Andorra, guida turistica ed informazioni di viaggio

Andorra, guida turistica ed informazioni di viaggio


Condividi su:

Cosa vedere ad Andorra
Guida al Principato di Andorra

Tutti gli articoli del Principato di Andorra
Cosa vedere ad Andorra, mappa
© Apple Maps

icona-articoloSiamo tra ⇒ Francia e ⇒ Spagna dove troviamo, proprio nel cuore dei Pirenei, il Principato di Andorra e la sua capitale, Andorra La Vella, con la pecularità di essere anche la più alta di tutta Europa. Pur non essendo particolarmente ricca di attrazioni, Andorra riesce a proporre comunque vari siti d’interesse, facilmente visitabili anche in una gita di un solo giorno.

Cenni storici

Cosa vedere ad Andorra, veduta
Foto di herb1979 da Pixabay

Andorra nasce da una leggenda, quella che Carlo Magno l’abbia fondata nell’805 per ringraziare il popolo che era stato di importante aiuto nella lotta contro i Mori. In realta Andorra venne fondata da Carlo il Calvo come donazione al conte di Urgell. Siamo nella metà del XIII secolo e Andorra vide la sua nascita come governo condiviso.

Le prime importanti notizie risalgono alla fine del Settecento quando Napoleone rifiutò i legami tra Francia e Andorra a causa delle sue origini feudale, dando ad Andorra piena indipendenza. La sua piccola dimensione, isolato dal resto d’Europa, ha reso inutile la creazione di un esercito, rimanendo neutrale in tutte le guerre dello scorso secolo, compresa la guerra civile spagnola ed entrambi le guerra mondiali. Il suo passato la ricorda come terra di transito per merci tra Spagna e Francia, le due nazioni che di fatto sono affiancate al piccolo Principato. La sua neutralità ha permesso di essere una zona di transito anche durante le guerre, rimanendo avamposto sicuro e immune da quanto accadeva nei suoi dintorni.

La costituzione di Andorra è altrettanto recente. Firmata nel 1993, la sigla è stata contemporanea anche all’ammissione all’ONU. Oggi Andorra, pur rimanendo un territorio neutrale e decisamente piccolo, è visitata annualmente da oltre 10 milioni di visitatori anche se perlopiù provenienti da Spagna e Francia, rimanendo ancora oggi poco conosciuta nel resto dell’Unione Europea. Qui si viene per sciare, per praticare escursionismo e per le sue montagne e nonostante non sia appartenente alla UE utilizza l’Euro come moneta e i rapporti sono privilegiati, grazie anche alla cessazione dello status di paradiso fiscale. Le lingue ufficiali sono il francese e il catalano ma anche lo spagnolo è parlato ovunque.

Cosa vedere ad Andorra

Il centro storico di Andorra

Cosa vedere ad Andorra, la Chiesa

Visitando Andorra La Vella, la capitale, si coglie la vera essenza del Principato. Il centro storico raccoglie l’anima più antica e allo stesso tempo la più vivace e quella maggiormente frequentata. Prendetevi il giusto tempo e passeggiate lungo queste strette vie che vi condurranno, come un abbraccio, sempre più nel fulcro cittadino. Osservate le piccole case di pietra grigia, materiale piuttosto comune di Andorra e quasi a stabilire all’interno una proprietà fortificata.

Non mancate di osservare gli abitanti passeggiare a loro volta come se fossero turisti. Andorra, anche per chi la conosce bene, è sempre una piacevole scoperta. Tra le cose da visitare ad Andorra durante la vostra escursione la Esglèsia di Sant Esteve, una magnifica chiesa del XII secolo di stile romanico. Nonostante conservi solamente pochi elementi risalenti al periodo in cui fu costruita, come l’abside e alcune tratti della facciata, la chiesa è assolutamente da visitare. Proprio l’abside di questa chiesa è la più grande dell’intera capitale.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo il Lago Engolasters di Andorra

Casa de la Vall

Cosa vedere ad Andorra, Casa de la Val

Sempre nel centro storico, poco distante dalla chiesa, troviamo una delle altre imperdibili cose da vedere ad Andorra. Ci riferiamo alla Casa de la Vall, costruita nel 1580 come luogo di difesa, ora è una gradevole testimonianza degli edifici fortificati della penisola iberica. Da ammirare in dettaglio le piccole torrette e gli angoli del tetto. Anche qui, come per tanti altri edifici della capitale, vale la pena di soffermarsi sulla composizione di pietre e mattoni con cui è stata costruita.

E’ uno dei luoghi simbolo di Andorra La Vella e oggi ospita la magistratura Andorriana e il Parlamento nei suoi due piani. Perciò, oltre a essere un palazzo costruito nel tipico stile andorriano-iberico, è anche uno dei simboli del potere politico.

OneMag-logo
Link-uscita icona  La gastronomia tipica del Principato di Andorra

Il ponte della Margineda

Siamo nella parte ovest della città dove troviamo il ponte medievale più grande del Principato, il Ponte della Margineda. Con i suoi 33 metri di lunghezza e 9 metri di altezza rispetto al fiume Valira posto sotto, rimane uno dei momenti più interessanti per scoprire la natura di Andorra e da inserire nell’elenco delle cose da vedere ad Andorra.

La sua costruzione risale al periodo tra il XIV e il XV secolo, costruito in parte con pietra pomice, per garantirgli la leggerezza adeguata, e in parte da pietre trasportate dal fiume Valira, rimane ancora oggi ben saldo a dominare la città.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Saint Climent de Pal, la chiesa romanica di Andorra

La chiesa di Santa Coloma

Cosa vedere ad Andorra, la chiesa di Santa Coloma

Situata nel quartiere di Santa Coloma, la chiesa omonima è la più antica di Andorra La Vella. I primi lavori di costruzione sono datati intorno al IX e X secolo. La chiesa fu coinvolta nei secoli in diversi restauri. Come esempio, il campanile risale al 1100, il portico, invece, fu eretto nel 1700. Ma il dettaglio preromanico lo si può ammirare appena vi si entra.

All’interno si trovano le tracce di affreschi antichissimi, da ammirare il dipinto su legno della Madonna della Misericordia, dal XII secolo mai trasferita dalla sua sede originale. E’ in effetti una particolarità insolita visto che la maggioranza degli affreschi sono stati trasferiti in maniera definitiva al Museo culturale prussiano di Berlino.

OneMag-logo
Link-uscita icona Escaldes-Engordany, la cittadina termale di Andorra

Casa-Museo d’Areny-Plandolit 

Cosa vedere ad Andorra, Museo d'Areny-Plandolit 

La Casa d’Areny-Plandolit è situata nel cuore del paese di Ordino. Si tratta di un rarissimo esempio di dimora signorile medievale ancora completamente conservata in Andorra.
La prima costruzione dell’edificio fu realizzata nel XII secolo, venendo più e più volte rimaneggiato e restaurato nel corso del tempo. L’abitazione è intitolata alla famiglia d’Areny-Plandolit, più precisamente al Primo Sindaco del Consiglio Generale della Valle di Andorra, nonché Barone di Senaller e Gramenet, Guillem d’Areny-Plandolit. Questo fu uno dei personaggi chiave nella storia di Andorra, tanto che oggi la sua residenza è stata trasformata in un centro espositivo. Al suo interno, infatti, il visitatore viene trasportato in un percorso che illustra la storia di Andorra tra il XIX e il XX secolo, attraverso reperti, oggetti e documenti di genere vario.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Arinsal, borgo e stazione sciistica

Casa Cristo

Cosa vedere ad Andorra, Casa Cristo
© Jean-Christophe Bisoux / Flickr

Altra importante istituzione museale è la Casa Cristo.
Questa casa-museo è un’umile abitazione rurale ubicata nel cuore di Encamp, abitata da braccianti fino al 1947. Grazie alla Casa Cristo di Andorra è possibile immergersi in un contesto etnografico in grado di raccontare i tipici ambienti casalinghi del ceto contadino e operaio della fine XIX e inizio XX secolo. L’abitazione, nel dettaglio, fu abitata da un’umile famiglia di lavoratori non proprietari di terreni. Dato che sia esternamente, che internamente, l’edificio è stato restaurato alla fine del secolo scorso è stato adibito come centro espositivo. I lavori di restauro permisero di conservare la qualità strutturale dell’edificio mantenendo tutti gli elementi originali lì dove già si trovavano.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Andorra, guida allo shopping agevolato

Le terme di Caldea

Cosa vedere ad Andorra, le Terme Caldea

Andorra La Vella è anche una meta termale. Di giorno o di sera, è indifferente: in ogni momento, nella spa delle terme, si riuscirà a trovare l’esperienza perfetta tra relax e divertimento.  Anche l’edificio l’esterno non passa inosservato: con la sua struttura completamente in vetro risulta visibile anche da lontano, grazie anche alla torre triangolare che domina sulle abitazioni circostanti.

Al suo interno troverete anche una palestra panoramica per mantenere la forma anche durante il periodo vacanziero. Il tutto si conclude con la piscina all’aperto di acqua calda, ideale da provare durante la fredda stagione per un relax davvero completo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo Caldea, il centro termale più votato al mondo

Stazione sciistica di Soldeu

Soldeu, panorama invernale

Concludiamo il nostro viaggio tra le cose da vedere ad Andorra presso la più importante area sciistica del paese, quella di ⇒ Soldeu.
Situata alle pendici dei Pirenei, a 2000 metri di altitudine, si trova Soldeu, seconda città per abitanti del Principato di Andorra, nonché meta ambita per il relax invernale.
Soldeu è descritta come una delle mete di punta per gli sport invernali, con diverse piste adatte a tutte le esperienze. Nel centro cittadino, invece, si trovano diverse aree benessere e spa, in cui potersi rilassare ammirando il sontuoso contorno degli altopiani dei Pirenei. Qua si trova il più esteso comprensorio sciistico dei Pirenei, Grandvalira, teatro, negli ultimi anni, di alcune competizioni della coppa del mondo di sci alpino femminile.


 

Condividi su: