Albania, guida turistica di viaggio

Albania, guida turistica di viaggio dedicata ad un paese in forte sviluppo e ricco di bellezze naturali. Tra le cose da vedere in Albania segnaliamo la capitale Tirana, non solo la più grande città albanese ma anche la più sviluppata. Tra le cose da visitare in Albania ricordiamo Butrinto, un'antica rovina romana, i Laghi di Lura e il Parco Nazionale del Monte Tomorr, la meta perfetta per le escursioni. Ecco la guida turistica di Albania.

Guida dell’Albania

icona-articoloL’Albania è uno stato dell’Est Europa situato nella costa sud del Mar Adriatico, confina a nord con Montenegro e Kosovo, ad est con la Macedonia e a sud con la Grecia
L’Albania è famosa per il suo litorale mozzafiato, ricco di spiagge incontaminate e di città meravigliose.

La sua capitale è  Tirana, posizionata nell’entroterra centrale a poca distanza da Durazzo, il porto principale dello stato.
Benvenuti in Albania.

La guida dell’Albania

Albania, guida turistica di viaggio, bandiera albanese

Il territorio è caratterizzato da una piccola zona pianeggiante contornata da colline e montagne. L’altopiano maggiore dell’Albania è il monte Korab con i suoi 2750 metri d’altezza sul livello del mare.

La nazione ospita ben sei foreste protette, ventiquattro riserve e quasi 2500 monumenti naturali. Nelle riserve la fauna è rappresentata principalmente da animali di foresta: lupi, orsi, linci e cinghiali.

OneMag-logo
Valona, antica capitale albanese

Informazioni generali

Guida turistica di Albania, le spiagge

Il turismo in Albania è principalmente incentrato sul mare cristallino che, come citato precedentemente, è ricco di spiagge davvero spettacolari.
La lingua ufficiale dell’Albania è l’albanese. L’inglese, nelle zone turistiche, è molto diffuso, al contrario delle zone più all’interno.

La moneta ufficiale è il Lek albanese, qua potrai trovare il cambio attuale.
Per visitare l’Albania non sarà necessario il visto, i cittadini dell’UE devono presentare unicamente il documento di identità in corso di validità. Il soggiorno permesso è di 90 giorni consecutivi ogni semestre.

L’Italia è fornita di voli diretti per Tirana. Il viaggio dura circa 2 ore.
Le zone di Tirana e Durazzo sono abbastanza sicure e sono presenti solo alcuni episodi di micro-criminalità come furti.
Le Forze dell’Ordine sono estremamente qualificate ma è comunque sconsigliato muoversi in periferia da soli.

Anche se le città sono sviluppate, l’Albania offre strutture mediche pubbliche di bassa qualità. Quelle private, anche se sono di qualità maggiore, non sono in grado di effettuare interventi più esigenti o complicati.
La situazione igienica è precaria a causa delle fogne a cielo aperto, delle infiltrazioni della rete fognaria e per l’insufficiente erogazione di acqua.

Puoi trovare più dettagli in questo sito

OneMag-logo
Albania, alla scoperta dei luoghi imperdibili

Clima dell’Albania

Il clima albanese è di tipo mediterraneo: inverni miti e piovosi ed estati calde ed umide.
Tirana, a livello metereologico, può essere paragonata alla nostra capitale Roma, piogge abbondanti durante l’inverno e le mezze stagioni.
La temperatura media in inverno è di 7 gradi circa, quella estiva di 25.
Sulle coste il clima è ancora più mite, simile a quello della Riviera ligure.

Nelle località di pianura riparate dalle montagne, come ad esempio a Shkoder o Scutari, il clima diventa leggermente più continentale, e assomiglia a quello di Firenze: un po’ più freddo d’inverno, con medie di gennaio intorno ai 5 gradi ed estati estremamente calde con media attorno ai 28 gradi.
Le precipitazioni interessano principalmente la costa, circa 1500 millimetri di precipitazioni l’anno a Durazzo, e le zone collinari, situate ad ovest e a sud, con piogge superiori ai 2.000 millimetri l’anno.

Cosa vedere in Albania

Cosa vedere in Albania, i Laghi di Lura

Per iniziare il viaggio consigliamo una visita alla capitale Tirana, non solo la più grande città albanese ma anche la più sviluppata.
Uscendo dalla capitale potremo visitare Butrinto, un’antica rovina romana, ora sito archeologico più importante dalla nazione.
Proseguendo verso la costa sarà quasi d’obbligo la visita a Durazzo, la città costiera principale con un litorale davvero pazzesco.

Da citare anche i Laghi di Lura, magnifici giacimenti d’acqua naturali situati a 1200 metri di altezza dal livello del mare.
Gli appassionati di trekking troveranno pane per il loro denti al Parco Nazionale del Monte Tomorr, la meta perfetta per le escursioni e per le passeggiate.

Una meta poco conosciuta è quella di Syri i Kalter, una sorgente carsica situata sul monte Mali dalle acque di colore turchese.
Per concludere non può mancare il litorale: tutta la costa albanese è pazzesca, sia quella rivolta sull’Adriatico sia quella sullo Ionio.

OneMag-logo
Benje, le piscine termali dell’Albania

La gastronomia dell’Albania

La gastronomia albanese è ricca di ricette e di tradizioni secolari. Molte ricette tipiche della nazione sono originarie delle vicine Grecia e Turchia, anche graze alle antiche dominazioni territoriali.
I prodotti utilizzati sono innumerevoli: carne magra, verdura, formaggi locali e molto altro ancora.

La preparazione classica per eccellenza è il Byrek, è una sfoglia di pasta cotta in forno guarnita tradizionalmente con carne trita e formaggi. La curiosità di questa prelibatezza è che, normalmente nelle bancarelle, non si può scegliere il condimento: o sola carne, o sola verdura o solo formaggio.

Condividi su: