Condividi su:

Cosa vedere ad Ascona

Tutti gli articoli della Svizzera

Cosa vedere ad Ascona, mappa
© Apple Maps

Icona articoloA pochi minuti da Locarno e a meno di due ore da Milano, Ascona è un borgo antico del Canton Ticino, località dalla posizione privilegiata con un clima mite, affacciata sul Lago Maggiore a 196 metri di altitudine. Nota con il nome di perla del Lago Maggiore, Ascona è posizionata lungo il delta del fiume Maggia in una posizione che le hanno permesso di diventare una meta turistica di eccellenza grazie anche al suo centro storico la cui storia risale al Medioevo e al periodo Rinascimentale.

Cenni storici

Cosa vedere ad Ascona, centro storico
© Dan/Flickr

I primi insediamenti di Ascona risalgono all’età del bronzo e del ferro, come testimoniano alcune tombe di una necropoli ritrovate nella metà dello scorso secolo. Altri reperti sono stati ritrovati in varie zone del territorio, tra cui ceramiche e punte di frecce risalenti al periodo neolitico, periodo in cui si suppone risalga la piccola fortezza posta sul monte Balladrüm a protezione degli abitanti. Più recentemente Ascona fu sicuramente un comune romano, tesi confermata dai vari ritrovamenti tra cui alcune vestigia risalenti con certezza a una fortezza e a una iscrizione romana rinvenuta poco distante dall’attuale chiesa di San Pietro e Paolo.

Nel medioevo le vicende di Ascona si uniscono a quelle di Locarno, strettamente legate fra loro. Numerosi i casati che proprio da Locarno si stanziarono ad Ascona, tra cui due illustri famiglie di Milano, i Carcani e i Griglioni, in fuga dal capoluogo lombardo a causa delle varie lotte fra guelfi e ghibellini. Furono proprio le due famiglie del nord Italia a costruire alcuni tra i castelli presenti sul lungolago di Ascona. E’ anche un periodo di iniziale sviluppo del borgo svizzero, controllato dal 1513 dai confederati, in cui troviamo numerosi professionisti, tra cui avvocati e medici. E’ tuttavia un periodo anche di forti disagi, amplificati dall’arrivo della peste e della carestia che decima la popolazione.

Tra la fine del ‘700 e i primi anni del secolo successivo, Ascona si ritrova a contrastare la dominazione elvetica, guerriglie che culminano nel 1803 con la fondazione della repubblica del Canton Ticino. E’ il secolo dell’arrivo della ferrovia nel cantone, purtroppo senza che Ascona possa trovarne giovamento. La sua posizione, distante dall’asse del San Gottardo, non ha portato alcun vantaggio economico o commerciale, lasciandolo di fatto quasi isolato. Oggi è proprio il fascino autentico di un antico borgo non eccessivamente sfruttato a dare impulso turistico ad Ascona, aiutato anche dai tanti artisti che a partire dallo scorso secolo lo hanno conosciuto e vissuto.

Cosa visitare ad Ascona

Cosa vedere ad Ascona, veduta lungolago
© Kurt Essler/Flickr

Il centro storico di Ascona, il borgo antico, è raccolto intorno alla chiesa di San Pietro e Paolo, posizionata nella piccola Piazza San Pietro. Costruita nel XVI secolo sui resti di un preesistente oratorio del XIV secolo, la chiesa al suo interno è a tre navate e numerosi sono gli affreschi, alcuni risalenti al XVI secolo.

location_icon onemagPiazza San Pietro 4, 6612 Ascona

 

cosa vedere ad Ascona, Casa Serodine
© sergebelle/Flickr

A poca distanza, sempre nella Piazza San Pietro, ha invece sede la Casa Serodine, un palazzo risalente al Seicento e dimora dell’omonima famiglia, oggi visibile dopo il suo restauro del 1968. Le opere che caratterizzano la sua facciata sono state realizzate da Giovanni Battista Serodine, il fratello del pittore Giovanni e raccontano tre differenti temi. Al centro è la figura della Madonna con bambino a raccogliere il primo sguardo mentre alla sua destre Adamo ed Eva e alla sinistra Davide e Bethsabea e il bassorilievo del peccato di Davide.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitare Basilea, la capitale culturale della Svizzera

Spostiamoci di poco per raggiungere la via Borgo dove ha sede il Museo Comunale d’Arte Moderna, inaugurato nel 1922 grazie alle opere donate da diversi artisti che proprio in quei anni si erano ritrovati ad Ascona per realizzare un nuovo luogo di esposizione delle loro opere. Fu il Comune a trovare proprio questo spazio che oggi raccoglie più di 500 opere.

location_icon onemagVia Borgo 34, 6612 Ascona

Iniziamo a passeggiare per il centro storico attraverso i vicoli e le piazze che lo compongono per osservare le tante vetrine di negozi e per una pausa in uno dei tanti caffè che troverete nel percorso per raggiungere il lungolago. Chiuso al traffico automobilistico, da qui si può salire su uno dei traghetti che vi permetteranno di visitare i dintorni di Ascona o raggiungere le altre località del Lago Maggiore, anche quelle italiane.
Cosa vedere ad Ascona, Hotel Monte Verità
© bnbirdy/Flickr
Hotel Bauhaus Monte Verità

Alle vostre spalle avrete sicuramente notato la collina che affaccia su Ascona, il Monte Verità. Qui nel Novecento aveva sede una colonia naturista frequentata anche da alcuni artisti e nel 1920 venne acquistato dal Barone Eduard von der Heydt il quale fece realizzate un albergo, modificando il volto del Monte Verità trasformandolo in meta turistica d’eccellenza. Dopo la sua scomparsa, l’Hotel divenne gestito dal cantone che ancora oggi lo utilizza come centro artistico organizzando eventi e convegni. Sul Monte Verità è tutt’ora in funzione l’hotel Bauhaus.

location_icon onemagStr. Collina 84, 6612 Ascona

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Blausee, il lago blu intenso del Canton Berna

Grazie al clima mite della zona, ad Ascona è possibile praticare diversi sport outdoor tra cui quali windsurf e vela ma anche golf o anche una crociera sul Lago Maggiore, in estate proposta anche in orario serale con tanto di cena servita a bordo.

Ascona è anche sede di varie manifestazioni tra cui l’interessante carnevale quando, nel mese di Febbraio, è possibile degustare il risotto servito con luganighe e accompagnato da un bicchiere di vino. Nel mese di Giugno merita partecipare al festival di musica jazz più grande d’Europa e anche al Festival degli artisti di strada. Le Settimane musicali di Ascona sono invece organizzate tra Agosto e inizio Ottobre sul lungolago mentre la Festa delle castagne, sempre in Ottobre, chiude lo spazio dedicato alle rassegne all’aria aperta.


 

Condividi su: