Ala, Trento | Cosa vedere ad Ala, il piccolo borgo del Trentino


Cosa vedere ad Ala, il piccolo borgo del Trentino
Condividi su:

Cosa vedere ad Ala

Leggi tutti gli articoli del Trentino

icona-articoloAla è una destinazione incastonata tra le alture del Trentino, allo sbocco della Valbona e della Val di Ronchi. Nel cuore della provincia di Trento, Ala è una località insignita della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano e vanta un centro storico caratteristico valorizzato da un contorno incontaminato.

Esattamente per come tutto il territorio del Trentino, anche Ala è una destinazione turistica perlopiù visitata per le attività outdoor. È infatti un'eccezionale punto di partenza per escursioni, passeggiate e gite in mountain bike. Inoltre è un borgo dall'attrattiva turistica sempreverde. In inverno la neve è la protagonista assoluta delle attività sportive, mentre in estate gli estesi prati verdi sono una calamita per le famiglie alla ricerca di relax.

Ala, dall'epoca romana fu importante crocevia, grazie alla sua strategica posizione. Nel medioevo, invece, la cittadina fu valorizzata in ambito militare, fino a prosperare nei commerci durante il Rinascimento e il Risorgimento.
Ecco cosa vedere ad Ala, in Trentino-Alto Adige.

 

Cosa vedere ad Ala

Cosa vedere ad Ala in Trentino, la veduta sulle montagne vicino al borgo
La veduta sulle montagne vicino al borgo di Ala

Ala è una località relativamente piccola. È sufficiente anche un solo pomeriggio per apprezzarne i tesori più nascosti.

Il viaggio tra le cose da vedere ad Ala comincia dal suo prezioso centro storico, definito uno dei meglio conservati di tutto il Trentino-Alto Adige. Il centro storico si presenta con la caratteristica architettura rurale tipica di un borgo di montagna. A rendere il centro cittadino particolarmente interessante è l'elevato numero di palazzi nobiliari, testimoni di un passato prospero.

Il più importante tra gli edifici cittadini è il Palazzo Angelini, che in passato ospitò molti importanti personaggi politici di importanza mondiale, come Carlo V e Massimiliano II d'Asburgo, nel XVI secolo.

Poco distante merita ammirare il Palazzo Zanderighi, risalente al XVI secolo e oggi sede della biblioteca comunale, mentre proseguendo la propria visita si incontra anche il Palazzo de' Pizzini, risalente al XVII secolo. Quest'ultimo, inoltre, ospitò Napoleone Bonaparte, Mozart e lo Zar Nicola I di Russia.

Nel Palazzo de' Pizzini è conservato un prezioso patrimonio culturale. Qua ha sede infatti il Museo del Pianoforte Antico, che conserva ed espone alcuni dei più prestigiosi pianoforti della collezione privata di Temenuschka Vesselinova.

Inoltre il Palazzo è sede di diversi incontri, workshop e seminari, che hanno permesso ad Ala di essere definita la città della musica del Trentino. Merita, infine, visitare il castello di Avio, ubicato negli immediati pressi e collocato lungo uno sperone roccioso.

 

 

Lago di Molveno, Trentino
Cosa visitare al Lago di Molveno, incastonato in una piccola e pittoresca vallata, descritto come uno dei più bei laghi d'Italia. Tra le cose da...

Eventi e manifestazioni ad Ala

Cosa vedere ad Ala in Trentino, dettagli del borgo di Ala
I dettagli del borgo di Ala

Ala è un'apprezzata destinazione turistica anche per le sue manifestazioni.
Nel periodo di Natale è d'obbligo far visita ai suggestivi Mercatini di Natale, che richiamano perfettamente la tipica atmosfera.
Il centro storico si anima di bancarelle, prodotti tipici, decorazioni ma anche musica e festeggiamenti vari, che intrattengono grandi e piccoli.
Ala è anche conosciuta come la Città di Velluta, in quanto vanta una lunga tradizione artigianale nella produzione di tessuti e stoffe di gran pregio. Durante il XVIII secolo, Ala assunse notorietà internazionale proprio per i prodotti di velluto.
Ogni luglio, a cadenza annuale, si celebra un grande festeggiamento, con rievocazioni storiche e rappresentazioni teatrali che trasportano il visitatore indietro nel tempo.


Continua a scoprire la provincia di Trento:

 

Ultimo aggiornamento 4 agosto 2022


 

Condividi su: