sue sorgenti di acque minerali ad alto contenuto di sale, indicate per il trattamento della respirazione, del cuore e per i disturbi circolatori.

Sebbene le terme rappresentino la principale prerogativa turistica, queste non sono l’unico motivo per cui merita visitare Bad Ischl. Le montagne del Salzkammergut sono meta ambita sia per l’escursionismo che per l’alpinismo quanto anche per gli sport invernali. Insomma, lo sport e l’attività motoria sono le assolute padrone in questa porzione di territorio fiabesco.

 

I consigli delle nostre guide

OneMag - Guide / Esperti | Noemi Lepore
Noemi Lepore

A due passi dalla capitale austriaca si trova la stupenda cittadina di Baden bei Wien – Baden vicino Vienna. Cosa cela di tanto speciale una città in apparenza normale? Ospita uno dei casinò più grandi di tutta Europa. Ma non solo: Baden in Austria è anche nota per essere la città della musica: qui ci ha vissuto persino Beethoven!

 

I luoghi della Monarchia Asburgica

La Kaiservilla era la residenza estiva dell'imperatore Francesco Giuseppe e dell'imperatrice Sissi Elisabetta d'Austria.
La Kaiservilla era la residenza estiva dell’imperatore Francesco Giuseppe e dell’imperatrice Sissi Elisabetta d’Austria.

I turisti, in particolare, scelgono di respirare la frizzante e suggestiva atmosfera del Kaiserstadt, la Città Imperiale, dove si può trovare un magnifico ambiente d’epoca ormai passata, praticamente introvabili altrove. Tanti sono anche i monumenti che rafforzano la memoria sulla Monarchia Asburgica. Il gioiello assoluto della Città Imperiale è, appunto, la Villa Imperiale, la Kaiservilla, e l’annesso Parco Imperiale, ancora oggi caratterizzato dalla stessa atmosfera ottocentesca che vantava alle sue origini.

Qua, passo dopo passo, si possono rivivere e a tratti percepire quei momenti romantici del periodo estivo lì trascorso dalla coppia imperiale, senza accorgerci di tutti i veloci cambiamenti del Novecento. La Villa Imperiale è ancora oggi abitata dagli Asburgo, dagli stessi discendenti diretti di Francesco Giuseppe ed Elisabetta.


Condividi su: