10 consigli per visitare Lisbona

Una traccia per visitare Lisbona: cosa fare, visitare, mangiare, dove dormire. Ecco 10 consigli per apprezzare ogni aspetto della capitale portoghese.

Guida turistica di Lisbona e i consigli per visitarla al meglio

Tra le tante mete europee,  Lisbona è una di quelle più quotate dai turisti. La capitale del  Portogallo offre colori e sensazioni uniche, emozioni da portare a casa e da appendere al frigorifero. E’ situata a metà strada tra le colline e l’estuario del fiume Tago, in un’atmosfera rimasta invariata nei secoli.

Visitare questa città non è di certo semplice: sono davvero molte le attrazioni, i panorami e addirittura le “viette” da segnare nel programma. Il centro si sviluppa in cinque quartieri principali: Baixa, Alfama, Chiado, Rossio e Bairro Alto.
Questi sono talmente caratteristici che basterà uno sguardo per capire in quale parte della città ci si trovi. Di seguito una breve guida per apprezzare Lisbona nella sua essenza.

Praça do Comércio

Cosa vedere a Lisbona, Piazza del CommercioSicuramente il centro è uno dei luoghi che più trasmette la sensazione di essere in una capitale Europea. Praça do Comércio è una piazza maestosa, ricca a livello architettonico e costeggiante il Tago.
Al suo centro si erge la statua di re Giuseppe I a cavallo, il quale dà le spalle all’imponente Arco de Rua Augusta e all’omonima via. Prendersi un paio d’ore di pausa in questa piazza diventerà un rituale, i bar dove gustare stuzzicherie tipiche non mancano.

Da non perdere a Lisbona

Cosa vedere a Lisbona, Torre di BelèmIl maggior valore a livello storico si trova sicuramente nel quartiere Belém.
Un vero tuffo nel passato: è da qui che Vasco da Gama è partito per le sue esplorazioni e il monastero dos Jerónimos costruito in suo onore, così come il monumento alle esplorazioni, vi lascerà senza fiato sia all’interno sia all’esterno delle sue mura.
Infine la Torre di Belèm, uno dei posti più visitati dell’intera città. Sembra che nasca dall’acqua del Tago, è sicuramente uno dei colpi d’occhio più belli di Lisbona.

Le Chiese

Cosa vedere a Lisbona, Chiesa crollataSe Vasco da Gama sembra essere considerato una vera divinità dai portoghesi, vuol dire che non si è ancora entrati in una delle numerose chiese dei quartieri centrali.

Lisbona è stata colpita da numerose calamità naturali come terremoti ed incendi, ma se oggi è possibile visitare i tanti luoghi d’interesse è grazie alla caparbietà che i portoghesi hanno dimostrato nel ricostruire la propria città.

L’esempio più lampante è certamente la Chiesa bruciata (Igreja do Sao Domingos), nel quartiere Rossio. Al contrario, Igreja do Carmo è stata lasciata così come il terremoto l’ha ridisegnata. Ci sono poi la Igreja de Sao Roque, la cattedrale Sé de Lisboa, il monastero di São Vicente e la chiesa di Santa Engarcia, tutti luoghi che testimoniano quanto la religiosità fosse sentita da questo popolo.

Il panorama a Lisbona

Cosa vedere a Lisbona, Piazza RossioLisbona è magica. Ci vogliono un paio di giorni per imparare ad orientarsi, al terzo si è già innamorati di ogni dettaglio.

Le strade di Alfama, le tipiche pavimentazioni a mosaico, gli azulejos, i tram e i molti punti panoramici rendono la capitale portoghese un luogo da apprezzare nei dettagli, una città che non smette mai di far cambiare direzione allo sguardo.

La dedizione al particolare ha reso Lisbona un complesso di attrazioni distribuite in maniera capillare, addirittura itinerante se si parla dei meravigliosi tram.

Il quartiere più caratteristico di Lisbona

Cosa vedere a Lisbona, AlfamaIl già citato quartiere Alfama è certamente quello più piacevole da girare, nonostante sia in pendenza tra il castello di Castelo de São Jorge e il fiume. Cuore pulsante della tradizione, si lascia osservare in ogni centimetro con entusiasmo.

Chiamato anche “quartiere del fado”, è ricco di piccoli ristoranti dove poter gustare i piatti tipici e di piazzette particolari dove fare delle pause. Ospita alcune delle chiese e dei monumenti più importanti della città.

Una piacevole sorpresa

Parco Eduardo VII

Oltre a tutto ciò che c’è di monumentale, ci sono i parchi. Quello che più di tutti merita di essere citato è il Parco Edoardo VII, appena fuori dal centro storico.

Il giardino all’inglese e il bar con la passerella sul laghetto artificiale rendono questo posto unico, soprattutto se visitato all’orario del tramonto. Tappa certamente non obbligatoria, ma rigenerante.

La cucina

Mercato Coperto Lisbona Time Out

Di ristoranti ce ne sono tanti, in ogni zona del centro. Certamente le zone più consigliate dove fermarsi a sceglierne uno sono Alfama e Rua Augusta, ma se si vuole provare un’esperienza culinaria indimenticabile è necessario recarsi al Time-Out.

Si tratta di un mercato coperto: un open space dove si trovano numerosi ristoranti dove è possibile apprezzare le pietanze locali direttamente al bancone. Qui si incontra lo street food con la camicia preparato dai migliori chef di Lisbona: dei veri e propri sarti che disegnano e cuciono l’innovazione su misura per la tradizione.

Dove soggiornare

Tolto il circondario di Praça do Comércio e Praça de Figheira, ovunque nel centro è il posto giusto. Si arriva facilmente a piedi nei luoghi d’interesse, nel caso i tram e i bus sono un ottimo aiuto.

Tra i posti consigliati ci sono certamente i quartieri Alfama e Chiado, le perfette combinazioni tra servizi, posizione e panorama. Evitare Baixa vuol dire allontanare il “traffico pedonale”, il caos e soprattutto i borseggiatori.

La tipica aria di Lisbona da porto di mare attrae persone di ogni etnia, bisogna stare attenti sopratutto nelle vie principali.
Uscendo dai quartieri del centro storico si avrà un’esperienza certamente più simile a quella di casa, nel caso per la sera è consigliatissimo usufruire del servizio taxi, decisamente economico.

Lisbona, l'enogastronomia della capitale portogheseL’enogastronomia del Portogallo
L’enogastronomia del Portogallo, viaggio nella cucina per scoprire le versioni del baccalà, dei piatti regionali tipici a base di carne e altro.

Continua a leggere

I trasporti

Cosa vedere a Lisbona, TramDimenticate la comodità della metropolitana, decisamente oneroso il primo accesso con l’acquisto obbligatorio di una tessera dei trasporti. I bus e i tram arrivano in ogni punto della città, la rete è ben studiata e gli snodi sono molto comodi, ma gli orari sono più una probabilità che una certezza.

Come detto più volte, sarebbe un peccato perdere l’occasione di girare Lisbona a piedi, ma di certo le alternative non mancano. Da segnalare il tram 28: ferma in tutti i punti d’attrazione della città.

Lo sfizio

Cosa vedere a Lisbona, Villa SintraEsiste una località fuori Lisbona che è costosa e distante: mettete in conto almeno 50€ a testa per visitarla e un paio d’ore di treno tra andata e ritorno.

Tuttavia, Sintra è un paesino che nella storia ha guadagnato il soprannome di “Eden del Portogallo”.E’ stata nel tempo la residenza delle famiglie reali e, come tale, offre dei paesaggi e delle strutture mozzafiato. Il palazzo nazionale è il primo che si incontra, poi più si sale di altitudine e più si rimarrà affascinati: il castello moresco e il Palacio Nacional da Pena valgono la spesa e, soprattutto, il tempo impiegato.

Scopri di più:

Blausee, il lago del Canton Berna
Cosa fare e vedere a Nizza

 

Condividi su: