A spasso nello zoo di Zurigo

A spasso nello zoo di Zurigo, una delle attrazioni più visitate della città svizzera con i suoi numerosi animali rari ed esotici. Lo zoo di Zurigo è suddiviso in diverse aree tra le quale troviamo la foresta tropicale Masoala, il Parco degli elefanti, l'area Australia ricca di animali tipici del continente, l'acquario, la Steppa Mongola con un piccolo villaggio di yurte, l'area Pantanal che richiama un terreno paludoso sudamericano e lo Zoolino, l'area destinata all'incontro diretto con gli animali. Ecco cosa visitare allo zoo di Zurigo.

Il giardino zoologico di Zurigo

icona-articoloLo zoo di Zurigo è una delle attrazioni più frequentate della città svizzera. La sua fondazione risale al 1929 ed è posto sullo Zürichberg, la collina boscosa posta ad est della città, in quella che è l’area perfetta per essere visitata a piedi. Il quartiere dove è posizionato lo zoo di Zurigo è il Fluntern, il settimo distretto della città.

Lo zoo di Zurigo

Lo zoo di Zurigo

Numerosi animali rari ed esotici appartenenti a varie specie, tra cui le magnifiche tigri di Amur oppure i leopardi delle nevi, sono qua ospitate nelle numerose aree che riproducono i rispettivi habitat naturali.
Lo zoo di Zurigo è una delle migliori attrazioni della città, con varie zone caratterizzate dalla riproduzione di alcuni dei molti paesaggi ed ecosistemi di tutto il mondo.

Siamo in un gigantesco parco di 28 ettari che ospita oltre 350 specie animali differenti, tra cui diverse in via di estinzione. Dagli orsi alle tartarughe giganti, dalle farfalle ai leoni, senza dimenticare i panda, solo alcuni degli animali ospitati allo zoo di Zurigo, ognuno nei loro rispettivi habitat. Tra questi citiamo la foresta montano-tropicale, deserto, prateria e foresta pluviale tropicale.

Zoo di Zurigo, la mappa

Lo zoo di Zurigo

 

 

Lo zoo di Zurigo è caratterizzato da diverse aree, ecco l’itinerario da seguire.

  • La foresta tropicale Masoala è caratterizzata da diversi ponti sospesi sugli alberi. Qui possiamo osservare diverse piante e numerose specie animali, tra i tanti lemuri, volpi volanti, camaleonti, pappagalli e persino le rane pomodoro. La sua apertura risale al 2003.
  • L’itinerario allo Zoo di Zurigo può prosegure all’eccezionale Parco degli elefantiKaeng Krachan“. Siamo proprio accanto alla Foresta Masoala dove potremo ammirare gli elefanti asiatici alle prese con la loro quotidianità, grazie all’habitat perfetto ricreato con tanto di stagni d’acqua e sabbia. In quest’area del giardino zoologico di Zurigo troviamo diverse altre specie animali, ovvero l’antilope cervicapra, blatta soffiante del Madagascar, maina di Bali, pollo domestico, quaglia crestata, scorpione foresta gigante dell’India, tarantola, tartaruga foglia a petto nero e tragulo minore.
  • L’area Australia è ovviamente ricca di animali tipici del continente, tra cui imperdibili sono in special modo koala e varani. Il mondo animale australiano è qua rappresentato anche emù, wallaby dal collo rosso e anche con lorichetto arcobaleno e kookaburra sghignazzante. L’edificio in cui è racchiusa l’area Australia è stato inaugurato nel 1965 e la sua forma richiama vagamente la Sydney Opera House.
  • Rinnovato nel 2016, l’area dello zoo di Zurigo destinata all’acquario è una delle più recenti presenti nel giardino zoologico. Il recente ammodernamento ha ridotto le vasche da 22 a 8, permettendo di ricreare meglio i diversi habitat naturali. In una di queste vasche è stato anche riprodotta una barriera corallina estremamente affascinante. Da non perdere nell’area dell’acquario anche la zona riservata ai pinguini. Qua in estate troviamo i pinguini reali mentre in inverno pinguini di Humboldt.
    Nell’acquario sono presenti oltre 700 esemplari di pesci e animali acquatici per un totale di 70 specie diverse tra cui anche uno squalo ocellato proveniente da un programma di allevamento internazionale.
  • Tra le aree più affascinanti troviamo la Steppa Mongola dove poter ammirare anche un piccolo villaggio di yurte, la tipica abitazione delle popolazioni nomadi della Mongolia. In questa zona dello zoo di Zurigo vivono cammelli, yak e due capre cashmere.
  • L’area Pantanal richiama invece un terreno paludoso sudamericano. In questa area dello zoo di Zurigo troviamo le scimme scoiattolo pronte a far divertire grandi e piccini. E’ una riproduzione della zona umida in America del Sud dove al suo interno troviamo l’Isola delle scimmie, non accessibile in inverno, dove sono presenti le saimiri.
  • L’ultima area dello zoo di Zurigo è infine lo Zoolino, l’area del giardino zoologico destinato all’incontro diretto con gli animali. Qua sono presenti diverse specie tra cui alpaca, asini, capre, tacchini, conigli nani, anatre e cosi via. Gli animali sono liberi di muoversi e possono essere accarezzati e sfamati.

Come arrivare allo zoo di Zurigo

Lo zoo di Zurigo

Dedicate qualche ora del vostro viaggio a Zurigo allo zoo, che si trova nel distretto di Zurichberg a circa 4 chilometri a est del centro storico della città. Per arrivare allo zoo è sufficiente prendere il tram che conduce all’omonima fermata e quindi prendere un autobus o proseguire a piedi per circa 5 minuti. Nelle strade intorno allo zoo e in alcuni posteggi nelle vicinanze è disponibile un numero limitato di parcheggi a pagamento.

Lo Zoo di Zurigo è aperto 365 giorni l’anno e l’ingresso è a pagamento. I bambini fino a 6 anni entrano gratuitamente. Tra la primavera e l’autunno, un trenino collega la Foresta tropicale Masoala con il Parco degli elefanti. Per informazioni dettagliate su orari di apertura, tariffe e attrazioni disponibili, visitate il sito web ufficiale dello zoo.

Scopriamo Zurigo

Zurigo, la più grande città della Svizzera
La Banhofstrasse di Zurigo, shopping e nightlife nella città svizzera
Il Museo Nazionale di Zurigo, viaggio nella storia svizzera
Grossmunster, il Duomo di Zurigo
Lindenhof, quartiere medievale di Zurigo
Kunsthaus, il museo d’arte di Zurigo
Museo Rietberg, l’arte si incontra a Zurigo
Fraumunster, un’opera d’arte di Chagall a Zurigo
Lago di Zurigo, la meraviglia incastonata tra i monti
Teatro dell’Opera di Zurigo

 

Condividi su: