Albania, cosa vedere e dove andare


Guida turistica dell'Albania
Condividi su:

Cosa vedere in Albania
Guida turistica dell’Albania

Tutti gli articoli dell’Albania

Icona articolo onemagNazione balcanica, l'Albania ha una superficie di 28.748 km quadrati ed è caratterizzata da un territorio suddiviso tra costa e montagne. Confinante con Kosovo, Macedonia, Montenegro e Grecia, le sue terre sono disseminate di rovine storiche che risalgono al periodo romano e graziose città che invece ricordano il periodo di dominazione ottomana. Oltre 2.8 milioni di abitanti, l'Albania è una nazione multilingua con lingua ufficiale l'albanese ma dove anche il greco, l'italiano e l'inglese è piuttosto parlato. Dopo che per decenni è stata costretta a un completo isolamento, oggi è una terra turistica particolarmente interessante sia per le sue mete balneari che per le città, spesso ricche di attrazioni ancora da scoprire completamente.

 

Cosa vedere in Albania, veduta dal Dajti Express
Dajti Express

Oltre alle coste, le aree naturalmente più prese d'assalto dai turisti, i laghi e le cime montuose sono sicuramente da visitare. L’altopiano maggiore dell’Albania è il monte Korab con i suoi 2750 metri d’altezza sul livello del mare. Gli spazi verdi sono numerosi da queste parti, ben sei foreste protette, ventiquattro riserve e quasi 2500 monumenti naturali. Il clima dell'Albania è di tipo mediterraneo, con medie invernali di circa 7°C mentre in estate si superano i 25°C nelle principali città e ancor più mite il clima lungo le coste. Nelle località di pianura riparate dalle montagne, come ad esempio a Shkoder o Scutari, il clima diventa leggermente più continentale. Qui le temperature in inverno sono più rigide mentre l'estate è più calda e afosa. Le precipitazioni interessano principalmente la costa, circa 1500 millimetri di precipitazioni l’anno a ⇒ Durazzo, e le zone collinari, situate ad ovest e a sud, con piogge superiori ai 2.000 millimetri l’anno.

Pronti quindi a scoprire cosa vedere in Albania?

 

Cenni storici

 

Albania, cosa vedere e dove andare
La bandiera dell'Albania

L'Albania è solo recentemente aperta al turismo dopo che per lungo periodo il suo dittatore, Enver Hoxha, l'ha quasi resa in un costante regime bellico. Questa la ragione principale per cui ancora oggi sono oltre 500.000 i bunker presenti nel territorio, molti oggi trasformati in locali di vario genere oppure semplicemene lasciati come ricordo del suo recente passato.

Le origini dell'Albania sono legate a quelle dell'Illiria, storica regione dove gli antichi romani scelsero di insediarsi, dopo le note guerre illiriche. Gli stessi Illiri erano un popolo bellicoso con frequenti contrasti con i vicini della Macedonia ma furono sconfitti durante la  prima guerra illirica dai romani, ottenendo parte del territorio. Nella seconda guerra illirica, quando il potere si era incentrato a Scutari, villaggio voluto dal re degli Illiri, avvenne lo scontro tra romani e macedoni. Il conflitto di Scutari vedeva gli Illiri alleati al popolo balcanico, concludendosi con lo smembramento del regno in tre differenti aree, tutte solo il controllo romano.

 

Cosa vedere in Albania, moschea saracena
Antica moschea d'epoca saracena

Nel medioevo il territorio era distribuito con vari regni, seguendo la divisione che era stata messa in atto dall'Impero Romano.

L'ascesa al potere di Teodoro I coincise con il periodo di conquista da parte degli albanesi, interrotto inizialmente dai bulgari, i quali poi uscirono sconfitti, permettendo alla Repubblica Veneta di iniziare proprio da qua la sua influenza.

L'arrivo degli Ottomani coincise invece con uno dei momenti più tristi. I Turchi annientarono le mire nazionalistiche e governarono dal 1385 per oltre cinque secoli. Nel 1870 l'Albania riuscì a ritrovare la sua identità nazionale e nel 1912 riuscì a diventare indipendente, sconfiggendo gli Ottomani. L'anno successivo divenne un principato con l'elezione a principe di Guglielmo di Wied, il quale accettò l'incarico pur con molte titubanze.

L'arrivo della Prima Guerra Mondiale fece concludere rapidamente il principato e solo al termine del conflitto nacque la Repubblica Albanese, nel 1924. Nonostante le sue idee progressiste, concepite allo scopo di un'avvicinamento al resto d'Europa, il paese si isolò politicamente a causa dell'avvicinarsi alle idee fasciste dall'Italia.

 

La Repubblica Socialista d’Albania

Cosa vedere in Albania, tipici bunkers
Tipici bunkers in Albania

Nel Novembre del 1944 salì al potere il Partito Comunista Albanese, guidato dal marxista-leninista ortodosso Enver Hoxha, che si ispirava all'Unione Sovietica di Stalin. Fu lui a dare ordine di costruire oltre mezzo milione di bunker, tutti a scopo di difesa e attacco.

Nell'intero XX secolo l'Albania vide importanti cambiamenti, tra cui la scelta di isolarsi dal resto del continente, seguendo l'idea staliniana. Hoxha diede quindi al via il processo di completo ateismo del paese e cercò di avvicinarsi alla Cina. La morte di Mao, nel 1976, diede inizio a un deterioramento dei rapporti che portò l'Albania a un periodo ancora più buio. Alcune stime hanno ipotizzato oltre 100.000 vittime civili durante il governo socialista di Hoxha.

 

La guidell'Albania, Tirana, la capitale albanese
Tirana, la capitale dell'Albania

Alla morte di Hoxha, nel 1985, il movimento comunista iniziò a indebolirsi. Il nuovo Presidente, Ramiz Alia, era il segretario del Partito del Lavoro, rieletto poi nel 1987 e dimissionario nel 1992 quando il suo obiettivo di portare la democrazia in Albania venne raggiunto. Successivamente Ramiz Alia fu arrestato per corruzione. Il decennio fu ancora molto difficile per il paese, che nel 1997 vide la nascita della cosiddetta Anarchia Albanese.

Con l'avvento del nuovo millennio vi fu un drastico cambio di rotta dell'ideologia popolare. Nel 2005, con l'elezioni presidenziali, l'Albania cominciò a essere governata dal centro-destra, mentre quattro anni più tardi entrò a far parte della NATO.
Con l'adesione alla NATO l'Albania presentò domanda per entrare a fare parte dell'Unione Europea, che dal 2014 ne è ufficialmente membro.

 

Cosa vedere a Kukes, tra Albania e Kosovo
Cosa vedere a Kukes, la prima città al mondo a essere stata candidata per il nobel per la pace nel 2010 dove visitare alcune tra...

Cosa vedere in Albania

Cosa vedere in Albania, Ksamil
Veduta su Ksamil

La principale ragione che porta i turisti a visitare l'Albania è naturalmente il suo mare cristallino e le sue imperdibili spiagge. Merita tuttavia, se il tempo lo permette, visitare anche l'entroterra, caratterizzato da diverse città e villaggi, tutte ricche di attrazioni di carattere storico. Iniziamo a scoprire cosa vedere in Albania dalla sua capitale, Tirana.

 

Tirana

Cosa vedere in Albania, statua equestre di Scanderbeg
Statua equestre di Scanderbeg a Tirana

La capitale dell'Albania è la città con il maggior numero di residenti. Circa un terzo di tutti gli abitanti risiede qua, città punto di partenza per la crescita sociale, culturale ed economica del paese.

Anche se ogni anno sempre meno, sono numerosi i cantieri che la caratterizzano, segno indelebile di un desiderio di completo rinnovamento. Merita sicuramente visitare la Piazza Scanderbeg, laddove si erge nel suo centro l'imponente statua equestre di Scanderbeg, condottiero e patriota albanese vissuto nel XV secolo. Senza percorrere molta strada, la Moschea Et’hem Bey si propone con il suo minareto, eretto tra il 1789 e il 1823. Alle sue spalle si trova invece la Torre dell'Orologio, uno dei simboli cittadini.

Cosa vedere in Albania, Tirana
Basterà proseguire, anche senza una meta precisa, per scoprire gli affascinanti boulevard di Tirana. Lungo queste arterie avrete modo di ammirare le tante testimonianze che ricordano il passato ottomano, italiano e comunista della città.
La città vanta anche un interessante patrimonio museale. Tra questi meritano una visita il Museo Nazionale di Storia, ilMuseo Archeologico di Tirana, la Galleria d'Arte Nazionale e il Palazzo della Cultura.

Le cose più importanti di Albania da vedere, BunkArt 2 a Tirana
BunkArt 2 a Tirana

Un cenno a parte merita il BunkArt, uno tra i musei più in assoluto visitati, inaugurato nel 2014. Si tratta di un bunker costruito alla periferia della città negli anni ’70 durante la dittatura di Enver Hoxha. Merita visitarlo per scoprire la storia comunista che ha interessato l'Albania dal 1939 al 1990.
È anche presente il → BunkArt 2, altro bunker che racconta invece la storia del Ministero degli Interni durante il periodo tra il 1912 e il 1991. In questa esposizione, distribuita lungo camere e corridoi, che contengono anche le stanze utilizzate per la tortura, si scopriranno i segreti della Sigurimi, la polizia politica che fu l’arma militare di persecuzione usata dal regime di Hoxha.
Concludete la visita di Tirana recandovi ai resti dell'antica Fortezza di Giustiniano, uno dei più grandi manieri d'epoca bizantina nel Balcani, con mura alte oltre 6 metri.

 

Elbasan, cosa vedere nell’ombelico dell’Albania
Cosa vedere a Elbasan, la città capoluogo dell'omonima prefettura in Albania, famosa per le vicine terme dove visitare la Chiesa Ortodossa di Santa Maria e...

Durazzo

Cosa vedere in Albania, Durazzo
La costa di Durazzo

Seconda città dell'Albania, Durazzo è sicuramente più indirizzata al turismo balneare.

Una vacanza qua è sinonimo di spiagge di sabbia fine affacciate su un mare turchese ma anche di storia e cultura. Tra le cose da vedere in Albania, meritano le terme romane più grandi e maestose dei Balcani, protagoniste insieme ai resti di altra antiche terme romane, purtroppo non in ottimo stato di conservazione.

 

Cosa vedere in Albania, rovine di epoca illirica
Rovine risalenti al periodo Illirico

Visitate anche il locale Museo Archeologico che racconta la storia della città e unitevi poi una passeggiata lungo le antiche mura della città, con annesso il Castello, simbolo di quella che era una delle città più fortificate dell'Adriatico.

Capitale dal 1913 al 1920, Durazzo si caratterizza proprio per il suo litorale sabbioso di 10 chilometri. Come in tutte le città balneari del mondo, il tratto costiero del centro città è più trafficato, caotico e urbanizzato, con tutti i servizi a disposizione, mentre proseguendo verso la periferia si possono godere di aree più tranquille e isolate. Durazzo si caratterizza oltre che per la sua costa anche per gli eleganti edifici di inizio Novecento. Merita visitare il Museo Archeologico, ricco di cimeli antichi rinvenuti in Albania, mentre alle spalle della città si erge il Palazzo di re Ahmed Zogu, di incredibile bellezza architettonica, ma purtroppo inaccessibile, in quanto situato dentro un'area militare.

 

Durazzo, cosa vedere nella seconda città dell’Albania
Durazzo, cosa vedere nella seconda città dell'Albania tra spiagge incontaminate e il magnifico porto. Ecco cosa visitare a Durazzo, la splendida città dell'Albania.

Berat

Cosa vedere in Albania, Berat

Berat è uno dei borghi più caratteristici dell’intera Albania, costruito lungo una parete collinare. La peculiarità più sorprendente di Berat è probabilmente il piacevole agglomerato di case bianche di stile ottomano, che si arrampicano su per la collina fino al castello medievale.

Tra le cose da in Albania, Berat è nota come la “città dalle mille finestre” e per il suo valore culturale, confermato dalla presenza dal 2008 nei siti patrimonio mondiale dell’Unesco.
La sua aspra collina diventa particolarmente suggestiva quando le nuvole ricoprono il suo suolo e le varie cime delle costruzioni di Berat, creando cosi un paesaggio incredibilmente tetro ma pittoresco, intorno alle cime dei minareti.

Nonostante oggi la località di Berat sia uno dei principali luoghi turistici dell’Albania, è riuscita a conservare gelosamente la sua cultura e le sue tradizioni secolari, rendendola ancora più incredibile e apprezzabile.

 

Berat, il volto rurale dell’Albania
Berat, la città posta nel meridione dell'Albania, conosciuta come città dalle mille finestre, un villaggio quasi completamente rurale e con case realizzate...

Argirocastro

Cosa vedere in Albania, Argirocastro

Altra tra le meta da visitare in Albania è Argirocastro, il capoluogo dell’omonima prefettura con quasi 30.000 abitanti.

Le prime fonti della città risalgono al primo secolo d.C, anche se probabilmente la fondazione risale al settimo secolo d.C. durante l’impero bizantino, che diede il seguente nome, che tradotto diventerebbe “Città d’Argento“. Argirocastro si trova nel sud del paese e, per la sua magnifica architettura in stile ottomano, è stata inclusa nei siti patrimonio dell’UNESCO. Qui è anche presente uno dei castelli più belli del paese, con tanto di vista panoramica sulla città.

 

Korca, cosa vedere a Coriza, l’entroterra albanese
Cosa vedere a Coriza (Korca), l'importante città dell'Albania centrale, ricca di musei e attrazioni varie, nonché caratterizzata da uno splendido centro storico. Scopriamo Korca, in...

Saranda

Cosa vedere in Albania, Saranda

Tra le città che crescono a livello turistico in Albania troviamo Saranda, la città costiera il cui nome significa Quaranta Santi, ovvero una piccola pattuglia di soldati romani uccisi a Sebaste per la loro fede cristiana.

Cosa vedere in Albania, il lungomare di Saranda
Il lungomare di Saranda

Proprio per ricordare l’episodio, Saranda ospita il Monastero dei Quaranta Santi. In quelle che oggi sono purtroppo unicamente rovine, troviamo anche il Castello di Lekurski, una delle attrazioni principali della città. Il motivo per cui Saranda oggi è particolarmente visitata è anche per la sua posizione e il suo clima, 10 mesi l’anno di sole. Saranda è quindi una meta perfetta per unire una vacanza balneare con una culturale.

 

Spiagge di Saranda, la spettacolare località dell’Albania
Saranda, guida alle città e alle migliori spiagge, un viaggio attraverso la spettacolare località dell'Albania nota per essere tra le più belle di tutto il...

Butrinto

Cosa vedere in Albania, ButrintoA 18 km verso sud dalla città di Saranda, troviamo le rovine di Butrinto, famose per la loro dimensione, bellezza e tranquillità. Sono da inserire tra le località da visitare in Albania per la sua importanza storica, tra le più notevoli.

Il sito, situato in una foresta in un parco nazionale di 29 km quadrati, ospita resti archeologici risalenti a diverse epoche. Le cui più antiche sono datate ad oltre 2500 anni fa, risalenti al periodo in cui i greci di Corfù si stabilirono, creando una fiorente colonia, sulla collina di Butrint nel 6° secolo a.C. Una volta entrati nel sito, il sentiero principale conduce ad un piccolo teatro greco risalente al 3° secolo a.C, isolato nella foresta sotto l’acropoli, la sua struttura è tra le meglio conservate nel paese.

Nelle vicinanze è situata la storica struttura delle terme romane e proseguendo nel cuore del sito si potrà trovare un muro dipinto con antichissime iscrizioni greche, il tutto vicino al battistero paleocristiano del VI secolo, decorato con enormi mosaici colorati.

 

Diber, cosa vedere nella prefettura albanese
Cosa vedere a Diber, regione dell'Albania posta al confine con la Macedonia del Nord, un luogo prevalentemente montuoso e con capoluogo Peshkopi, l'unico comune urbano...

Kruja

Cosa vedere in Albania, Kruja

La prossima tra le cose da vedere in Albania è la città di Kruja, circa 40 minuti di bus dalla capitale.

Kruja ospita il Museo Nazionale Etnografico, costruito all’interno di un’ampia abitazione, una delle attrazioni turistiche più popolari dell’Albania. Il museo è costruito all’interno di una abitazione appartenuta ad una delle famiglie più importanti della città, i Toptani.

L’edificio racconta la quotidianità degli abitanti, dalla stanza degli uomini, ornata con i cuscini tipici della tradizione turca disposti sul pavimento in legno, alla stanza delle donne, con i merletti ed i vestiti tradizionali ed anche un piccolo bagno turco con il tipico sistema di riscaldamento. In città è presente oltretutto un grosso bazar in cui è possibile acquistare prodotti locali e souvenir.

A Kruja è anche possibile visitare il suo Castello tra i più belli del paese e il Museo di Scanderbeg, progettato dalla figlia di Enver Hoxha. Il piccolo museo espone ai visitatori una grande collezione di cimeli bellici e dipinti legati alla lotta del patriota albanese contro i saraceni.

 

Spiagge di Karaburun-Sazan, l’unico parco marino dell’Albania
Guida alle migliori spiagge del Parco Nazionale di Karaburun-Sazan, l'unico parco marino dell'Albania, collocato a breve distanza verso sud da Valona, importante città albanese.

Blue Eye Spring

Cosa vedere in Albania, Blue Eye Spring

Il Blue Eye Spring è a dir poco un luogo magico, una piscina naturale caratterizzata da acqua turchese circondata da una costa sabbiosa davvero eccezionale, il tutto nella più profonda pace e calma dell’entroterra.
Il Blue Eye Spring è distante circa 22 km verso est da Saranda. Il luogo vanta di un’atmosfera magica e rilassante, con un un paesaggio naturale a dir poco eccezionale, senza eguali per le altre piscine naturali in Europa.

Bisogna però precisare che la visita di questo spettacolare luogo richiede un’escursione lunga circa 3km, pittoresca tanto quanto difficoltosa. Preparate le vostre scarpe comode oltre al costume, il sentiero è particolarmente arduo, ma offrirà un paesaggio boschivo eccezionale.

 

Benja, le piscine termali dell’Albania
Le piscine termali di Benje in Albania, poste in mezzo alla catena montuosa dell'Albania a 14 km da Permet. Qui si trovano ben sei fonti...

Lago Koman

Cosa vedere in Albania, Lago KomanTra i luoghi da visitare in Albania non possiamo perderci il vasto Lago Koman. Parliamo di un lago artificiale costruito nel 1978 successivamente all’arginatura del vicino fiume Drin. Lo si può attraversare con una navigazione di tre ore.
Con questa traversata di 3 ore nel lago, si potrà ammirare il magnifico panorama che contorna e caratterizza l’intero territorio. Un territorio molto ostile, ma non abbastanza per le popolazioni autoctone, che da secoli vive nei villaggi di alta montagna.
Rara la bellezza di questo luogo, i cui fiordi che contornano il lago creano un’atmosfera non troppo lontana da quella che si può incontrare in luoghi esotici, come la Thailandia.

 

Lago di Scutari, il più grande lago dei Balcani
Il lago di Scutari, il bacino lacustre tra Montenegro e Albania, una delle mete naturalistiche più affascinante dei Balcani, il più grande lago dei Balcani...

Altro da vedere in Albania

Cosa vedere in Albania, Parco Nazionale del Monte Dajti
Albania, Parco Nazionale del Monte Dajti

Tante le cose da vedere in Albania.

Nel centro del paese si può visitare il Parco Nazionale del Monte Dajti, la cui cima tocca i 1600 metri. È uno dei parchi naturali più frequentati dai cittadini, in quanto offre relax assoluto nel verde. Per conservare al meglio delle possibilità il patrimonio naturale del Monte Dajti non sono presenti mezzi pubblici diretti e anche in automobile può risultare complesso raggiungerlo, a causa delle strade sterrate.

Nell'area meridionale del paese spicca per importanza Valona, anticamente nota con il toponimo di Aulon. Popolata da circa 80.000 residenti, Valona è una città costiera molto attraente e più tranquilla rispetto a Durazzo. È una città frequentata da giovani e famiglie, ideale per rilassarsi nelle cristalline acque dell'Adriatico.

Dal punto di vista storico consigliamo di visitare la Fortezza di Rozafa, realizzata dagli Illiri e rimaneggiata dalla Repubblica di Venezia e dai saraceni. Infine, ultima tappa tra le cose da vedere in Albania, la città di Shkodra, principale centro della cultura ghega, nonché una delle destinazioni in maggior risalto negli ultimi anni.

 

Le cose da vedere più importanti in Albania
Le cose da vedere più importanti in Albania, una nazione turisticamente sottovalutata in grado invece di offrire attrazioni uniche.

La Riviera albanese

Cosa vedere in Albania, la costa

Impossibile non citare la magnifica Riviera Albanese, calda e piacevole sotto il caldo sole. Tra i luoghi da visitare in Albania, la riviera è baciata da un mare incredibilmente pulito e cristallino e caratterizzata da uno dei litorali più belli e puliti dell’intera costa orientale del Mediterraneo.

L’enorme e popolare spiaggia di Dhërmi è caratterizzata da zona centrale affollata di ristoranti e bar e aree più pacifiche e paradisiache lungo le sue estremità.

La splendida spiaggia di Drymades è invece una lingua di sabbia bianca raggiungibile attraverso una strada pedonale serpeggiata tra gli uliveti.

Infine la magnifica ed isolata spiaggia di Gjipe, totalmente incontaminata, è caratterizzata da numerose scogliere che punteggiano le acque turchesi.

 

Albania, le migliori spiagge da non perdere
Le migliori spiagge dell'Albania poste lungo i suoi 360 km di littorale e su una serie di isolette. Ecco le migliori spiagge dell'Albania.

I castelli medievali

Impensabile non citare tra le cose da vedere in Albania i castelli, fortezze medievali che paiono proiettarci in un antico paesaggio di cavalieri e scudieri, di guerriglie e di duelli, di amori condivisi e lotte per il potere.

Il tutto viene però inserito in un contesto unico, quello dei borghi medievali o di cittadine che si visitano più per la posizione che per la cultura e che oggi possiamo riscoprire proprio grazie a queste rovine. Passeggiate per Berat, Argirocastro o a Kruja e cercate i ruderi di questi antichi manieri e sentitevi pronti ad immaginare come doveva essere l’Albania medievale.

 

Albania, alla scoperta dei luoghi imperdibili
Tra i tanti luoghi di interesse in Albania, ce ne sono alcuni meno noti ma che dovremmo assolutamente inserire tra le cose da visitare in...

La gastronomia dell’Albania

La gastronomia albanese è ricca di ricette e di tradizioni secolari. Molte ricette tipiche della nazione sono originarie delle vicine Grecia e Turchia, anche graze alle antiche dominazioni territoriali. I prodotti utilizzati sono innumerevoli: carne magra, verdura, formaggi locali e molto altro ancora.

La preparazione classica per eccellenza è il Byrek, è una sfoglia di pasta cotta in forno guarnita tradizionalmente con carne trita e formaggi. La curiosità di questa prelibatezza è che, normalmente nelle bancarelle, non si può scegliere il condimento: o sola carne, o sola verdura o solo formaggio.

 


 

Condividi su: