Acapulco, le spiagge del turismo sudamericano

Acapulco, le spagge del turismo sudamericano, una località lussosa da sempre meta dei cittadini americani che amano vacanze di lusso. Ecco Acapulco.

Cosa vedere ad Acapulco

La vostra ambizione turistica è una vacanza all’insegna del sole e del mare, in una località lussuosa e rinomata? Bene allora fate parte della metà della popolazione mondiale che sogna di andare ad Acapulco.
La città di Acapulco è stata inserita tra le località rinomate messicane intorno agli anni ’60 dello scorso secolo, quando celebrità americane e non solo hanno iniziata a frequentarla.
Oggi la sua caratteristica è uno skyline ricco di alti grattacieli che sovrastano i tanti parchi e giardini e guardano, dall’alto dei diverti piani, una città che sempre più cresce culturalmente.
La città è tra le mete turistiche più visitate in assoluto, ed è un riferimento inconfondibile nell’immaginario collettivo per la meta vacanziera in assoluto. Qua hanno infatti sede numerosi alberghi lussuosi ed è il luogo dove i facoltosi turisti americani vengono a rilassarsi, lungo le tante spiagge dorate.

Scopriamo Acapulco

Acapulco, alla quale la vicina Cancun cerca da sempre di sottrarre lo scettro di capitale del turismo messicano, sorge nello stato del Guerrero, ed è la mecca dei vacanzieri, anche se su questo territorio esistono anche altre realtà turistiche notevoli.

Il fascino delle spiagge di Acapulco, oltre che nella bellezza dei luoghi, risiede nella atmosfera di immediato relax che avvolge i suoi frequentatori permettendo loro di distaccarsi dalla locale frenesia della vita cittadina.

Le spiagge di Acapulco

Spiaggia di Acapulco

Vicino all’Avenida Costera Miguel Alemàn, la strada principale di Acapulco, c’è la Playa Condesanota soprattutto perché molto vicino ai luoghi della movida locale. E lì, con un’altezza di 50 metri, c’è anche una piattaforma dalla quale fare bungy jumping e tutta Acapulco sotto.
Le spiagge cittadine più famose sono Caleta e Icacos, ideali soprattutto per le famiglie in cerca di riposo e tranquillità.
Playa Puerto Marques è una spiaggia sempre affollatissima presa d’assalto dai locali e dai turisti soprattutto durante i fine settimana ed i giorni di festa, mentre un po’ più tranquilla è Playa Icacos.

I surfisti preferiscono Playa Revolcadero, nota anche come Playa Diamante, lambita dalle onde dell’oceano, mentre chi cerca un ambiente rilassato con ottimi locali sceglie Playa Caleta e Playa Caletilla.
Se invece amate farvi un bagno in uno scenario incredibile, prediligete invece la spiaggia di Tamaridno, mentre quella di Puerto Marquez è perfetta se volete praticare attività ricreative in genere.

Molto più isolate e, quindi, tranquille sono le spiagge lungo la laguna di Coyuca e di Pie de la Cuesta mentre una meta obbligata per chi cerca un paradiso selvaggio ancora allo stato primitivo è l’isolotto di La Roqueta, da raggiungere in barca.
Qui il paesaggio sembra inesplorato e talmente incontaminato da ricordare quello dell’Acapulco di tantissimi anni fa, quando non era una meta ambita e rinomata.

Le attrazioni di Acapulco

Ma se Acapulco è indiscutibilmente una meta famosa per il mare e le spiagge, non bisogna trascurare alcune sue attrazioni molto suggestive.
Prima fra tutte La Quebrada, una parete rocciosa posta a picco sul mare sfruttata per gli spericolati tuffatori che vogliono provare il brivido di un volo di 45 metri prima di precipitare nelle acque dell’Oceano.

Chi preferisce guardare i tuffi invece di farli, può approfittare di un punto panoramico poco distante dal quale ammirare anche i lanci notturni durante i quali i tuffatori saltano tenendo una torcia accesa tra le mani.

Se scegliete davvero Acapulco come meta di una vacanza al mare, non trascurate fotografie, filmini e cartoline: serviranno per nutrire il desiderio di qualche amico che emulerà il vostro viaggio nel bengodi turistico sudamericano.

Acapulco, suggerimenti utili in vacanza

Acapulco è una città tutto sommato tranquilla, ma non sono infrequenti episodi di micro criminalità, come furti e borseggi. Prestate particolare attenzione soprattutto quando siete nei luoghi pubblici affollati e sui mezzi di trasporto.
Se volete passeggiare in orari serali meglio evitare le zone periferiche e quelle meno turistiche.

Spostarsi in Acapulco è piuttosto semplice grazie ad una serie di bus cittadini ma se preferite muovervi in taxi meglio prenotarlo telefonicamente oppure recarsi in uno dei tanti parcheggi previsti nella città e, prima di salire, concordate la tariffa, specialmente se siete diretti piuttosto distanti.
Se volete muovervi invece in maniera autonoma, sia in città che in aeroporto sono presenti numerosi punti di noleggio auto. In questo caso meglio dirigersi sulle strade a pedaggio, estremamente più sicure rispetto alla rete viaria extraurbana.

Anche ad Acapulco è buona norma lasciare una mancia, generalmente quantificabile intorno al 10% sul totale, ma anche qualcosa in più se vi siete trovati molto bene.
Anche quando salite su un taxi prevedete di arrotondare mentre il personale dell’albergo potreste ricompensarlo con un paio di pesos, circa 1€.
Ricordate che la classificazione alberghiera non rispetta completamente quella europea, per cui durante il processo di prenotazione valutate attentamente la qualità dei servizi e non soffermatevi unicamente alle stelle.

Ricordate inoltre che la tensione di alimentazione in Messico è di 110V, quindi partite da casa muniti di adattatori che, comunque, sono reperibili facilmente nei negozi di elettronica e in aeroporto.
Sempre in aeroporto è consigliato cambiare la valuta, sono generalmente presenti uffici di cambio più vantaggiosi rispetto agli uffici cittadini.
Sono ad ogni modo accettate le carte di credito piuttosto ovunque ma, soprattutto nei ristoranti, meglio munirsi di contanti.

Condividi su: