Condividi su:

Airolo, cosa vedere e cosa fare
Dove sciare ad Airolo, Canton Ticino

Tutti gli articoli della Svizzera

icona-articolo

Siamo nella Valle Leventina, giusto poco prima di entrare dal Canton Ticino nel tunnel automobilistico del San Gottardo, quello che ci porterà nel Canton Uri e nella Svizzera Centrale. Qui troviamo Airolo, comune a 1175 metri di altitudine e le cui vette che la circondano, quella di Pizzo Centrale, si elevano fino a 3.000 metri.

La sua posizione l’ha sempre favorito sia in estate che in inverno, regalando ogni stagione dell’anno un motivo per trascorrere qualche giorno in questa terra, l’ultima in cui si parla italiano provenendo da Chiasso. L’intera valle riesce a fornire numerosi spunti per una vacanza, grazie alla sua natura da cui nasce l’intero percorso turistico.

Vallate, laghi, cascate sono solo alcune delle ragioni che hanno visto crescere di fama la cittadina ticinese, offrendo itinerari che spaziano dalla storia fino a raggiungere il culmine con la gastronomia, altro punto di forza di Airolo.
Pronti a scoprire cosa vedere ad Airolo?

Cenni storici

Cosa vedere ad Airolo, mappaPrima che la Confederazione decise di aggregare alcuni territori, Airolo era il più grande comune del Canton Ticino, oltre 94 km quadrati di natura. Parte di questo territorio è ancora oggi di proprietà del Patriziato, fondato nel 1883, ente autonomo che nel rispetto della legge in vigore tutela e gestisce boschi, pascoli e quant’altro a favore della comunità.

Nel IV secolo Airolo era già piuttosto popoloso, oltre 600 abitanti che vivevano di agricoltura ma che erano anche relativamente benestanti grazie ai commerci.
Airolo è infatti direttamente connesso alla storia del Passo del San Gottardo la cui apertura commerciale avvenne nel XIII secolo avvicinando il sud e il nord dell’Europa, ricavandone grossi benefici economici. Il territorio tuttavia era già abitato in precedenza, conferma avuta dai ritrovamenti di varie tombe romane.

Il XVIII secolo era già una meta turistica, riservata all’alta borghesia che aveva scoperto le Alpi e il San Gottardo, pronti a rilassarsi in estate e a divertirsi durante la fredda stagione.
La cittadina svizzera è nota proprio per la sua storia legata allo sci e allo sport invernale in generale. Qui avvenne l’esordio dello sci della Svizzera Italiana, nel 1879, con i primi impianti di risalita e i due primi trampolini di salto con gli sci, risalenti al 1926 il primo e al 1934 il secondo.
Oggi Airolo è una delle mete più frequentate per lo sci alpino, per quello di fondo, lo snowboard e per tutte le attività sportive outdoor invernali.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Bellinzona

Cosa vedere ad Airolo

Cosa vedere ad Airolo in inverno

Airolo è una delle località di punta per lo sci in Ticino. La sua ubicazione nell’Alto Ticino, giusto alle porte del passo del San Gottardo, la rende un punto di riferimento per le vacanze invernali in Svizzera italiana. Il comune si estende tra i 1100 e il 2250 di altezza, con panorama diretto proprio sull’imponente massiccio del Gottardo, da cui si diramano molte delle più importanti piste sciistiche del territorio.

Da Airolo si sviluppano ben trenta chilometri di piste sciistiche, raggiungibili mediante una seggiovia, due funivie e tre skilift. Dal centro abitato in pochi minuti si raggiungono quindi le ambite piste del Varozzei, del Sasso della Boggia e del Comascnè. Il principale comprensorio è quello di Airolo-Pesciüm, mentre a breve distanza si trovano gli skilift di Lüina e di di Cioss Prato nella Val Bedretto. Suggeriamo le ultime due località per le famiglie e per chi è alle prime armi con gli sport invernali, grazie all’eccezionale attenzione nell’insegnamento e ai numerosi comfort disponibili.

Sempre nella Val Bedretto è possibile vivere numerose esperienze escursionistiche, sempre a tema sciistico. Troviamo numerose piste di sci di fondo, da cui si può scoprire il ricco patrimonio naturalistico del territorio. Citiamo anche la Piana di Piotta e Pesciüm, dove si trovano varie piste da fondo e numerosi percorsi.

Airolo è una località molto interessante anche durante la stagione estiva, in quanto punto di partenza per numerose escursioni. Le attività sportive sono sempre le protagoniste ad Airolo, grazie al Trans Swiss Trail e Alpenpässe-Weg, due tra i principali itinerari dell’Alto Ticino. Altrettanto importanti sono i percorsi de la Strada delle Alpi e il Passo di Cristallina, in direzione della Vallemaggia, molto faticosi ma certamente spettacolari.

Consigliamo, per concludere il viaggio ad Airolo, di godersi un buon pasto a base di fonduta al Caseificio Dimostrativo del San Gottardo, sito giusto di fianco l’autostrada, poco prima dell’ingresso nel lungo tunnel. Il Caseificio Dimostrativo è uno dei più importanti di tutta Europa e permette di gustare un’autentica (e deliziosa) fonduta di formaggio svizzera, proposta in diverse alternanti.


Condividi su: