Alla scoperta di Chefchaouen, la città azzurra del Marocco

Chefchaouen, la città azzurra del Marocco. Come raggiungerla, cosa visitare e cosa mangiare in questa perla del Marocco non invasa dal turismo di massa.

Cosa vedere a Chefchaouen,
la città azzurra del Marocco

Arrivare a Chefchaouen, la città azzurra,  è come aprire una porta dietro la quale immergersi nella pace e tranquillità.
Scordatevi la classica città marocchina con venditori, autobus colmi e rumori di ogni tipo.

Qua, dopo aver percorso un lungo attraverso le tortuose strade delle montagne del nord del Marocco, scoprirai che è diverso.

Le sfumature di blu

Una volta raggiunta questa piccola città il silenzio e la relativa pace non saranno le uniche cose che verranno notate.
Prima, sicuramente, si rimarrà affascinati dal colore: l’intera cittadina è infatti dipinta di blu e le foto non rendono giustizia. Vissute direttamente sul luogo il fascino è ulteriormente appagato.

Fondata nel 1471, la tradizione di dipingere gli edifici deriva dalla comunità ebraica che vi si stabilì nel XV secolo dopo essere stata espulsa dalla Spagna. Oggi la città è abitata da berberi e musulmani e tutti condividono questi colori avvolgenti.

Regolarmente ridipinta, la città murata spicca orgogliosamente tra la tante città dai colori tenui e dalle montagne che la circondano.
Qui infatti ogni vicolo o strada ha un fascino diverso, impossibile muoversi senza trovare un angolo da fotografare o stupirsi.

Dove siamo?

Chefchaouen è in posizione piuttosto remota rispetto alle classiche città turistiche marocchine.

Tangeri e Fes sono le più vicine, rispettivamente a 2 e 4 ore di macchina.
Questa distanza la isola dai classici itinerari turistici e permette quindi una visita senza folla respirando il vero Marocco.

La città

Il ricco fascino della città è nella pittoresca Medina. I venditori riportano nel passato, qui si vende davvero di tutto e grazie al poco turismo è possibile trovare coperte, teiere e tessuti originali.

Superata la Medina raggiungete il centro storico. Noterete la completa assenza di auto e l’estrema facilità nel muoversi. Vi troverete in un ambiente autentico ancora non influenzato dal turismo di massa. L’aria di montagna, l’acqua era e la bellezza unica saranno le grandi ricompense di questo viaggio.

Programmate quanto prima il viaggio, la popolarità cresce costantemente oramai da diversi anni.

Chefchaouen, la città per immagini

 


La cucina

La cucina qua è quella autentica e genuina del Marocco. Nessun accenno alla cucina cosmopolita di Casablanca o Rabat, qui tutto è come veniva preparato una volta.

Nei ristoranti scegliete carne di agnello o pollo ma anche piatti vegetariani.
Molti locali offrono delle splendide viste panoramiche e vi troverete seduti tra cuscini e luci soffuse.

Al termine di ogni pasto come digestivo chiedete un tè dolce alla menta. E’ disponibile praticamente ovunque e chiuderai in bellezza qualsiasi pasto.
Non avere fretta: qua si mangia piuttosto lentamente e non vi sono apparenti ragioni per chiedere maggiore rapidità. Nel caso meglio cercare qualche bancarella vicino alla Medina.

Cosa visitare

Da non perdere una breve escursione alla vicina moschea spagnola.
La moschea – costruita dagli spagnoli negli anni ’20 e recentemente restaurata – non è la protagonista dello spettacolo.

Lo è infatti la suggestiva vista che vi permetterà di ammirare la cittadina da una prospettiva diversa.
Partite dalla Medina orientale e salite per circa mezz’ora per raggiungerla. Meglio andarci all’alba o al tramonto, il sole amplifica meravigliosamente il panorama.

Da prendere in considerazione inoltre il Parco Nazionale Talassemtane. Si trova alle porte della città.
Originariamente costruito per preservare le foreste di abeti, ora è il paradiso per gli escursionisti e la perfetta gita di un giorno.
Raggiungete il Ponte di Dio, un arco di pietra naturale a 25 metri sopra il fiume.

Vale anche la pena esplorare le cascate a meno di un’ora di distanza, Cascades d’Akchour e la grotta più profonda del Marocco, Kef Toghobeit.

Le 10 città più belle del MaroccoLe 10 città più belle del Marocco
Le 10 città più belle del Marocco, da Fes a Marrakech passando per la città azzurra Chefchaouen ecco le 10 città imperdibili del Marocco.


Infine…

E dopo aver visto davvero tutto rilassati: l’atmosfera è nota per farti dimenticare proprio tutto. E qui risiede il fascino della città di montagna color zaffiro del Marocco che non dimenticherete.

Quando hai finito, sentirai tutti i tipi di rilassati – il trattamento termale e l’atmosfera generale di Chefchaouen tendono ad avere quell’effetto. E qui risiede il fascino della città di montagna color zaffiro del Marocco che non dimenticherete facilmente.

Scopri di più:

Ecco i luoghi da non perdere in Africa
Mozambico, guida di viaggio

 

Condividi su: