Accra, la capitale della Costa d’Oro africana

Accra, la capitale della Costa d'Oro africana, una metropoli in pieno sviluppo ricca di attrazioni e attività turistiche. Scopriamo Accra.

Cosa vedere ad Accra,
la capitale del Ghana

Un porticciolo caratteristico, un vivace mercato e tutti i simboli della lotta al razzismo: arrivare ad Accra, capitale del Ghana, significa spalancare la finestra su un panorama fatto di piccoli, ma straordinariamente significativi elementi.

Il Ghana è lo stato africano più ricco di miniere d’oro e per questo, durante il periodo della colonizzazione, veniva chiamato Gold Coast.
La città è un luogo magico nel quale trascorrere una vacanza indimenticabile apprezzando le bellezze locali e facendosi rapire dalle significative testimonianze di una storia fatta di lotte per l’indipendenza e la parità dei diritti umani.

Accra è una metropoli con tre milioni abitanti, moderna ed evoluta, con tanti luoghi di interesse turistico. Ed è una città tranquilla nella quale muoversi senza timore anche di notte, prestando solo attenzione alle fogne aperte.

Sembra un contrasto a tinte forti, ma fa parte della personalità di questa città orgogliosa del suo passato e della propria storia. Per capire il carattere della capitale è bene visitare il Museo nazionale del Ghana che raccolglie una ricca collezione di reperti archeologici risalenti alla preistoria e ad epoche più recenti.

Abiti, ceramiche e dipinti, ma anche oggetti barattati provenienti da altre culture come le maschere Senfu della Costa d’Avorio, le figure Zulu, le perle dell’Africa meridionale, le sculture del Niger e del Congo. E poi un’area dedicata al commercio degli schiavi.

Cosa vedere ad Accra

Accra, la capitale della Costa d'Oro africana

Un’altra rappresentanza significativa è rappresentata dal Mausoleo di Nkrumah dedicato a Kwame Nkrumah, il politico fautore dell’indipendenza del Paese e suo primo presidente, nonché uomo di spicco a livello mondiale, nominato “uomo del millennio” dell’Africa, nel secolo scorso.

Piazza Indipendenza è un luogo importante per il Paese, poiché celebra la liberazione dalla colonizzazione inglese, ed è anche nota come Black Star Square, dall’enorme stella nera che si trova all’incrocio di Indipendence Arch.

Il castello di Osu, noto anche come Fortezza Christiansborg, fu edificato nel Diciassettesimo secolo dai danesi. Esso era utilizzato per la vendita di metalli preziosi e poi come luogo in cui venivano trattenuti gli schiavi prima di partire alla volta delle destinazioni finali. Oggi il Castello è sede del Governo ed è visitabile dai turisti. 

Anche il Castello Cape Coast è uno dei circa trenta “castelli degli schiavi” o grandi fortezze commerciali presenti sulla Costa d’Oro dai commercianti europei, mentre Castello Elmina del Ghana è una delle attrazioni visitabili, molto apprezzate dai turisti.

La cattedrale della Trinità è sede della diocesi anglicana di Accra. L’edificio religioso fu completato nel 1894 con il finanziamento del governo coloniale britannico ed originariamente era frequentata prevalentemente da coloni.

leggi anche:

Guida turistica del GhanaGhana, guida turistica di viaggio
Ghana, guida turistica di viaggio per scoprire le tante località costiere o anche l’entroterra, ricco di Parchi Naturali.

Continua a leggere

Relax e vita locale

Dopo essersi calati nella storia e nella cultura locali, si può approfittare anche del meraviglioso paesaggio locale, godendo di un po’ di relax sulle splendide spiagge.
Labadi è una delle più famose di Accra ed è anche la più turistica con bar, ristoranti e venditori di souvenir.

Bojo beach, appena fuori città, è la spiaggia simbolo della capitale. Sabbia bianca ed acque trasparenti per godere di indimenticabili giornate al sole con l’unico intervallo ritagliato per gustare le aragoste in uno dei tanti chioschi presenti.

Ma l’attrazione più caratteristica e romantica di Accra è il porticciolo della pesca di Jamestown. Il faro, il vecchio carcere nel forte coloniale di James Fort e l’antica dogana sono parte del porticciolo e ne arricchiscono la veduta.

Per immergersi nella quotidianità locale, tra voci e colori tradizionali, è necessario visitare il Makola market, magari accompagnati da una guida locale, un mercatino ricco di oggetti tipici dove è possibile trovare anche gli abiti tradizionali del Ghana.

Scopri di più:

Cosa fare a Nosy Be, Madagascar
Angola, guida turistica di viaggio

 

Condividi su: