Condividi su:

Cosa vedere ad Arezzo

Tutti gli articoli della provincia di Arezzo

icona-articoloGiusto nel mezzo di quattro vallate, la Val Tiberina, Casentino, Valdarno e Valdichiana e a breve distanza dall'Umbria, troviamo Arezzo, circa 100.000 abitanti nella Toscana sud-orientale. Città dall'antica storia, Arezzo è terra natia di numerosi personaggi illustri tra cui Petrarca, Guido Monaco e Piero della Francesca. Nonostante questo non rientra tra i circuiti turistici principali della Toscana, probabilmente a causa delle tante distruzioni subite durante la Seconda Guerra Mondiale che ne hanno seriamente danneggiato il medievale centro storico.

Ricca in ogni caso di attrazioni da visitare, Arezzo è suddivisa in due parti. La parte alta, quella presente su un colle, è quella storica mentre la parte inferiore è quella più moderna, ricca di negozi e locali, la parte preferita dai più giovani. Scegliere di visitare questa città toscana significa quindi scegliere di entrare in punta di piedi in un territorio ricco di arte e storia ma anche provare la gastronomia locale e ancora visitare i tanti luoghi culturali che la città propone, grazie anche a una offerta museale di tutto rispetto. Siamo quindi pronti a scoprire cosa vedere ad Arezzo?

 

Cosa vedere ad Arezzo

Cosa vedere ad Arezzo, scorcio nel centro storico
Scorcio del centro storico di Arezzo

Appena raggiunta Arezzo, avrete sicuramente modo di notare la sua cinta muraria, intervallata dalle porte che permettono di accedere alla città. Arezzo è tuttavia ben sviluppata anche all'esterno, fuori dal centro storico, anche se la parte turistica è indubbiamente quella più centrale.

Passeggiando lungo i vicoli che compongono la parte alta, avrete modo di trovare il monumento al Petrarca, uno dei più grandi personaggi che qua sono nati. Ma anche la statua di Guido Monaco, il teorico della musica, saprà accompagnarvi durante il vostro viaggio fino a raggiungere la principale piazza della città di Arezzo, la Piazza Grande.

 

Piazza Grande

Cosa vedere ad Arezzo, Piazza GrandeNota anche come Piazza Vasari, la principale piazza di Arezzo ha un'insolita forma trapezoidale e per essere non pianeggiante ma inclinata. La scelta di darle una pendenza venne decisa per favorire lo scolo dell'acqua piovana: il dislivello è piuttosto comprensibile anche a occhio nudo, considerando che la differenza tra il punto più alto e quello più basso raggiunge i 10 metri.

Numerosi i punti di interesse che qua hanno sede, numerosi palazzi del Medioevo sul lato più a sud mentre in quello opposto edifici rinascimentali. Nonostante la differenza tra epoche e stili, il risultato è una piazza armonica, ben inserita e piacevole da visitare.
Tra i numerosi locali e ristoranti, meritano una visita il Loggiato Vasariano, la Pieve di Santa Maria e il Palazzo della Fraternita dei Laici. Meritevole di attenzione anche il Palazzo del Tribunale, edificato nel XVIII secolo e riconoscibile per la sua scalinata a forma semicircolare.

Cosa vedere ad Arezzo, veduta da Piazza Grande
Veduta su Chiesa di Santa Maria, Pieve di Santa Maria e Palazzo della Fraternita dei Laici da Piazza Grande di Arezzo

Completamente chiusa al traffico automobilistico, Piazza Grande è anche la sede dove viene organizzato la Giostra del Saracino, il più importante evento tradizionale della città, una rievocazione storica in programma a giugno e a settembre. Più consueto è invece il mercatino di antiquariato, programmato ogni mese.

 

Cosa vedere a Raggiolo
Raggiolo, il pittoresco borgo del Casentino (provincia di Arezzo) composto da un centro abitato storico di fattura rinascimentale.

Il Duomo

Cosa vedere ad Arezzo, il Duomo
Veduta sul Duomo di Arezzo

Non troppo distante dalla principale piazza di Arezzo, troviamo il Duomo di Arezzo, la Cattedrale intitolata ai Santi Pietro e Donato.

La sua costruzione risale al 1200 sui resti di quella che era una precedente chiesa, voluta da papa Innocenzo III che volle all'interno delle mura aretine. La costruzione richiese un lungo tempo, arrivando alla conclusione solo nel 1500, in stile neogotico come all'interno, dove le navate seguono il medesimo stile architettonico. L'interno conserva anche le spoglie di Papa Gregorio X, il pontefice morto proprio ad Arezzo nel 1276 dopo un viaggio da Roma.

Merita una visita anche per le graziose vetrate policrome dell'artista francese Guglielmo di Marcillat e un affresco di Maria Maddalena attribuito a Piero della Francesca. Interessante anche la visita alla tomba di Guido Tarlati, il vescovo aretino del XIV secolo che commissionò il dipinto di Lorenzetti in Santa Maria. Al suo esterno merita uno sguardo il campanile, il terzo realizzato dopo che il primo venne rimosso a causa del suono delle campane che distruggeva le vetrate e del secondo, realizzato più distante su una falda acquifera.

 

San Gimignano, il borgo medievale delle 14 torri
Cosa vedere a San Gimignano, il borgo collinare dalle 14 torri medievali che la distinguono da qualsiasi altro borgo italiano. Tra le cose da vedere...

Palazzo dei Priori

Cosa vedere ad Arezzo, Palazzo dei Priori
Palazzo dei Priori di Arezzo

Sempre nei dintorni del Duomo troviamo altre due importanti attrazioni da inserire tra le cose da vedere ad Arezzo.

La prima è oggi la sede dell’Accademia Petrarca di Lettere Arti e Scienze di Arezzo in quella che era la storica casa del poeta nato ad Arezzo nel Trecento. Quella che oggi possiamo ammirare è la struttura risalente al XV secolo, dopo che per lungo tempo è stata una semplice abitazione privata. Al suo interno merita dare uno sguardo anche alla ricca biblioteca.

Ancora qualche passo per raggiungere la Piazza della Libertà, la sede del Palazzo del Priori. Attuale sede comunale, l'edificio è stato realizzato nel Trecento e il suo scopo è sempre stato quello di sede della magistratura. Gli interni conservano numerose opere d'arte e affreschi. La parte esterna è invece stata oggetta di numerosi restauri e di modifiche, mantenendo tuttavia l'aspetto basilare come da origine. Date anche uno sguardo al cortile, risalente al Cinquecento con il suo porticato.

Le stanze interne propongono affreschi e statue, come l'affresco del Seicento che troverete poco dopo il vostro ingresso, al piano terra. Salendo altri affreschi a tema sacro vi attendono, oltre a busti che ritraggono personaggi importanti della città. Alla vostra uscita vi troverete nuovamente di fronte il pregevole Duomo.

 

Seggiano, il medioevo s’incontra in cima al Monte Amiata
Cosa vedere a Seggiano, il borgo da mille anime situato alla cima del Monte Amiata, in provincia di Grosseto. Tra le cose da vedere a...

La Fortezza Medicea

Cosa vedere ad Arezzo, la Fortezza Medicea
Veduta sulla Fortezza Medicea di Arezzo

Spostiamoci sul colle di San Donato per visitare una delle più pregiate opere di architettura militare, la Fortezza Medicea. Proprio la sua posizione sopraelevata, in grado di monitorare l'intera area, e questa rappresentava l'area, insieme al colle di San Pietro sede del Duomo, il fulcro della storia aretina.

La prima fortezza venne qua realizzata nel IX secolo anche se il colle è abitato da molto prima, già dal VI sec. a.C. in una Arezzo già urbanisticamente sviluppata. Nella sua storia si ricordano una serie di lavorazioni atte a migliorare l'assetto difensivo e offensivo della città, con tanto di mura e ingrandendosi durante il periodo romano. L'importante sviluppo economico era visibile in città con prime abitazioni lussuose e con i primi importanti edifici come le Terme, l'Anfiteatro e il Teatro. Alcune di questi importanti resti sono visibili al Museo Archeologico Nazionale, mentre la Fortezza che oggi possiamo ammirare è stata realizzata proprio abbattendo diversi edifici, per la sua dimensione.

Oggi, al contrario dello scopo della sua costruzione, è un luogo dove si viene per passeggiare ma anche per visitare una delle tante mostre d'arte o altri eventi qua organizzati.

 

Cosa vedere nella Maremma, Toscana
La Maremma, Toscana, il territorio che si trova tra le province di Livorno e Grosseto. Al suo interno troviamo uno dei territori più...

Anfiteatro Romano

Cosa vedere ad Arezzo, l'Anfiteatro Romano
Veduta sull'Anfiteatro Romano di Arezzo

Nella parte meridionale della città murata troviamo l'Anfiteatro Romano, il più grande sito archeologico di Arezzo. Nel tempo numerosi sono stati gli interventi sul sito, tutti sostanzialmente dediti alla distruzione al fine di recuperare spazio e realizzare vari edifici.

Oggi l'Anfiteatro Romano di Arezzo è poco più di qualche resto, nonostante sia ben chiaro come potesse essere nel periodo di utilizzo. Oggi possiamo infatti ammirare i due ingressi principali e l'elissi della struttura, in pietra arenaria. Realizzato tra il 117 e il 138 d.C. le sue imponenti misure ricordano quelle del Colosseo, essendo solo di poco più ridotto.
All'epoca poteva ospitare fino a ottomila persone contemporaneamente.

Come ogni anfiteatro nel periodo dell'Impero Romano, anche quello di Arezzo era il luogo deputato a celebrare i giochi e i momenti di incontro tra il popolo e i suoi governatori.
Per scoprire quanto più possibile della sua storia, si potrà visitare l'adiacente Museo Archeologico, intitolato a Gaio Cilnio Mecenate.

 

Museo Casa Vasari

Cosa vedere ad Arezzo, Casa Museo Giorgio Vasari
Ingresso della Casa Museo Giorgio Vasari di Arezzo

Spostiamoci nella Via XX Settembre per raggiungere la prossima tra le cose da vedere ad Arezzo, la → Casa Museo Giorgio Vasari. Il Vasari fu un architetto e storico dell'arte che prestò i suoi servizi ai Medici per realizzare alcune tra le più pregevoli opere tra Firenze e Roma.

Nato ad Arezzo nel 1511, Vasari è sempre stato legato alla sua città e qui è presente la sua abitazione, da lui personalmente creata a livello di disegno e arredo. Prendetevi qualche minuto di tempo per salire la scalinata che conduce al piano nobile dell'abitazione e ammirare le stanze affrescate da lui direttamente. Sono tre i piani dell'intera abitazione che comprende anche, oltre al primo piano che è appunto quello nobile, anche un piano sopraelevato probabilmente destinato alla servitù e un seminterrato.

Alla morte dell'ultimo discendente, nel 1687, tutti i suoi beni vennero ceduti alla Fraternita dei Laici e solo nel 1911, durante il IV centenario della Nascita del maestro, la sua abitazione venne acquistata dallo Stato allo scopo di trasformarlo in museo.

 

Cosa vedere a Montecatini Terme, Pistoia
Scopriamo Montecatini Terme, una delle località più turistiche della provincia di Pistoia, in Toscana. Il borgo di Montecatini Terme si trova nel cuore...

Basilica di San Francesco

Cosa vedere ad Arezzo, Basilica di San Francesco
Ingresso alla Basilica di San Francesco di Arezzo

Oltre alle tante attrazioni, Arezzo è una città la cui economia è particolarmente sviluppata sulle sue oreficerie, una tradizione sviluppatasi ai tempi degli Etruschi e dei Romani. Questa vide l'epoca d'oro nel Medioevo, quando l'antico insediamento prosperò. Il tutto grazie alla sua posizione al centro delle vie appenniniche.

La città è ottimamente collegata con il resto della Toscana e Firenze è raggiungibile con un viaggio di circa 1 ora. Una volta arrivati in stazione potrete facilmente raggiungere la Chiesa di San Francesco, realizzata nel 1318 e ospitata nell'omonima piazza. Tra le cose da vedere ad Arezzo, la chiesa è nota per la sua abside, decorata dai famosi affreschi di Piero della Francesca.

Il soggetto in questi dipinti è la Leggenda della vera croce, la storia che rievoca le vicende del legno usato per forgiare la croce su cui venne martirizzato il Cristo. Il tutto tratto da la Legenda Aurea di Jacopo da Varagine, un trattato duecentesco da cui tutto ebbe inizio. A Piero della Francesca però interessava raccontare il trattato senza una cronologia precisa ma unicamente rispettando le simmetrie e le proporzioni artistiche.

 

Continua a scoprire la Toscana:

Advertisement
Condividi su: