Condividi su:

Al Qassim, Arabia Saudita

Tutti gli articoli dell’Arabia Saudita

La provincia di Al Qassim, Arabia Saudita

Icona articoloLa provincia di Al Qassim è una delle 13 regioni amministrative con cui è suddivisa l’Arabia Saudita, posta al centro del paese. Poco meno di 1.400 milioni sono i suoi abitanti che abitano un territorio di circa 58.000 km quadrati noto per essere la prima provincia agricola di tutta l’Arabia Saudita e anche una delle regioni in assoluto più ricche dell’intero Regno dell’Arabia Saudita. Il suo capoluogo è Buraydah che ospita quasi la metà dell’intera popolazione di Al Qassim.

Scopriamo la provincia di Al Qassim

Differenziandosi dalle altre province saudite, Al Qassim non porta il nome del suo capoluogo che, come detto è appunto Buraydah. Il suo nome è invece traducibile come dune di sabbia, un riferimento a buona parte del suo territorio, prevalentemente agricolo.
La provincia, tra le più ricche dell’Arabia Saudita, ha un patrimonio tradizionale che è sia visibile nella sua tipica architettura che celebrato in tanti festival, complice anche la sua tradizionale vocazione di regione più conservatrice di tutto il Regno.

Se avete scelto di visitare Al Qassim è fondamentale essere a conoscenza delle usanze locali e delle sue tradizioni, che qua soprattutto vengono ancora oggi sapientemente conservate. Il rispetto delle regole è quindi da suggerire al primo posto una volta raggiunta questa regione prevalentemente a vocazione agricola.
Al Qassim, nonostante il suo clima tipico del deserto, ha una importante falda d’acqua sotterranea che le ha permesso di sviluppare l’attività agricola. L’acqua arriva dal Wadi Rummah, una valle che attraversa per intero la regione, il torrente più lungo di tutta la penisola araba, circa 600 km che iniziano dalla provincia di Madinah per concludere alle dune di Naduf Ath-Thuayrat.

Il simbolo della regione è quello tipico dell’Arabia Saudita, il dattero. Qui sono infatti oltre otto milioni le palme presenti, con un raccolto annuale che di gran lunga supera il resto del paese. Parte della sua economia e floridità Al Qassam la deve proprio all’esportazione.
Non è naturalmente l’unica produzione locale, affiancata anche da limoni, pompelmi, mandarini, arance e numerose verdure.

OneMag-logo
Link-uscita icona Arabia Saudita tra religione e meraviglie naturali

Cosa vedere nella provincia di Al Qassim

Cosa vedere nella provincia di Al QassimMerita iniziare a conoscere la natura del territorio visitando il Parco Nazionale King Abdullah, un meraviglioso spazio verde di oltre 50.000 metri quadrati perfetto sia per gli abitanti che per i turisti in cerca di una tregua dal tipico frastuono del capoluogo. Con le sue fontane e cascate artificiali, parchi giochi per i più piccoli e varie aree per il picnic, Il King Abdullah è un polmone verde imperdibile.

 

location_icon onemagKing Fahd Road
Buraidah

Una delle attività più iconiche da non farsi mancare è partecipare al mercato dei cammelli, nella periferia di Buraydah, dove ogni mattina dalle 6 apre il più grande mercato di cammelli del mondo. Qui vengono venduti ogni giorni migliaia di cammelli, pecore, capre e qualsiasi altro capo di allevamento o meno, insieme a numerosi accessori.
L’area, come prevedibile, diventa piuttosto caotica già pochi minuti dopo la sua apertura come altrettanto anche l’odore che l’accompagna, ma rimane una delle cose da fare da porre al primo posto per scoprire lo stile di vita tipico della provincia.

location_icon onemagCamel Market
Buraidah

Di tutt’altro genere invece scoprire l’affascinante storia di Buraydah nell’omonimo museo. Al suo interno avrete modo di trovare una serie di manufatti e di opere d’arte di vario tipo ben conservati. Imperdibile il padiglione che contiene la collezione un tempo appartenuta al re Abdul-Aziz.

location_icon onemagKing Abdulaziz Rd, As Safra
Buraydah

Tra le attrazioni più note invece merita una visita l’iconica torre di guardia, la Buraydah Water Tower, un punto di riferimento aperto solo durante il periodo estivo quando i visitatori possono salire in cima alla torre per godere di un panorama unico e invidiabile.
Sempre in estate si svolge il Festival dell’acqua, la cui partecipazione è assolutamente raccomandata, una vera e propria festa con attrazioni adatte sia ai più giovani che anche agli adulti, con tanto di balli e spettacoli.

 

Condividi su: