Condividi su:

Cosa vedere ad Alesund, Norvegia

Icona articolo

Ålesund è una piccola cittadina immersa nei fiordi e nota per le sue tante attrazioni che la definiscono come museo a cielo aperto. Si trova nella contea di Møre og Romsdal, circa 230 km a nord di Bergen, nell’area sud occidentale del paese.

Interamente circondata dalle alpi del Sunnmøre, Ålesund è una tappa fondamentale per tutti coloro che decidono di scoprire la costa della Norvegia e i suoi indimenticabili fiordi.
Singolarmente caratterizzata da edifici in stile liberty, unico esempio in tutta la Norvegia, Ålesund si estende lungo sette piccole isole, uniti fra loro, con altrettanti piccoli porti che la ravvivano con i numerosi pescherecci in arrivo e in partenza. Già, perché la cittadina è anche una delle capitali del pesce norvegesi, forse la prima in assoluto, con un passato di capitale mondiale della pesca di aringhe.

Il terribile incendio di Ålesund

incendio di Ålesund

L’episodio più rilevante legato alla storia di Ålesund risale all’inizio del secolo scorso quando avvenne un evento destinato a modificare l’intera città.
Nel gennaio del 1904 un terribile incendio, la cui origine fu una fabbrica di conserve, distrusse quasi ogni cosa della città, costruita quasi interamente in legno.

I numeri possono aiutare a comprendere le dimensioni del disastro: oltre 850 edifici interamente arsi per un totale di oltre 10.000 abitanti rimasti senza una casa per vivere.
Di tutte le abitazioni solo una rimase praticamente intatta, giusto nel centro del paese. A questa singolare fortuna venne attribuita una leggenda secondo la quale il suo abitante venne salvato da un angelo che gli apparve in sonno anticipando il problema. L’uomo cerco di porre in salvo gli altri abitanti, non venendo però creduto. Il resto è invece storia.

I giorni successivi all’incendio diedero il via a quella che probabilmente fu la prima catena di solidarietà internazionale. Il primo paese che si attivò per portare aiuti al popolo di Ålesund fu la Germania, grazie all’imperatore Guglielmo II che inviò quattro navi carichi di aiuti.

Superati i primi giorni di sgomento, l’argomento principale fu naturalmente la ricostruzione del paese. Giovani architetti da tutto il mondo raggiunsero Ålesund con l’obiettivo di conquistare un piccolo pezzo della nuova città.
La scelta fu naturalmente quella di abbandonare il legno per puntare sulla pietra.

La sua ricostruzione avvenne in stile Art Nouveau dagli architetti che presero ispirazione proprio dallo stile in voga in quel periodo in Europa. Oltre alla pietra si fece largo uso di mattoni, marmo, ferro e acciaio. In poco meno di tre anni, Ålesund risorse con nuove abitazioni e con la ritrovata serenità dei suoi abitanti.

OneMag-logo
Link-uscita icona Svolvaer, cosa vedere nella città delle Isole Lofoten

Cosa vedere a Ålesund

Cosa vedere a Ålesund

La ricostruzione intera di Ålesund permette oggi di ammirare un intero nucleo urbano di poco più di un centinaio d’anni.
Oggi naturalmente Ålesund si è sviluppata e i suoi circa 40.000 abitanti risiedono anche in abitazioni moderne nelle nuove aree cittadine. Tuttavia il centro storico è rimasto quello di subito dopo l’incendio e assume un fascino davvero particolare.
Sono principalmente qua, infatti, gli edifici in stile liberty dello scorso secolo e se siete appassionati di architettura potrete raccogliere tutte le informazioni direttamente al Museo Art Nouveau dedicato proprio al patrimonio dell’architettura della cittadina. Il Museo, tra l’altro, è inserito in una Apothek, una antica farmacia in rigoroso stile libery, naturalmente.

Altri musei di Ålesund

Cosa vedere ad Alesund, il Museo Sunnmøre
Museo Sunnmøre

Sono tanti gli edifici museali di Ålesund, tra cui meritano particolarmente il Kube, la più importante galleria d’arte cittadina e il Museo a cielo aperto di Sunnmøre, poco distante dal centro urbano. In quest’ultimo avrete modo di passeggiare lungo decine di edifici tradizionali riferibili al periodo medievale a cui vanno aggiungere una serie di imbarcazioni storiche, tra cui varie navi vichinghe.

Legata alla pesca, Ålesund possiede anche un interessante Museo della Pesca, in grado di raccontare la storia della pesca nel corso dei secoli.
Nel Museo del Medioevo si potranno invece ammirare alcuni resti di quella che era una antica stazione commerciale con tanto di descrizione dello stile di vita degli abitanti.
Il Museo Municipale, infine, racconta la storia della città mediante foto, dipinti e vari generi di oggetti. Notevole anche la collezione di navi, tra cui una scialuppa di salvataggio.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Stavanger, l’antica città norvegese nel 2008 proclamata Capitale della Cultura

Le altre attrazioni di Ålesund

Cosa vedere ad Alesund, veduta
Alesund, veduta

Per i più piccoli, Ålesund è una città davvero interessante. Potrete, per esempio, visitare il Parco dell’Oceano Atlantico, un acquario che vi permetterà di scoprire i numerosi animali marini tipici di questi freddi mari.

Dalla cittadina è anche possibile partire per esplorare i fiordi norvegesi e anche visitare la piccola e meravigliosa isola di Godøy, villaggio di pescatori con un faro protetto e risalente al 1876. Se amate le escursioni scegliete anche di visitare l’isola di Runde, connessa alla terraferma con un ponte di oltre 400 metri.
Senza allontanarsi troppo, visitare anche l’Aksla, la montagna che circonda la città e che potrete raggiungere a piedi percorrendo i 400 gradini che vi condurranno fino al belvedere Fjellstua, il punto panoramico in cui sarà possibile ammirare tutte le Alpi di Sunnmøre.

Come raggiungere Ålesund

Cosa vedere ad Alesund, panoramaÅlesund è raggiungibile in aereo grazie al locale aeroporto cittadino, meno di una ventina di minuti dal centro storico della città.
Se arrivate da Oslo, Ålesund è raggiungibile anche in bus con partenza due volte al giorno. Il viaggio non è certo veloce ma tutto sommato comodo. Preventivate almeno una decina di ore che possono anche salire in caso di (probabili durante l’inverno) intemperie.
Infine potrete raggiungere Ålesund anche con un traghetto partendo da Hurtigruten.


 

Condividi su: