Cosa vedere ad Arequipa, Perù

Tutti gli articoli del Perù

icona-articolo

Seconda città per abitanti del Perù, nota con l'appellativo di ciudad blanca per il colore degli edifici qua costruiti. Siamo ad Arequipa, città costruita con la pietra sillar, una pietra vulcanica bianca alla base dell'architettura locale e che tradizionalmente la caratterizza. Posta a 2.335 metri di altitudine, Arequipa è una città dalla tipica architettura coloniale interamente circondata da vulcani, sfondo quasi sempre presente qualsiasi attrazione abbiate deciso di visitare.

La città, Patrimonio UNESCO è si trova sulle rive del fiume Chili e ai piedi del vulcano El Misti, Arequipa accoglie oltre un milione di abitanti e confina con Ica, Ayacucho e Apurimac a nord; Moquegua a sud, Cusco e Puno a est e l'Oceano Pacifico a ovest. Ecco cosa vedere ad Arequipa.

 

Cosa vedere ad Arequipa

Cosa vedere ad Arequipa, veduta dalla BasilicaIniziamo a scoprire cosa vedere ad Arequipa dal suo centro storico, facilmente visitabile a piedi. Da subito rimarrete affascinati dalle tante case bianche, realizzate con la pietra vulcanica sillar e dai tanti vicoletti e stradine che troverete aprirsi una dopo l'altra davanti a voi. Come per tutte le città del Sud America meglio prestare attenzione, anche se Arequipa è una città piuttosto tranquilla.

Il centro storico converge nella piazza principale di Arequipa, la Plaza de Armas, il vero fulcro della città e anche il salotto dei suoi abitanti. Da qua è possibile ammirare il vulcano El Misti, la cui cima è perennemente innevata, la vetta più alta del Perù. Siamo di fatto nella piazza da cui la città ha avuto origine, interamente circondata da portici in stile rinascimentale dove hanno sede numerosi locali, ottimi per iniziare a scoprire cosa vedere ad Arequipa nel migliore dei modi. Tra gli edifici che qua si affacciano troviamo uno degli edifici simbolo della città, la Cattedrale.

 

 

La Cattedrale di Arequipa

Cosa vedere ad Arequipa, la CattedraleL'edificio principale della Plaza de Armas è la → Cattedrale, l'edificio religioso principale della città. Costruita originariamente nella prima metà del 1500 quasi in contemporanea con sua la fondazione, numerosi eventi naturali l'hanno più volte distrutta, venendo quindi ricostruita altrettante volte.L'ultimo terremoto, quello risalente al 2001, ha ulteriormente compromesso la Cattedrale di Arequipa ma il suoi rapido ripristino le ha permesso di essere quasi subito aperta nuovamente ai fedeli.

Siamo di fronte a una basilica maestosa, caratterizzata da una facciata sulla quale si affiancano i due grandi campanili gemelli. Il suo interno è a tre navate con colonne corinzie, un risultato semplice che viene impreziosito da una illuminazione naturale proveniente dalle tante vetrate che di giorno aiutano a comprendere la serenità dell'edificio. Nonostante un aspetto quasi basilare, non mancano inserti pregiati, come l'altare e le colonne che simboleggiano i dodici apostoli e realizzati con marmo italiano. Il pulpito è invece di fattura francese mentre il magnifico quando imponente lampadario in stile bizantino proviene dalla Spagna. Merita anche una visita il piccolo museo contenuto all'interno a tema religioso.

 

10 luoghi da visitare in Sud America per un viaggio alternativo

Guida a 10 luoghi imperdibili del Sud America, per una vacanza completa sotto tutti i punti di vista. Tra gli imperdibili luoghi del Sud America...

Il Museo Santuarios Andinos di Arequipa

Cosa vedere ad Arequipa, Museo Santuarios Andinos
Museo Santuarios Andinos di Arequipa

Proseguiamo la nostra passeggiata nel centro storico per scoprire la prossima tra le attrazioni da vedere ad Arequipos. Siamo di fronte al Museo Santuarios Andinos, pochi passi dalla Plaza de Armas, struttura realizzata per ospitare il corpo mummificato di Juanita, una quattordicenne inca ritrovata sul Monte Ampato nel 1995. La fanciulla, secondo gli studi effettuati sul corpo, sarebbe deceduta per congelamento tra il 1440-1450.

Il suo corpo venne ritrovato in seguito all'eruzione del vulcano Sabancaya che avrebbe provocato lo scioglimento della neve perenne che per secoli ha celato quanto nascosto nel sottosuolo. Con molta probabilità, la giovane venne data in sacrificio come tentativo di evitare che il vulcano eruttasse. Il corpo è oggi osservabile, custodito in una sala appositamente attrezzata per evitare che si possa deteriorare.

 


Il Monastero de Santa Catalina

Cosa vedere ad Arequipa, Monastero de Santa CatalinaRimaniamo ancora nei dintorni per raggiungere uno dei luoghi più interessanti di Arequipa. Saremo questa volta di fronte a una delle attrazioni più visitate della città, il → Monastero di Santa Catalina, facilmente riconoscibile per le sue imponenti mura che lo circondano, interamente di colore rosso. Il Monastero non è un unico edificio, ma un complesso religioso di circa 20 mila metri quadri, fondato verso la fine del Cinquecento da Doña María de Guzmán, una ricca vedova.

Nel suo passato lo si ricorda distrutto dai violenti sismi che da sempre caratterizzano la città e quello che oggi possiamo osservare è solo una parte, quella restaurata. Meritano una visita i 3 chiostri principali: quello delle Novizie, quello degli Aranci e il Grande Chiostro. Prima di uscire non perdete inoltre la Pinacoteca che conserva oltre 400 opere risalenti alla scuola cusquena.

 

Trekking, i luoghi migliori del mondo

I luoghi per il trekking attraggono ogni anno i tanti appassionati affascinati dai sentieri di montagna e dagli spazi verdi. Tra i migliori percorsi del...

Il barrio di San Lázaro

Cosa vedere ad Arequipa, barrio di San Lázaro
Il barrio di San Lázaro di Arequipa

A nord del monastero si trova il barrio di San Lázaro, un quartiere di case antiche affacciate su stretti vicoli. Al centro del rione si trova la piazzetta di Campo Redondo sulla quale i frati domenicani costruirono una struttura isolata che, in seguito, divenne nucleo originario della città.

Tra le cose da vedere ad Arequipa, il barrio è addirittura antecedente all'effettiva fondazione della città dai coloni spagnoli e oggi passeggiare in questo quartiere significa apprezzare la vera storia della città. Nelle sue origini il barrio era un borgo situato nella parte più alta della città, abitato da circa 40 famiglie che diedero vita a questo agglomerato di vicoli e piazze, ancora oggi tra le zone più apprezzate della città.

 

Chachapoyas, la città nascosta lungo le pendici delle Ande

Cosa vedere a Chachapoyas, la città nascosta lungo i pendici delle Ande nella foresta amazzonica. Tra le cose da vedere a Chachapoyas indichiamo le rovine...

Il Mirador di Yanahuara

Cosa vedere ad Arequipa, il Mirador di Yanahuara
Mirador di Yanahuara di Arequipa

Lasciamo il centro storico per spostarsi in uno dei sobborghi dove troviamo la prossima tra le cose da vedere ad Arequipa, il Mirador di Yanahuara. Siamo di fatto in un belvedere composto da archi scolpiti da cui si possono godere di meravigliose viste sia sulla città che sui vulcani di El Misti, Chachani e Pichu Pichu.

Gli archi sono stati realizzati negli anni Settanta allo scopo di valorizzare il quartiere e ognuno riporta il verso di una poesia dedicata alla città scritta nei secoli da vari autori. A pochi passi dalla piazzetta che ospita il belvedere troviamo anche la Chiesa di San Juan Batista caratterizzata da una facciata in stile barocco andino. Fate attenzione qualora decideste di visitarla il venerdì, il giorno di mercato, quando l'intero quartiere si popola e la visita sia alla chiesa che al belvedere potrebbe risultare più difficoltosa.

Se invece vorreste provare a visitare un grande mercato, scegliete il Mercado San Camilo, tornando nel centro storico. In una serie di bancarelle troverete numerosi alimenti tipici ma anche oggetti artigianali e tessuti.

 

 

Le bellezze del Perù: mete irrinunciabili e affascinanti

Perù, mete irrinunciabili ed affascinanti per conoscere il fantastico paese sudamericano. Scopriamo meta turistica molto ambita.

San Lazaro

Cosa vedere ad Arequipa, il quartiere San Lazaro

A circa 1 km da Plaza de Armas ha sede uno dei quartieri che non dovrete assolutamente perdere, il San Lazaro.

Risalente al 1540, San Lazaro è il primo e più antico quartiere di Arequipa. Oltre alla sua storia, siamo di fronte al quartiere più bello di tutta la città, caratterizzato da stradine spesso strette e tortuose, magnifiche da scoprire passeggiando. Date anche uno sguardo ai palazzi signorili e alle immancabili mura bianche che spesso realizzano un contrasto cromatico scenografico, con gli altri stabili a colori più sgargianti. L'intero quartiere è appena stato restaurato e si presenta oggi particolarmente affascinante.

 

La Casa del Moral

Cosa vedere ad Arequipa, la Casa del Moral
Casa del Moral di Arequipa

Altro esempio di architettura barocco-moresca è la Casa del Moral, edificio nobiliare che prende il nome da una centenaria pianta di gelso che si trova nel patio. Molto particolare il portone di accesso della Casa, realizzato in pietra riccamente scolpita.

L'interno dell'edificio permette di scoprire il tenore di vita coloniale con decori e arredi che ricreano l'atmosfera dell'epoca, mostrando ambienti unici e suggestivi e angoli particolarmente belli. Ammirate il secondo patio sul retro della costruzione, caratterizzato da mura dipinte di un intenso color blu cobalto.

 

I dintorni di Arequipa, il Canyon del Colca

Cosa vedere ad Arequipa, Canyon del Colca

Da Arequipa parte la strada che conduce a uno dei canyon più profondi del mondo.

Scelta spesso proprio come meta da cui partire, il Colca Canyon è anche una delle attrazioni turistiche più interessanti grazie al percorso per raggiungerlo. Gli appassionati di trekking lo scelgono proprio per l'interessante sentiero che può essere percorso, partecipando a uno dei tanti tour qua organizzati.

Il Canyon del Colca può essere tuttavia raggiunto anche con un autobus notturno, ideale per avere più tempo da dedicare alla visita. Ricordate che  Arequipa si trova a 2.335 metri sul livello del mare mentre il canyon supera i 3.000 metri di altitudine in più punti, quindi valutate bene il vostro aspetto fisico prima di partire.

Continua a scoprire il Perù: