Angkor Thom, l’ultima capitale dell’impero Khmer

Angkor Thom, l'ultima capitale dell'impero Khmer e grande sito storico in Cambogia. Ecco il viaggio a Angkor Thom, la 'grande città'.

Viaggio a Angkor Thom, la ‘grande città’
della Cambogia

icona-articolo

Angkor Thom, che in italiano significa semplicemente ‘Grande Città’, è il sito storico situato in Cambogia che non ha niente da invidiare al maestoso Angkor Wat. Con la sua estensione di oltre 10 km quadrati l’ultima capitale dell’impero Khmer è sicuramente qualcosa di incredibile ed affascinante da visitare.

Racchiusa da una parete quadrata di 8 metri di altezza e 13 km di lunghezza e circondata da un fossato largo 100 metri su una collina troviamo il punto nevralgico del sito: il Bayon.
La sua costruzione è stata voluta dal re Jayavarman VII a cavallo tra l’11° e 12° secolo ed il tempio è il simbolo dell’architettura tipica del periodo.
All’interno delle mura si trovano diversi monumenti come il Baphuon, la Royal Enclosure, il Phimeanakas e la Terrazza degli Elefanti.
Per visitare accuratamente il sito è da preventivare almeno una giornata intera, non male l’idea di dormire nei dintorni ed approfondire ogni singola attrazione.

La struttura è stata progettata in modo tale da non subire attacchi o saccheggi e poter ospitare una popolazione di oltre un milione di persone.

Baphuon

Costruito a metà dell’11° secolo questo tempio-montagna a 5 livelli è dedicato al Dio indu Shiva. La base della struttura è rettangolare e non quadrata, come solita per l’archittetura khmer. Il recinto esterno misura 360 per 120 metri e confina con il Palazzo Reale e la Terrazza degli Elefanti. La caratteristica principale della struttura sono i bassorilievi scolpiti su mattonelle.

Royal Enclosure, il Palazzo Reale

Questa struttura non è altro che un magnifico Palazzo Reale costruito dal re Suryavarman I nel 11° secolo ed abitato in continuazione dai regnanti fino al 16° secolo.

Phimeanakas

Costruito alla fine del decimo secolo, durante il regno di Rajendravarman II, è stato poi ricostruito come tempio Hindu da Suryavarman II a forma di piramide a tre livelli. Sulla sommità un tempo era presente una torre.

Porte di Angkor Thom

Gli ingressi nella città sono le prime attrazioni che si incontrano visto che costituiscono l’entrata nella città. Originalmente erano chiusi dalle porte di legno. La porta merdionale è quella più affollata poiché è l’ingresso principale. Più tranquille sono le porte est e ovest che si trovano alla fine dei sentieri sterrati. Il cancello dell’ingresso est è stato utilizzato per girare alcune scene del film Tomb Raider.

Scopri di più:

Las Lajas, il santuario sospeso sull’abisso
Avventure all’aria aperta in Cambogia
Phan Thiet, le meravigliose spiagge del Vietnam
Cosa fare a Makati, il centro finanziario di Manila

 

Condividi su: